Menu classico pasquale: la tradizione sposa la cucina.

Menu classico pasquale
Commenti: 0 - Stampa

Menu classico pasquale: quando la tradizione sposa la cucina. La Pasqua sta arrivando e voi non sapete cosa cucinare, ma volete fare un’ottima figura? No problem, non perdetevi d’animo! Scegliete un menu classico pasquale dove gusto e semplicità si intrecciano in un mix di sapori decisi e profumi intensi. Se non avete idee in merito, non arrovellatevi il cervello: vi aiuteremo proponendovi tutte le possibili pietanze con cui allietare i vostri ospiti!

Ricette semplici ed elaborate per imbandire una tavola tradizionale aiutandovi nei giusti abbinamenti con i vini o con varianti più stuzzicanti e appetitose. Vi seguiremo dall’antipasto al dolce, soffermandoci sulle curiosità, sui principi nutrizionali e sui benefici degli ingredienti in modo da abbinare la cucina alla salute. Ma …siete pronti?

Menu classico pasquale : agnello in pole position!

Durante le festività pasquali, la tradizione esige un menù a base di carne che richiama il sacrificio dell’agnello di Dio, infatti il piatto principe è costituito dalla carne di agnello.  Ma iniziamo con gli antipasti: crostini, bruschette, tagliere di formaggi e salumi…e poi? Qualcosa di particolare che rispetti la tradizione?

quando la tradizione sposa la cucina

Tra i primi, potete cimentarvi nel tradizionale piatto molto proteico del risotto con asparagi e uovo marinato oppure potete optare per una lasagnette con asparagi e salmone, ma in questo caso la tradizione cede il passo a un qualcosa di più innovativo perché il pesce di solito non viene scelto da chi vuole rispettare la tradizione cristiana.

Tra i secondi, l’agnello è un must: quindi, potete preparare un bel carré di agnello impanato con patatine novelle oppure un lombo di agnello con purè di patate viola per stupire i vostri parenti e amici e dare un po’ di colore alla tavola. Ovviamente, potete optare per contorni più tradizionali, come ad esempio il misto di funghi, patate e piselli; oppure una leggera insalata di lattughino per rinfrescare il palato.

E se temete di non avere idee per i dolci, sappiate che potete rimanere nell’ambito tradizionale con le uova di cioccolato ripiene per fare contenti anche più piccoli oppure scegliere di cimentarvi con un tortino al cioccolato dal ripieno cremoso e decorato con frutta di stagione.

Carrè di agnello impanato

Vini da abbinare: i migliori rossi della tradizione

Il vino è quell’elemento imprescindibile che arricchisce con classe la tavola. In un menu pasquale tradizionale, il vino adatto è il rosso che si sposa bene con carne, salumi, formaggi. Ma quale scegliere? Sicuramente un Sangiovese o un Cabernet Sauvignon o un Chianti. Anche il Montepulciano non va disdegnato. Ciò che conta è che sia un vino che faccia risaltare il sapore del cibo.

Per i dolci dovete scegliere con gusto, perciò potete sfoderare un Fragolino o un Rosato frizzantino. Ma non dovete escludere uno spumantino leggero che si abbina molto in caso di creme. Però, attenti, non abusate…in vino veritas!

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Merenda per i ragazzi

La merenda per i ragazzi, ecco le soluzioni...

La merenda pomeridiana non è solo un piacere. La merenda è da sempre considerata un piacere. Per gli adulti può arricchire un momento di pausa dal lavoro o, se fatta molto tardi, sancire la fine...

frigorifero

Il frigorifero, come conservare bene i cibi e...

Come conservare gli alimenti freschi in frigorifero. Per ottenere una buona conservazione degli alimenti freschi in frigorifero, occorre riporli negli scomparti o ripiani più adatti, tenendo...

pancakes di avocado

Tutto sul pancake, curiosità storiche e varianti

Il pancake, un dolce americano dalle origini greche I pancake sono un po’ il simbolo della cucina americana. D’altronde affollano da sempre film e serie TV, e sono entrati anche...

Colazione iperproteica

Colazione iperproteica, una alternativa al cappuccino

Cosa si intende per colazione iperproteica? Avete mai sentito parlare di colazione iperproteica? Se non conoscete il significato, sappiate che è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia una...

Cucina cilena

Cucina cilena, ricette e curiosità di una tradizione...

Un approfondimento sulla cucina cilena Oggi vorrei introdurvi alla cucina cilena, una cucina che spesso non riceve gli onori che merita in quanto è offuscata da altre tradizioni gastronomiche,...

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-03-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti