bg header
logo_print

Nasi goreng, il riso e pollo della cucina indonesiana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Nasi goreng
Ricette per intolleranti, Cucina Orientale
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.2/5 (5 Recensioni)

Nasi goreng, un piatto completo

Oggi cuciniamo il nasi goreng, un piatto della cucina indonesiana che spicca per la speciale alchimia di sapori e per la sua completezza. In questo piatto troviamo il riso, il pollo, i gamberetti, alcune verdure e le immancabili spezie. Nonostante l’apparente diversità rispetto ai piatti a base di riso della cucina italiana, il nasi goreng risulta appetibile anche ai palati più “mediterranei”. E’ un piatto equilibrato in cui i vari alimenti vengono trattati in un modo tale da non stancare e da non entrare in conflitto tra loro.

La ricetta appare un po’ lunga, ma non è complessa. Si tratta infatti di creare un soffritto aromatico con cipolle, aglio, scalogno, peperoncino e una salsa densa locale chiamata “sambal”. A questo si aggiungono la carne, i gamberetti e i pomodori. Per ultimo si aggiunge il riso bollette, una frittatina fatta a striscette e i porri.

Propongo di preparare il nasi goreng per provare qualcosa di nuovo, oppure per stupire i commensali con un piatto esotico ma godibile da chiunque.

Ricetta nasi goreng

Preparazione nasi goreng

Per preparare il nasi goreng procedete in questo modo.

  • Sciacquate il riso, versatelo in una pentola piena di acqua e lessatelo per una decina di minuti. Poi scolatelo e ponetelo in una ciotola, sgranandolo con la forchetta per evitare che i chicchi non si attacchino l’uno all’altro durante il processo di raffreddamento. Lasciate riposare il riso così trattato per un paio d’ore.
  • Intanto ricavate un trito dalla cipolla, dall’aglio e dallo scalogno. Private dei semi i peperoncini e fateli a pezzettini. Poi mescolate questi ingredienti tra di loro e incorporateli nella salsa sambal, amalgamando tutto per bene.
  • A parte tagliate a cubetti o a strisce la carne di pollo.
  • Poi affettate i porri e tagliate a dadini i pomodori.
  • Versate il trito misto alla sambal in un wok antiaderente insieme all’olio di arachidi e soffriggeteli.
  • Poi aggiungete la carne e, dopo due minuti, i gamberetti. Infine, unite anche i pomodori. Proseguite la cottura per dieci minuti unendo la salsa di soia e mescolando più volte con un cucchiaio di legno.
  • Fate un po’ di spazio nel wok e versate le uova sbattute con il sale, facendole cuocere per trasformarle in omelette. Quando l’omelette è pronta, prelevatela dalla padella, fatela a striscioline e reintegratela.
  • Fate cuocere per altri tre minuti, poi aggiungete il riso bollito e i porri, salando e pepando.
  • Infine, lasciate cuocere per qualche minuto e servite.

Ingredienti nasi goreng

  • 200 gr. di carne di pollo
  • 150 gr. di riso basmati
  • 100 gr. di gamberi o gamberetti
  • 3 spicchi di aglio
  • 3 peperoncini freschi
  • 2 porri
  • 2 scalogni
  • 3-4 cucchiai di olio di arachidi2 uova
  • 2 cipolle piccole
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 2 pomodori
  • 1 cucchiaio di salsa sambal
  • q. b. di pepe macinato.

Oggi presentiamo il Nasi goreng. La cucina indonesiana è una cucina ricca e diversificata che riflette la vasta gamma di culture, etnie e regioni presenti in Indonesia, un vasto arcipelago situato nell’Asia sud-orientale. La cucina indonesiana è famosa per la sua varietà di sapori, ingredienti freschi e spezie aromatiche. Alcune delle caratteristiche distintive della cucina indonesiana includono:

  • Riso: Il riso è l’alimento base della cucina indonesiana ed è spesso servito in molte forme diverse, tra cui nasi goreng (riso fritto), nasi lemak (riso cotto nel latte di cocco), e molti altri.
  • Cocco: Il latte di cocco e la carne di cocco sono ampiamente utilizzati nella cucina indonesiana per dare sapore e cremosità ai piatti.
  • Spezie e condimenti: La cucina indonesiana fa un ampio uso di spezie come il peperoncino, il coriandolo, il cumino, la curcuma e il lemongrass per creare sapori piccanti e aromatici. La salsa di soia dolce (kecap manis) è un condimento comune.
  • Sambal: Il sambal è una pasta piccante a base di peperoncino e altri ingredienti che viene spesso servita come condimento o contorno.
  • Pesce e frutti di mare: Date le numerose isole e la ricca costa, il pesce ei frutti di mare freschi sono parte integrante della cucina indonesiana. Il pesce può essere cucinato in molte varianti, tra cui grigliato, fritto o cotto in salsa di cocco.
  • Carne: La carne di pollo, manzo, maiale e capra è ampiamente consumata. Il satay, uno spiedino di carne marinata e grigliata, è un piatto molto popolare.
  • Verdure: Le verdure sono abbondanti nella cucina indonesiana e vengono spesso preparate con il latte di cocco, le spezie e l’aglio.
  • Dolci: I dolci indonesiani sono spesso a base di riso glutinoso, cocco e zucchero di palma. Alcuni dolci comuni includono klepon (palle di riso glutinoso riempite di cocco e zucchero di palma) e kue lapis (torta multistrato colorata).

La cucina indonesiana varia notevolmente da regione a regione, con piatti tradizionali e influenze culinarie provenienti da India, Cina, Malesia, Olanda e altre culture. Alcune delle specialità regionali più note includono il Rendang (un curry di manzo piccante originario di Sumatra), il Gado-gado (un’insalata di verdure con salsa di arachidi) e il Soto (una zuppa di pollo aromatica). La cucina indonesiana è una vera delizia per gli amanti del cibo esotico e offre una vasta gamma di esperienze gastronomiche uniche.

Cos’è la salsa sambal

L’ingrediente più peculiare ed esotico della ricetta del nasi goreng è senz’altro la salsa sambal. Si tratta di una salsa indonesiana nota in tutta l’Asia meridionale. In realtà è una salsa solo di nome, in quanto è parecchio densa e quindi più simile ad una pasta. Ad ogni modo spicca per il colore vivace, aromatico, speziato e piccante. E’ realizzata con pomodori, peperoncini, aglio, zenzero, cipollotto, succo di limone e olio di semi.

Esistono svariate tipologie di sambal, oltre a quella standard. La più saporita è la sambal manis, che vede come protagonista anche lo zuccero. Stesso discorso per la sambal terasi, che vede l’aggiunta dei gamberetti.

La salsa sambal interviene nelle prime fasi della ricetta, infatti funge da supporto per la realizzazione del soffritto, che viene realizzato con l’aglio, la cipolla e lo scalogno. Un trittico particolare che copre un ampio spettro di sapori. Questi alimenti vengono poi tritati, mescolati alla salsa e infine posti sul fuoco.

Perché abbiamo usato il riso basmati nel nasi goreng?

Il nasi goreng è un piatto tipico a base di riso arricchito con soffritto, gamberetti e carne di pollo. Non è un risotto, in quanto il riso viene aggiunto alla fine e cotto a parte. A tal proposito occorre porre la massima attenzione alla varietà di riso da usare. Il Carnaroli non rappresenta una buona scelta e risulterebbe sprecato, vista la sua capacità di assorbire i liquidi in cottura. Piuttosto puntate sul riso basmati, che è la varietà più usata in Asia (ad esclusione di Cina e Giappone).

Il riso basmati spicca per la fragranza e per il sapore delicato, che gli consente di fungere da accompagnamento. E’ povero di amido, quindi può essere cotto in acqua bollente senza il timore che i chicchi si attacchino.

Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, il riso basmati non si differenzia dalle altre tipologie di riso. Inoltre, presenta un indice glicemico molto basso, pari a 58 (contro il 90 delle varietà più mediterranee).

Il ruolo dei gamberetti nel nasi goreng

Il nasi goreng stupisce per la capacità di abbinare più fonti proteiche, infatti troviamo sia il pollo che i gamberetti. La combinazione non è affatto azzardata, entrambi questi ingredienti propongono un sapore delicato, che valorizza e si fa valorizzare dal condimento.

Per quanto concerne i gamberetti potete scegliere se farli a pezzettini, per amalgamarli al meglio con gli altri ingredienti, o utilizzarli interi. In quest’ultimo caso il loro sapore emergerà di più, conferendo al piatto un sentore decisamente “marino”.

I gamberetti si fanno apprezzare per il sapore e per l’aspetto bianco delle carni, ma anche per le proprietà nutrizionali. A fronte di un apporto calorico basso, pari a 80-90 kcal, offrono una discreta dose di proteine, un buon contenuto di fosforo (essenziale per le facoltà cognitive), grassi benefici e vitamina D (sostanza fondamentale per il sistema immunitario). L’unico vero difetto dei gamberetti risiede nel contenuto di sodio e di colesterolo, che non è trascurabile.

Ricette di pollo ne abbiamo? Certo che si!

4.2/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di fiori di banano con fagiolini

Insalata di fiori di banano con fagiolini, un...

Parliamo dei fiori di banano Vale la pena parlare dei fiori di banano, che sono i veri protagonisti di questa insalata con fagiolini. Il nome non è creativo, ma molto descrittivo. Stiamo parlando...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...