Torta di carote e pinoli per una colazione irresistibile

Torta di carote e pinoli
Stampa

Oggi parliamo della torta di carote e pinoli. Visto che la mia bimba è nel primo trimestre di gravidanza e le servono i folati, ho deciso di fare questa torta di carote e pinoli… spero che le piacerà!!! Le principali fonti alimentari di folati sono infatti i vegetali (verdure a foglia verde, cavoli, rape, carote, arance, legumi, grano, orzo), il lievito di birra, il fegato e il rene. Secondo la maggior parte dei nutrizionisti, la carota è un ortaggio che non dovrebbe mai mancare nella nostra alimentazione.

Oltre ad avere ottime proprietà, è uno dei pochi ortaggi che troviamo facilmente tutto l’anno. Sicuramente è uno dei vegetali più diffusi e consumati in assoluto insieme alle zucchine e, in questa ricetta daremo ad essa un tocco di dolcezza, l’abbineremo con i pinoli e poi la trasformeremo in una torta incredibile!

Le carote e i pinoli: proprietà e benefici

Le carote sono ricche di vitamina A, B, C e betacarotene. Quest’ultima è utile per l’abbronzatura estiva ma non solo, infatti rinforza i denti e le ossa e potenzia le nostre difese immunitarie. È anche indispensabile per la vista, la riproduzione e la vitalità della pelle, delle mucose e delle ghiandole. È un po’ un toccasana per il nostro organismo: grazie alle proprietà cicatrizzanti e all’azione antisettica, cura le infezioni intestinali e le ulcerazioni allo stomaco. Viene consigliata dagli alimentaristi nei casi di insufficienza epatica e grazie al contenuto di sali minerali e vitamine arricchisce il latte materno.

Torta di carote e pinoli

Le carote vengono usate spesso anche in abbinamento con la patata, ovvero il primo ortaggio da introdurre nella dieta del neonato nel periodo dello svezzamento, sia in brodi, minestre o passati. Durante la crescita possono essere somministrate persino come succo centrifugato, perché aiuta all’assorbimento dei liquidi a livello intestinale. La torta di carote e pinoli porta con sé tutte le caratteristiche del primo ingrediente principale e un delizioso sapore.

Anche i pinoli fanno la differenza in questo dessert. Sono carichi di proteine e di fibre, carboidrati e grassi sani, ma anche di zinco, calcio, ferro, magnesio e potassio. Contengono inoltre la vitamina E, B2 e B3. Proprio per queste loro caratteristiche, vengono spesso associati alla frutta secca, anche se in realtà son un po’ diversi. Ad ogni modo, vantano inoltre interessanti proprietà antiossidanti e aiutano a proteggere il sistema cardiovascolare.

Una torta che va bene a colazione e a merenda

Insieme agli ingredienti principali, carote e pinoli, per questa ricetta ci serviranno anche uova, zucchero di canna, olio di semi e farina. Perciò, abbiamo a che fare con un dessert completo e sostanzioso, ricco di tutte le sostanze nutritive di cui abbiamo bisogno e veramente perfetto per il periodo della gravidanza.

A questo punto, vi dirò come preparare la torta di carote e pinoli. Non sarà difficile prepararla e vedrete che conquisterà sia adulti che bambini…

Ingredienti per 6/8 persone

  • 400 gr di carote,
  • 3 uova,
  • 300 gr di zucchero di canna,
  • 100 ml d’olio di semi,
  • 300 gr di farina tipo 00,
  • 1 bustina di lievito,
  • un pizzico di sale,
  • 100 gr. tra pinoli di cedro tritati e interi.

Preparazione

Lavate e pelate le carote con un pelapatate e grattuggiatele finemente.

Montare leggermente le uova e lo  zucchero, i pinoli tritati, aggiungere l’olio e la farina, precedentemente mescolata al lievito e al sale. Lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo, unire le carote amalgamando il tutto.

Mettete il composto in  una tortiera foderata di carta forno e infornate a 180 gradi per circa 30  minuti.

Estraete dal forno e decorate con qualche pinolo intero.

CONDIVIDI SU

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


23-01-2011
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti