bg header
logo_print

Torta al formaggio: una ricetta tipica umbra per la Pasqua

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

torta al formaggio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, ricette per Pasqua
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
3/5 (1 Recensione)

Torta al formaggio, un piatto tipico da preparare per Pasqua

Ho rielaborato la ricetta della torta al formaggio umbra che viene preparata nel periodo di Pasqua. Il maestro Favorito ha pubblicato questa ricetta sul suo libro “Il bello del senza glutine.

È talmente buona che una volta preparata non sempre si riesce a resistere fino all’arrivo della Pasqua! E’ una rustica, molto saporita e le idee per accompagnarla sono molte: con uova e prosciutto crudo o bresaola durante l’antipasto o la colazione pasquale.

Quando la servite potete anche tagliarla e spalmare qualche salsina che solitamente preparate in casa: una tapenade, un’aioli, una maionese leggera, c’è solo l’imbarazzo della scelta, oppure potete anche tenerla pronta per il pic nic di pasquetta. Di soluzioni per servirla ce ne sono davvero tante! Il bello è che, in ogni caso, si tratta di una soluzione perfetta per chi vive un’intolleranza che di primo impatto può mettere in crisi per quanto riguarda il cibo.

Le cose, come vedete, sono molto diverse. Facendo attenzione agli ingredienti si possono infatti portare in tavola delle vere delizie!

Ricetta torta al formaggio

Preparazione torta al formaggio

  • Preriscaldate il forno a 250 gradi.
  • In una terrina impastate le uova con il latte e lo yogurt. Poi grattugiate i formaggi.
  • Aggiungete la farina di riso e l’amido di riso, il bicarbonato, i formaggi  e gli albumi montati a neve ferma, avendo cura di incorporarli con movimenti dal basso verso l’alto.
  • Imburrate e infarinate una teglia e versateci il preparato.
  • Fate cuocere in forno a 200° per 40 minuti. Servite e buon appetito.

Ingredienti torta al formaggio

  • 4 uova
  • 120 gr. di farina di riso
  • 130 gr. di amido di riso
  • 50 gr. di Emmental
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi
  • 1 cucchiaio di Pecorino romano stagionato
  • mezzo bicchiere di yogurt greco consentito
  • mezzo bicchiere di latte di riso
  • q. b. di sale
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • q. b. di burro chiarificato e farina di riso per la teglia

Le infinite proprietà della farina di riso

Questa torta al formaggio è perfetta anche per i celiaci grazie alla presenza di alcuni ingredienti, tra i quali è possibile ricordare la farina di riso. Soluzione molto apprezzata da chi vuole cucinare gluten free, si contraddistingue per proprietà interessanti, tra le quali è possibile ricordare l’alto valore biologico delle proteine.

La farina di riso, inoltre, è caratterizzata dalla presenza di numerosi minerali utili alla salute. Se ne possono trovare in quantità più alte quando la farina è integrale e più sana in generale anche per il fatto di non essere stata trattata.

Tanti formaggi per questa squisita torta di Pasqua

Il vero punto di forza di questa torta salata è l’abbondanza dei formaggi, un’abbondanza che non si manifesta solo con le quantità ma anche con la varietà. Nella sua forma originale la torta viene realizzata con Parmigiano, Pecorino e groviera. La forma che vi propongo oggi è comunque rispettosa della tradizione, ma sostituisce il groviera con l’emmental. Il sapore a mio parere è più complesso e gradevole, in grado di aumentare lo spessore organolettico della preparazione.

Il Parmigiano spicca per la sua sapidità e per un leggero gusto di latte. Ancora più sapido è il formaggio Pecorino, almeno nella sua versione romana o siciliana, ed è in grado di esprimere un’identità precisa e ben riconoscibile, in contrasto con gli altri formaggi stagionati. L’emmental, invece, si caratterizza per le sue note dolci e aromatiche.

Alcuni trucchi per preparare al meglio la torta al formaggio

La torta al formaggio richiede una “gestione” della teglia più attenta. Il motivo risiede nella peculiarità dell’impasto, che spicca per la morbidezza e per l’elevato contenuto di liquidi (dovuto a sua volta dalla preponderanza di formaggi). Proprio per questo vi consiglio di distribuire in modo uniforme il burro e la farina sul fondo della teglia. 

Il burro dovrebbe essere chiarificato, in quanto resiste meglio alle elevate temperature e può fare tranquillamente le veci dell’olio. Non è un caso che il burro chiarificato venga usato spesso per la cottura in Nord Europa.

La farina, invece, dovrebbe essere leggera, in modo da non impattare sul sapore della torta. A tal proposito vi consiglio una buona farina di riso, che oltre all’assenza di glutine vanta un discreta delicatezza.

Il contributo del latte nella preparazione di questa torta salata

Il latte gioca un ruolo di primo piano nella ricetta della torta al formaggio. Questo ingrediente viene mescolato allo yogurt e alle uova, in modo da formare la componente più liquida dell’impasto. Poi si unisce alle farine, secondo un procedimento che ricorda quello dei muffin.

La domanda a questo punto sorge spontanea: quale tipo latte utilizzare? Se non soffrite di intolleranza al lattosio utilizzate il latte vaccino parzialmente scremato al posto del latte intero, che emergerebbe troppo sugli altri ingredienti.

Se soffrite di intolleranza al lattosio avrete a disposizione due soluzioni. La prima consiste nell’impiego del latte delattosato, che è un po’ più dolce del normale. La seconda consiste nell’utilizzo di un latte vegetale. In quest’ultimo caso avete ampia scelta, ma vi consiglio di puntare sul latte di riso, in quanto si lega molto bene con la farina di riso. Inoltre, questo tipo di latte è davvero molto buono, delicato e trasmette note cerealicole e dolci.

Ed ora parliamo dello yogurt greco

Un aspetto sul quale vale la pena soffermarsi quando si parla della bontà di questa torta al formaggio sono i benefici dello yogurt greco, un vero toccasana per la salute. Per quali motivi? Prima di tutto perché è caratterizzato da numerose proteine dall’alto valore biologico. Lo yogurt greco, privo di lattosio e adatto a chi sta conducendo una dieta ipocalorica, lo yogurt greco è ricco di fermenti lattici vivi. Questo lo rende una soluzione valida per chi ha bisogno di regolarizzare il tratto intestinale, sconfiggendo i microrganismi che portano alla formazione di aria in questa parte del corpo.

Ci vorrebbero pagine e pagine per descrivere tutti i benefici dello yogurt greco, perfetto per gli sportivi, ottimo, grazie al calcio, per fortificare le ossa e adatto a chi vuole espellere i liquidi in eccesso grazie al potassio. Ora non resta che provare a preparare la torta! La ricetta è molto semplice e i risultati vi sorprenderanno.

FAQ sulla torta al formaggio

Come servire la torta al formaggio?

La torta al formaggio si può servire con una vasta gamma di bevanda. E’ in fondo una torta salata, per quanto sui generis, dunque è perfetta con le birre bionde da pasto. Tuttavia, è anche un pasto completo con vocazione da primo piatto, dunque si accompagna con i vini bianchi secchi e molto strutturati. In questo caso, però, vanno anche bene i vini rossi corposi vista la presenza dei formaggi.

Quante calorie ha la torta al formaggio?

La torta al formaggio è una torta abbastanza calorica, vista l’abbondanza di prodotti caseari. La torta intera dovrebbe apportare circa 2.000 kcal. Ciò significa che una fetta consistente potrebbe superare le 300 kcal.

Quanto deve cuocere la torta al formaggio?

La torta al formaggio deve cuocere per una quarantina di minuti a una temperatura di 200 gradi. Lo scopo non è solo di fondere i formaggi ma anche di valorizzare un impasto che risulta mediamente impegnativo.

Quali formaggi usare per la torta al formaggio?

In genere per la torta al formaggio si usa un formaggio stagionato di latte vaccino, come un pecorino mediamente stagionato o un groviera. Qui propongo una moderata variazione sul tema, quindi oltre al Pecorino troviamo il Parmigiano e l’Emmental.

Oltre a qualche idea per un menù di Pasqua semplice vi lascio qualche ricetta!

Idee per un menù di Pasqua semplice

Ricette pasquali ne abbiamo? Certo che si!

3/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...

Ghirlanda salata con gamberi

Ghirlanda salata con gamberi: un contorno unico per...

Un contorno completo e ricco di gusto Questo contorno a forma di ghirlanda colpisce anche per la sua completezza. Troviamo infatti alimenti ittici (come i gamberi), la frutta esotica (come...

Cuddura cu l ova

Cuddura cu l’ova, dalla Calabria un dolce di...

Un dolce tipico per Pasqua, davvero gustoso e nutriente Ho parlato di uova sode nella ricetta della cuddura, ma in realtà è un termine leggermente improprio. L’uovo, infatti, non viene cotto in...