Insalata di quinoa con pomodori e cetrioli

Quella che vi propongo oggi è un’insalata di quinoa con pomodori e cetrioli. Per farla ovviamente dovete cuocere la quinoa, il resto è invece da servire crudo. Il tempo di cottura è l’errore comune che solitamente si commette nel preparare la quinoa, perciò qui di seguito voglio insegnarvi qualche trucchetto per fare in modo che esca perfetta. Molte persone infatti la lasciano cuocere e cuocere come se fosse riso: è qui che sbagliano!

1. Pensate che è diversa

Il primo errore è pensare che è un cereale. In realtà è il seme di una pianta che ricorda i cereali. Non sarà un consiglio per cucinarla ma è sempre meglio sapere cosa mangiate.

2. Sciacquatela

Sciacquatela bene! Ha un rivestimento amaro che va via solo lavandola. Se non lo fate, di sicuro l’insalata non sarà buona. E usate un colino con i fori piccoli per non farla cadere nel lavandino.

3. Non cuocetela troppo

A nessuno piace la quinoa molle. Ecco come evitare che diventi così: mettete 1 tazza di quinoa con 2 tazze d’acqua in una casseruola di dimensioni medie. Portate a ebollizione. Copritela, abbassate la fiamma e cuocetela a fuoco lento finché non è tenera, quindi per circa 15 minuti per fare un’insalata perfetta.

4. Scolatela

La quinoa assorbe tantissima acqua, perciò scolatela bene una volta cotta. Altrimenti la vostra insalata sarà acquosa. E non dimenticatevi di usare di nuovo il colino che vi ho consigliato due secondi fa!

5. Fatela riposare

Ora che l’avete scolata, rimettetela nella pentola, poi copritela e lasciatela lì per 15 minuti, senza però accendere il fuoco. Farla riposare nella casseruola calda dopo averla cucinata la rende più asciutta. Bagnata e grumosa non sarebbe per niente buona nell’insalata!

Un ultimo consiglio! Provate a preparare la quinoa come fareste con il risotto. Affettate un po’ di cipolla e fatela rosolare nell’olio d’oliva, poi aggiungete la quinoa che avete già sciacquato e mescolatela all’olio. Per evitare che si attacchi, ogni tanto aggiungete un po’ di acqua calda poco per volta, oppure del brodo, mescolatele di frequente e smettete solo quando diventa cremosa e sentite che è cotta.

Bene, avete imparato a cuocere la quinoa senza sbagliare ed evitare che diventi una pappetta! Ora siete pronti a preparare questa gustosa ricetta che vi passo volentieri. Seguite le indicazioni senza dimenticare quanto vi ho appena detto. Nella ricetta do per scontato che vi ricordiate quello che vi ho spiegato sulla cottura della quinoa. Indico infatti solo il tempo di cottura di 15 minuti. Ma voi ormai sapete come fare. Se avete dei dubbi, seguite la ricetta con i trucchetti affianco.

Insalata di quinoa con pomodori e cetrioli

Ingredienti per 4 persone

  • 200 gr di quinoa
  • 15 pomodorini ciliegia
  • 1 cipollotto
  • 1 cetriolo
  • 120 gr di formaggio Feta senza lattosio
  • erbe aromatiche a piacere
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe nero

Preparazione

Sciacquate la quinoa sotto l’acqua corrente facendo più sciacqui. Mettetela in una pentola con il doppio del suo volume e fate cuocere per 15 minuti circa con il coperchio.  Una volta cotta lasciatela riposare a fuoco spento, salatela, aggiungete un filo d’olio di oliva e lasciatela raffreddare.

Lavate e tagliate i pomodorini a fettine o a spicchi. Pelate e affettate il cetriolo e mettetelo in un piatto con un po’ di sale grosso per fargli fare l’acqua. Sbriciolate la feta. Lavate e affettate il cipollotto.

Riunite in un’insalatiera i pomodori, il cetriolo, il cipollotto a fettine e la feta. Aggiungete le erbe aromatiche, l’olio, il sale e il pepe.

Mescolate bene il tutto e lasciate riposare in frigo per un quarto d’ora prima di servire.

 

 

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *