bg header
logo_print

Dolci senza uova, una bontà fatta di ricette facili e veloci

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

dolci senza uova
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Treccine al miele con noci pecan per una colazione nutriente

Si possono preparare dolci senza uova? Sicuramente si! Oggi cuciniamo le treccine al miele con noci pecan, un’idea per una colazione nutriente, semplice e dal sapore rustico. La lista degli ingredienti è molto breve e si affida a un paio di abbinamenti davvero azzeccati. La ricetta lascia comunque un certo margine di discrezione per quanto concerne la farcitura, che vede come protagonisti il miele e una confettura a piacere.

Queste treccine possono essere accompagnate da un buon caffè, dal latte, oltre che da un succo di arancia o da un centrifugato. Sono perfette per iniziare la giornata nel modo giusto, assumendo la corretta dose di carboidrati, vitamine, sali minerali e grassi (benefici).

La ricetta può essere adattata senza problemi alle esigenze dei celiaci. In questo caso è sufficiente utilizzare una sfoglia gluten-free, disponibile in tutti i supermercati. Questo tipo di sfoglie vengono in genere realizzate con la farina di mais e di riso, ma si apprezzano alternative anche più esotiche. Per quanto concerne gli intolleranti al lattosio il semaforo è verde in ogni caso, infatti la lista degli ingredienti non comprende latte e latticini.

Ricetta dolci senza uova

Preparazione dolci senza uova

Per preparare le treccine al miele con noci pecan seguite questi passaggi.

  • Tritate le noci pecan in modo grossolano.
  • Poi stendete la pasta sfoglia e ricavate quattro rettangoli di dimensioni uguali.
  • Su ciascun rettangolo di sfoglia spalmate in corrispondenza del centro la confettura e un cucchiaino di miele. Infine, distribuite in maniera uniforme il trito di noci.
  • Ora incidete dei tagli leggeri sui bordi di ciascun rettangolo, che dovranno rimanere privi di farcitura.
  • Poi chiudete tutti i rettangoli e intrecciali leggermente per formare una treccia.
  • Infine, applicate una bella pennellata con il latte e cuocete al forno per 25 minuti a 200 gradi, fino a raggiungere una completa doratura.

Ingredienti dolci senza uova

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita
  • 100 gr. di noci pecan
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 6 cucchiaini di miele
  • q. b. di confettura a piacere.

Le proprietà delle noci pecan

Vale la pena parlare delle noci pecan, che sono gli ingredienti più particolari di uno dei dolci senza uova che amo preparare. Sono un tipo di frutta secca abbastanza reperibile visto il progressivo interesse per gli alimenti esotici. Le noci pecan sono originarie del centro America, benché vengano coltivate anche negli Stati Uniti meridionali. Spiccano per il sapore intenso e decisamente dolce, che ricorda da vicino il burro. Sono dunque perfette per le preparazioni di pasticceria.

Per quanto concerne l’apporto nutrizionale, si pongono più o meno allo stesso livello della frutta secca “mediterranea”. Sono molto caloriche, ma ciò è dovuto alla presenza di grassi benefici, che giovano soprattutto al cuore e alla circolazione.

Le noci pecan sono anche ricche di vitamina E, che giova al sistema immunitario e funge da antiossidante. Molto importate è anche l’apporto di sali minerali, tra cui il potassio, il fosforo e il magnesio, che mantiene elevati i livelli di energia del nostro organismo. In occasione di questa ricetta le noci pecan vengono tritate e sventagliate sulla farcitura di miele e confettura.

Quale miele utilizzare?

Il miele gioca un ruolo fondamentale nelle treccine con noci pecan, anche perché insaporisce con il suo sentore aromatico e dolcificante. Proprio per questo la lista degli ingredienti non prevede l’utilizzo dello zucchero.

Quale miele utilizzare nello specifico? Le alternative sono numerose. Se desiderate che il suo sapore emerga rispetto agli altri ingredienti optate per il classico Millefiori, che spicca per intensità. Invece, se desiderate che il miele funga solo da lieve dolcificante con un leggero retrogusto, optate per un più delicato miele di acacia.

Treccine al miele con noci pecan

Potreste anche optare per alternative più esotiche in modo da conferire una spiccata personalità alle treccine. In questo caso potreste utilizzare il miele di eucalipto, che è a tratti balsamico, o l’intenso miele di ulmo, preparato soprattutto in sud America.

A prescindere dalle varietà il miele fa bene alla salute e garantisce un indice glicemico molto equilibrato, un dettaglio non di poco soprattutto per i diabetici. Inoltre, è ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Queste sostanze aiutano a prevenire il cancro e agevolano i processi di ricambio cellulare. Il miele esercita anche una funzione terapeutica, infatti è il classico rimedio della nonna per il mal di gola e per le infiammazioni in generale, oltre ad aumentare le difese immunitarie.

Quale confettura scegliere per le treccine al miele con noci pecan?

La farcitura di queste treccine al miele con noci pecan si affida anche alla confettura. Da questo punto di vista avete ampio margine di discrezione, quindi potete scegliere in assoluta libertà la confettura da utilizzare. Alcune soluzioni, tuttavia, sono preferibili. Per esempio la confettura di frutti di bosco, che, in virtù del suo sapore acidulo e intenso, si abbina al meglio con la frutta secca e con il miele.

Se invece volete creare un bel contrasto potete utilizzare la confettura di fichi, che spicca per la sua naturale dolcezza. In alternativa potete optare per la marmellata di arance, che aggiunge un piacevole retrogusto amarognolo.

Vi consiglio in ogni caso di preparare la confettura in casa. D’altronde la ricetta è abbastanza facile, basta cuocere la polpa del frutto in un’abbondante dose di zucchero bianco semolato, che non interferisce sul sapore e sulla texture.

Per verificare la cottura della marmellata basta eseguire la prova del piattino. Si versa su un piatto caldo un cucchiaino di confettura e si inclina. Se la confettura scende molto lentamente, allora può essere tolta dal fuoco.

Dolci senza uova, ingredienti e principi base

I dolci senza uova sono soluzioni che permettono anche ai vegani di consumare alcune ricette tradizionali o, perché no, sperimentali. Sono perfette anche per coloro che, di contro, soffrono di allergia alle uova, una patologia rara ma che può incidere sulla qualità della vita. Molti credono che rinunciare alle uova significhi rinunciare al gusto. In realtà si tratta di un pregiudizio che non trova fondamenta nella realtà, almeno se si utilizzano specifici accorgimenti. Il più importante consiste nel sostituire le uova, piuttosto che eliminarle di netto.

Gli ingredienti che possono essere impiegati a questo scopo sono numerosi. Di norma si prediligono quelli in grado di insaporire e di stabilizzare. Non di rado le uova vengono sostituite dalle patate, piuttosto che da alcuni tipi di latticini, come può essere il formaggio cremoso e lo yogurt.

Un esempio concreto è dato dal pancake senza uova. E’ una ricetta a cui sono molto affezionata in quanto mi ha fatto fare sempre bella figura con parenti e amici. L’impasto è particolare ed è formato dalle patate (che devono essere dolci), dai fiocchi di avena, dalle mandorle e dal latte di cocco. Insomma è un dessert senza uova complesso ma molto gustoso.

Quali farciture usare?

Le ricette dei dolci senza uova conferiscono una grande importanza alle farciture, esattamente come quelle dei dolci con le uova. Da questo punto di vista le soluzioni sono pressoché identiche. Nella maggior parte dei casi il problema non si pone: buona parte della creme sono infatti realizzate senza uova. Fanno eccezione, tra gli altri, la crema pasticcera, la bavarese e la diplomatica. Per queste ricette c’è poco da fare, infatti le uova non possono essere sostituite a meno di non modificare radicalmente il sapore.

Chi non vuole mangiare le uova potrebbe optare per creme a base di latticini, come quelle al formaggio, alla panna e al mascarpone, che per altro sono tipiche delle cheescake. Proprio le cheesecake, d’altronde, si pongono tra le più apprezzate torte senza uova. Le varianti sono tantissime, anche se io preferisco quelle più creative come questa cheesecake a base di fichi. 

Non vanno sottovalutate, però, nemmeno le marmellate, che impreziosiscono da sempre dolci e torte. Vengono applicate spesso sulle crostate, che a loro volta possono essere preparate senza uova.

Decorazioni creative per i dolci senza uova

Cucinare senza uova, come abbiamo visto, non significa rinunciare al gusto. Tuttavia, non significa nemmeno rinunciare all’estetica. Lo dimostrano le tante decorazioni e guarnizioni che possono impreziosire dolci, torte, biscotti etc. La soluzione tipica consiste nella frutta, che fa bella mostra di sé con i suoi colori e con le sue sfumature. Molto apprezzati sono i frutti di bosco come mirtilli, more e fragole, da apporre magari su una base in marmellata. Un esempio di questo approccio sono i french toast, di cui ho pubblicato la ricetta qualche tempo fa.

Una soluzione sempre apprezzata consiste nella ganache, ovvero la salsa a base di panna e cioccolato. Si tratta di una salsa morbida, brillante e squisita, che fa da guarnizione per una vasta gamma di ricette. Stesso discorso per lo sciroppo d’acero, che dà il meglio di sé sui pancake e sulle crepes. Qualora ve lo steste chiedendo, anche le crepes possono essere realizzate senza uova. A tal proposito sul sito trovate un’interessante ricetta per le crepes senza uova.

Come conservare i dolci senza uova

A dire il vero non si segnalano grandi differenza tra le modalità di conservazione dei dolci senza uova e i dolci “normali”. A fare la differenza, piuttosto, è la presenza o l’assenza della farcitura.

I dolci senza farcitura devono essere conservati a temperatura ambiente in modo che non assorbano umidità, per questo vanno ben coperti all’interno della classica cupoletta. In alternativa possono essere sormontati da un piatto rovesciato. I migliori risultati, tuttavia, vengono garantiti dai contenitori a chiusura ermetica, che tra le altre cose mettono al riparo da luce e odori; in questo caso possono durare fino a cinque giorni.

Discorso del tutto diverso per i dolci con crema, siano essi senza uova o con le uova. In questo caso è necessario utilizzare il frigo, che permette alle farciture di non inacidire. Va comunque utilizzato un contenitore a chiusura ermetica, in questo caso i dolci durano anche tre giorni. 

Al limite è possibile anche congelare i dolci avvolti nella pellicola alimentare. Ovviamente il congelamento è vietato nel caso in cui in fase di preparazione si fossero impiegati alimenti scongelati.

Alcune idee per servire i dolci senza uova

Fare dolci senza uova significa preoccuparsi anche del servizio e degli abbinamenti, proprio come accade quando si realizzano dei dolci “standard”. Ovviamente il servizio e l’accompagnamento dipendono dalle ricette. In linea di massima quando il dolce è secco, ossia senza farcitura, sono perfetti il tè, il caffè e le cioccolate. Invece, quando il dolce è cremoso, possono andare bene anche i succhi di frutta e i cocktail fruttati, magari analcolici.

Per quanto concerne il servizio, dipende dal contesto e dagli scopi. Se i dolci vengono preparati in occasione di un buffet di dessert, come capita spesso negli eventi e nelle celebrazioni, è bene creare delle porzioni piccole in modo da permettere agli invitati di assaggiare più dolci diversi. Qualora i dolci venissero serviti al piatto è invece possibile preparare delle fantasie con topping, creme e salse. D’altronde in questi casi anche l’occhio vuole la sua parte.

FAQ sui dolci senza uova

Che dolce si può fare senza le uova?

In linea di massima tutti i dolci si possono preparare senza le uova. L’importante è sostituire gli ingredienti con altri ingredienti che esercitano le medesime funzioni, ossia che aggiungano gusto e stabilità al composto.

Cosa posso usare al posto delle uova per i pancake?

Per quanto concerne la preparazione dei pancake le uova possono essere sostituite da una purea di patate, che in virtù dell’amido contenuto garantiscono una buona stabilità. Si può procedere anche con il lievito e con un latte più consistente, come quello di cocco.

Quante calorie ha un pancake senza uova?

Dipende dagli ingredienti che si utilizzano per sostituire le uova. In genere le differenze sono minime, anche perché si impiegano ingredienti che contengono amido.

Ricette dolci senza uova ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Banane in sfoglia con crema alle nocciole

Banane in sfoglia con crema alle nocciole, un...

La banana, un frutto dalle tante potenzialità Vale la pena parlare della banana, il vero protagonista della ricetta delle banane in sfoglia con crema alle nocciole. La banana è un frutto...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...