bg header
logo_print

Pasta sfoglia con prosciutto crudo: un antipasto sfizioso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

sfogliatelle al prosciutto crudo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 10 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4/5 (48 Recensioni)

Avete mai provato le sfogliatelle al prosciutto crudo?

Le sfogliatelle di pasta sfoglia con prosciutto crudo sono degli sfiziosi stuzzichini adatti alle feste, ai buffet e agli antipasti, ma anche alle merende ricche di sostanza. Sono nutrienti, gustose e facili da preparare, inoltre ci propongono una buona dose di energia, di proteine e carboidrati.

Perciò, se amate il salato e il prosciutto crudo, nonché le tante stuzzicanti preparazioni che questo salume ci permette di portare in tavola, adesso è il momento di provare anche queste sfogliatelle! Il successo e la soddisfazione sono assicurate, credetemi!

Ricetta pasta sfoglia con prosciutto crudo

Preparazione pasta sfoglia con prosciutto crudo

  • Pulite i finocchi, lavateli e tagliateli a pezzi lunghi circa 5 cm, poi scottateli per pochi minuti in acqua bollente salata, sgocciolateli e asciugateli bene.
  • Mescolate la besciamella con il grana grattugiato e insaporitela con un po’ sale.
  • Tagliate il prosciutto crudo a striscioline, spennellate ogni striscia con il mix di besciamella e avvolgetele sui pezzi di finocchi.
  • Fate scongelare la pasta fillo, quindi tagliatela a strisce di 3-4 cm e arrotolatela sui pezzi di finocchi e spennellate con il burro fuso.
  • Sistemate le sfogliate sulla placca del forno precedentemente rivestita con carta forno e infornatela a 200 gradi per 10 minuti circa, finché la superficie sarà leggermente dorata.
  • Servite le sfogliatelle tiepide.
  • Potete sostituire il sedano con un finocchio: tagliatatelo a bastoncini piuttosto sottili e suddìvideteli in parti uguali nelle fette di prosciutto.
  • Prima di infornare, se vi piace, spolverizzate le sfogliatelle con semi di finocchio.

Ingredienti pasta sfoglia con prosciutto crudo

  • 2 fogli di pasta pasta fillo
  • 4 fette di prosciutto crudo
  • 3 costole di finocchi
  • 1 cucchiaio di besciamella
  • 15 gr. di Parmigiano Reggiano 48 mesi grattugiato
  • 40 gr. di burro chiarificato fuso
  • q. b. di sale

Le caratteristiche di questo delizioso stuzzichino

Queste sfogliatelle di prosciutto crudo vengono preparate per la precisione con la pasta fillo, in greco “sfoglia”. Come recita il nome, si tratta di una pasta sfoglia sottilissima che, una volta cotta al forno o fritta, diventa croccante e gustosa. È ideale per piccole delizie da aperitivo, come ad esempio dei golosi fagotti ripieni di verdure, formaggi o carne, ma anche per preparazioni in crosta o dolci tradizionali come strudel e cannoli.

La pasta fillo è un impasto di origine greco-turca, diffusasi in Occidente solo di recente, fino a compromettere la supremazia delle più famose pasta sfoglia e pasta brisée. In realtà ha molto in comune con queste ultime perché possono essere considerata una derivazione. Si narra, infatti, che la pasta fillo sia stata preparata per la prima volta nel lontano XV secolo, a Istanbul, nel palazzo reale dell’imperatore ottomano. Da lì si è diffusa quasi subito in Grecia e poi nel resto dei Balcani.

La pasta fillo è simile alla sfoglia e alla brisée, ma vanta una caratteristica speciale, ossia è sottilissima. Infatti, gli strati che la compongono sono stesi così a lungo da sembrare trasparenti. Da cruda è anche tendenzialmente più secca, dunque è bene coprirla adeguatamente, in modo da non disidratarla del tutto. Un’altra particolarità risiede nel sapore, che è incredibilmente neutro. Ciò permette di utilizzarla tanto per i dolci quanto per le preparazioni salate. La preparazione a base di pasta più famosa è comunque la baklava, un dolce greco-turco dal ripieno molto corposo, realizzato principalmente con frutta secca.

Sfogliatelle

A differenza delle comuni paste sfoglie la pasta fillo è prodotta senza aggiunta di grassi, inoltre il gusto è neutro per garantirne l’uso sia nella preparazione di dolci che di piatti salati. Ci offre una buona dose di carboidrati, fibre ed energia, che potremo unire alle caratteristiche nutrizionali dell’altro ingrediente della nostra ricetta.

Tanto nutrimento anche in una sola sfogliatella al prosciutto crudo!

Il prosciutto crudo è un salume stagionato, lavorato in maniera naturale e per questo non contiene alcun conservante o additivo (ma ovviamente ne dobbiamo scegliere uno di qualità). Contiene però molto sale: 50 grammi di prodotto propongono ben 500 mg di sodio, ovvero il 25% dell’apporto consigliato giornaliero. Quindi, non dobbiamo esagerare.

Tuttavia, grazie ad esso, le vostre sfogliatelle al prosciutto crudo proporranno in modo equilibrato sia le proteine che i grassi (eliminando il grasso visibile dalle fette è possibile ridurne la quantità), le vitamine del gruppo B (in particolare B1 e B12), la vitamina E, e minerali come selenio, zinco e ferro. Pertanto, direi che è un stuzzichino che possiamo concederci almeno ogni tanto e nelle occasioni speciali, senza troppi rimorsi!

Il contributo dei finocchi nella pasta sfoglia con prosciutto crudo

I finocchi giocano un ruolo fondamentale nella ricetta della pasta sfoglia con prosciutto crudo. Conferiscono a questi deliziosi antipasti una certa freschezza, oltre e renderli più leggeri e morbidi. Nello specifico i finocchi vengono tagliati a fette di cinque centimetri e utilizzati per avvolgere i bastoncini di prosciutto crudo, insieme alla pasta fillo. Ovviamente i finocchi devono essere opportunamente sbollentati, in modo da acquisire una consistenza morbida.

I finocchi stupiscono per il loro sapore delicato, per la versatilità e per le ottime proprietà nutrizionali. A fronte di un apporto calorico basso apportano molte vitamine, come la vitamina C, e sali minerali come il potassio, il magnesio e il ferro. I finocchi sono anche ricchi di fibre (che aiutano a digerire) e di antiossidanti, che riducono la probabilità di sviluppare i tumori.

Un condimento perfetto per la pasta sfoglia con prosciutto crudo

La lista degli ingredienti della pasta sfoglia con prosciutto crudo comprende anche il burro. Questo viene fuso e spennellato sulle sfogliatelle pronte per la cottura. In questo modo si insaporiscono le sfogliatelle, conferendogli una gradevole tonalità dorata.

Fate attenzione alla tipologia di burro. Quello standard è ricco di caseine e quindi tollera male le alte temperature, creando degli sgradevoli sentori di bruciato. Per evitare ciò utilizzate il burro chiarificato, che di caseine è completamente privo.

Inoltre, il burro chiarificato si fa apprezzare per il sapore più delicato e quasi neutro. Il burro diventa così un ingrediente di supporto e non rischia di coprire le note aromatiche degli altri ingredienti. L’unico difetto del burro chiarificato è l’apporto calorico, che si avvicina a quello dell’olio. E’ un difetto tollerabile, anche perché in genere si impiegano dosi limitate.

Come preparare una besciamella a prova di intolleranze alimentari?

La besciamella insaporisce questi deliziosi rotolini di pasta sfoglia con prosciutto crudo, ammorbidendone le note sapide. Potete acquistare la besciamella al supermercato, tuttavia vi consiglio di prepararla in casa per avere un pieno controllo sulla qualità e sul sapore. Inoltre, preparare la besciamella in casa vi permetterà di ottenere una versione compatibile con chi soffre di intolleranza al lattosio, ma anche con chi ha problemi di celiachia.

Per rendere l’antipasto adatto a tutti vi basterà utilizzare il burro chiarificato, che è privo di lattosio, un latte delattosato e una farina senza glutine.

Per quanto concerne le farine in genere si utilizza quella di riso, ma potete utilizzare anche la farina di mais, di grano saraceno, farina di teff o di sorgo, se intendete conferire alla besciamella una nota rustica. L’importante è prefigurare il risultato finale e scegliere gli ingredienti in maniera “strategica”.

FAQ sulla pasta sfoglia con prosciutto crudo

Che tipi di sfogliatelle ci sono?

Se si parla della sfogliatella dolce le tipologie sono due: riccia, ossia quando la pasta è increspata in modo da formare quasi degli strati friabili, e frolla, che ha un aspetto liscio. Esistono poi un’infinità di sfogliatelle salate, che fungono in genere da antipasti. La sfogliatella al prosciutto crudo è una di queste.

Com’è fatta la sfogliatella?

La sfogliatella napoletana classica è realizzata con ricotta e semolino. La sfogliatella che vi presento qui, invece, è realizzata con prosciutto crudo, finocchi, besciamella e Parmigiano grattugiato.

Quante calorie contiene una sfogliatella?

La sfogliatella napoletana viaggia sulle 300-400 kcal a pezzo. La sfogliatella al prosciutto crudo, invece, non dovrebbe andare oltre le 150 kcal, anche perché è decisamente più piccola e utilizza ingredienti un po’ meno grassi.

Ricette con prosciutto crudo ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tortini di broccoli e patate

Tortini di broccoli e patate, un antipasto per...

I celiaci e gli intolleranti al lattosio possono mangiare questi tortini di broccoli e patate? Chi soffre di celiachia non può mangiare questo tortino di broccoli e patate, in quanto l’impasto...

Involtini di zucchine gialle

Involtini di zucchine gialle, dei rotolini davvero deliziosi

Involtini di zucchine gialle: al forno o in padella? Gli involtini di zucchine gialle, come quelli di carne, si possono cuocere in padella. Questo metodo, sebbene tradizionale, tende ad essere più...

Casatiello napoletano

Casatiello napoletano, la tradizione pasquale che profuma di...

Origini e significato del casatiello napoletano Il casatiello napoletano è un tipico piatto pasquale della tradizione culinaria napoletana. Le sue origini risalgono al periodo dell'antica Roma,...