bg header
logo_print

Lorighittas con pecorino e broccoletti, un primo rustico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Lorighittas con pecorino e broccoletti
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.9/5 (9 Recensioni)

Lorighittas con pecorino e broccoletti, un piatto d’altri tempi

Le lorighittas con pecorino e broccoletti sono una ricetta che parla della cucina sarda e del suo modo tutto peculiare di interpretare i primi piatti. E’ un primo di pasta molto rustico, realizzato con pochi ingredienti ma genuini. Il condimento crea un gradevole contrasto in quanto è composto da una deliziosa crema al pecorino e dalle cimette di broccoli saltati. Anche sul piano visivo la ricetta regala qualche soddisfazione, infatti pur senza strafare, propone interessanti combinazioni cromatiche.

Cosa sono le lorighittas? Sono un formato di pasta tipicamente tradizionale e originario della Sardegna, che si ottiene da grossi e lunghi maccheroni a formare due giri di pasta intrecciati a formare due anelli. Per secoli la ricetta originale è rimasta confinato nell’Isola, ma di recente si è diffusa anche sul continente, promossa da festival ed eventi gastronomici. E’ un formato di pasta interessante non solo per la forma peculiare, ma anche perché riesce a trattenere i sughi  e non disdegna anche i brodi. Si cuoce normalmente, come qualsiasi altra pasta fresca, dunque basta qualche minuto in acqua abbondante e leggermente salata. In ogni caso, seguite le indicazioni che trovate impresse sulla confezione.La ricetta originale è originaria della Sardegna e sono conosciute come le lorighittas di Morgongiori.

Ricetta lorighittas con pecorino e broccoletti

Preparazione lorighittas con pecorino e broccoletti

Per preparare le lorighittas con pecorino e broccoletti iniziate dai broccoli. Lavate le cimette dei broccoli, poi bollitele per qualche minuto, ossia per il tempo necessario e affinché mantengano un bel colore verde brillante, dopo averli scolati, versateli in un contenitore pieno di ghiaccio e acqua fredda . Passatele in padella a fiamma alta per un paio di minuti insieme all’aglio e al burro sciolto, infine integrate un pizzico di sale e un po’ di pepe.

In un pentolino trasferite il latte e scaldatelo fino al bollore, poi spegnete la fiamma e unite il pecorino grattugiato, lasciandolo fondere per circa 20 minuti. Intanto cuocete le lorighittas in abbondante acqua salata, scolatele quando sono al dente e saltatele in padella con la crema di pecorino. Infine, aggiungete i broccoli, condite con un giro d’olio e guarnite con i pinoli.

Ingredienti lorighittas con pecorino e broccoletti

  • 360 gr. di pasta lorighittas consentite
  • 2 dl. di latte intero consentito
  • 80 gr. di pecorino sardo stagionato
  • 20 gr. di pinoli
  • 200 gr. di broccolo rapino
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe.

I condimenti della pasta lorighittas

Il condimento di queste lorighittas con pecorino e broccoletti è dato dai broccoli saltati e da una deliziosa crema al formaggio. Non è esattamente una fonduta, in quanto il formaggio non viene posto sul fuoco. Si tratta, infatti, di tagliare il pecorino a pezzi piccoli e lasciarlo in infusione per una ventina di minuti dentro al latte appena riscaldato e portato a bollore. Il risultato si fa apprezzare per sapore e texture. Ovviamente, dovrete fare attenzione al formaggio, per questo è bene optare per un pecorino poco stagionato, che possa sciogliersi con relativa facilità. Il latte, invece, deve essere intero in quanto è più saporito rispetto alla variante scremata e in grado di interagire con i sentori forti del pecorino.

Se soffrite di intolleranza al lattosio non temete, potete sempre utilizzare la variante delattosata del latte intero, che è ugualmente buona e nutriente. E’ sconsigliato, invece, qualsiasi tipo di latte vegetale, in quanto il suo sapore non si addice a quello del pecorino. La ricetta gioca molto sugli ingredienti derivati dal latte. Per esempio, il passaggio dei broccoli in padella non è supportato dall’olio, bensì dal burro. Un accorgimento, questo, che aggiunge sapore su sapore. Mi raccomando, utilizzate solo il burro chiarificato in quanto resiste bene alle alte temperature, grazie all’assenza di caseine. Inoltre, è assolutamente senza lattosio, a differenza del burro standard.

Lorighittas con pecorino e broccoletti

Le proprietà benefiche dei pinoli

Tra i pregi delle lorighittas con pecorino e broccoli spicca il contrasto a livello di texture. I broccoli sono morbidi, la salsa al pecorino è cremosa, mentre la guarnizione è croccante. Quest’ultima è infatti realizzata con i pinoli, che tra le altre cose aggiungono un tocco di aroma in più alla preparazione. I pinoli sono oggetto di qualche pregiudizio, come tutti i semi e la frutta secca, a cui sono spesso associati. Si dice che siano troppo calorici e che facciano male. Beh, che siano calorici è vero, in quanto apportano più di 600 kcal per 100 grammi. Tuttavia, fanno bene alla salute, se consumati con moderazione.

L’apporto calorico è infatti determinato dalla presenza di grassi benefici, che prevengono gli stati infiammatori e supportano il cuore e la circolazione del sangue. Nondimeno, i pinoli sono ricchi di vitamine e sali minerali alquanto rari. Mi riferisco alla vitamina E, che funge da sostanza anti-age (stimola la rigenerazione dei tessuti) e aiuta a prevenire il cancro. Abbondante è anche il contenuto di magnesio e fosforo, due sali minerali che giovano alla salute generale e favoriscono la concentrazione.

I broccoli, degli ortaggi sottovalutati

Come avrete certamente capito, i broccoli giocano un ruolo fondamentale nella ricetta della pasta sarda lorighittas con pecorino rustico. D’altronde, si utilizzano le cimette, che compaiono in tante ricette di pasta rustica, appartenenti a varie tradizioni regionali. Vale la pena spendere qualche parola sui broccoli, che aggiungono colore e un sapore forte e corposo. Tanto per cominciare, il loro profilo nutrizionale è eccellente. Come buona parte delle verdure e degli ortaggi, abbondano di vitamina C e di potassio. La prima potenzia le difese immunitarie dell’organismo, mentre il potassio ottimizza la circolazione sanguigna e l’attività del cuore. In aggiunta, apporta una buona dose di vitamina K, che regola la densità del sangue, un parametro fondamentale per evitare patologie trombotiche.

I broccoli, poi, sono ricchi di fibre e di acqua. La loro presenza rende l’alimento detossinante, diuretico, digestivo e depurativo. L’apporto calorico, infine, è davvero basso, infatti siamo sotto le 30 kcal per 100 grammi. Proprio per questo, i broccoli vengono spesso inseriti nelle diete dimagranti.

Ricette tipiche della Sardegna ne abbiamo? Certo che si!

4.9/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...