logo_print

Salumi di oca, ideali per un antipasto diverso

salumi di oca
Stampa

Salumi di oca, una carne davvero particolare

Oggi vi presento i salumi di oca, dei salumi particolari che probabilmente molti di voi non hanno mai assaggiato. Anche perché sono rari persino tra i supermercati e le macellerie. Si tratta di una tipologia di insaccati di nicchia, che si differenziano nettamente da quelli a base di carne suina, e non solo per il prezzo. Vi consiglio di dar loro una possibilità, anche perché si caratterizzano per un sapore diverso, poco paragonabile agli insaccati realizzati con le altre carni. Tra l’altro la carne d’oca è molto versatile. Certo, realizzare un capocollo o una bresaola con la carne d’oca è impossibile, ma prosciutti e salami invece riescono piuttosto bene. Oggi vi parlerò appunto del prosciutto crudo, del prosciutto cotto e dei salami di oca.

Prima, però, vorrei spendere qualche parola per elogiare la carne d’oca in generale. Si tratta di una carne molto nutriente, che ha poco da invidiare a quella di suino, manzo o pollo. 100 grammi di carne d’oca, per esempio, contengono ben 22 grammi di proteine, a fronte di 7 di grassi. Le calorie, considerando la medesima quantità, sono solo 161. Ottimo è anche l’apporto di sali minerali, in particolar modo di potassio. Ben poche carni, e persino specie ittiche, possono vantare una concentrazione così elevata di potassio. Il sapore della carne d’oca è piuttosto strano, ma ottimo. Potrebbe ricordare, ma solo vagamente, quello del tacchino anche se la consistenza è in genere morbida, per quanto dipenda dal tipo di allevamento.

salumi di oca

Il gusto e la dolcezza del prosciutto di oca

Vista la differenza, in termini di taglia, tra l’oca e il maiale, alcune tipologie di salumi di oca sono precluse. Non quella del prosciutto, però, e infatti sono in commercio sia il prosciutto cotto che il prosciutto crudo realizzati con la carne d’oca. Le differenze rispetto alle controparti in carne di suino sono evidenti, in primis dal colore. Quelli d’oca si caratterizzano per un colore più vivo. Il cotto d’oca si distingue per un rosa più acceso, più intenso e brillante. Soprattutto nel cotto è presente molto meno grasso ed il processo di produzione è abbastanza diverso.

Il prosciutto cotto d’oca, però, viene regolarmente affumicato, a differenza di quello di suino (che viene venduto anche senza affumicatura). Essendo particolarmente morbido, ne consiglio un rapido passaggio in padella in modo da renderlo leggermente croccante. Discorso simile per il prosciutto crudo, che spicca per l’estrema dolcezza, e per una morbidezza superiore alla controparte realizzata con carne suina. La variante cruda, tra l’altro, riesce a mantenere gran parte degli acidi grassi omega tre e omega sei che caratterizza la carne d’oca.

La bontà del salame d’oca e i suoi aspetti nutritivi

I salumi di oca sono davvero eccellenti e non fa differenza il salame d’oca, che è una vera prelibatezza. Certo, il procedimento è praticamente identico a quello del salame di maiale, ma il risultato è diverso. La variante d’oca è molto dolce, profumata e aromatica. Preserva queste caratteristiche anche quando viene fatta stagionare, a differenza del salame stagionato di suino, che ha un sapore molto duro. Non è un caso che il salame d’oca sia ingrediente di molte ricette, in occasione delle quali viene utilizzato come la pancetta.

Il salame d’oca è ovviamente piuttosto grasso, dal momento che per realizzare tutti i salami è necessario utilizzare una certa quantità di lipidi. La porzione di magro, però, abbassa un po’ l’apporto calorico, almeno rispetto al salame di maiale. Per quanto riguarda i nutrienti, il salame d’oca mantiene tutti gli elementi che rendono la carne d’oca (non insaccata) una carne pregiata dall’alto valore biologico. Il salame d’oca si trova più facilmente dei prosciutti, anche perché è una preparazione tipica di molte tradizioni regionali.

20-04-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti