bg header
logo_print

Pancakes senza uova di patate dolci, la variante del dolce americano

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pancakes di patate dolci
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.5/5 (2 Recensioni)

Pancakes senza uova di patate dolci, una lista di ingredienti creativa

I pancakes senza uova di patate dolci sono una versione molto interessante dei pancakes tradizionali. La differenza rispetto a questi ultimi risiede principalmente nella presenza di alcuni ingredienti particolari, che conferiscono una certa profondità organolettica alla preparazione, donando un gusto insolito e apprezzabile da tutti i palati. Il riferimento è in particolare alle patate dolci e alla farina di quinoa. Le patate dolci si caratterizzano per un sentore nettamente zuccherino, a tal punto da poter essere impiegate anche nelle preparazioni dolciarie. Hanno una consistenza morbida, che si presta alla preparazione dell’impasto, e caratteristiche nutrizionali del tutto paragonabili alle patate a pasta gialla.

Ricetta pancakes senza uova di patate dolci

Preparazione pancakes senza uova di patate dolci

Per la preparazione dei pancakes senza uova di patate dolci iniziate sbucciando le patate e facendole a dadini. Poi mettetele sul fuoco e cuocetele a vapore. Ora fate un trito con i fiocchi d’avena e le mandorle usando un robot da cucina, poi aggiungete la farina setacciata con il lievito, i dadini di patate e un po’ di sale. Frullate il tutto insieme al latte di cocco, inserendo la quantità giusta per ottenere un composto compatto e privo di grumi.

A parte, versate due cucchiai di olio in un’ampia padella, poi riscaldate e aggiungete un cucchiaio di composto per ciascun pancake. Cuocete due o tre minuti per lato, girando il composto con una paletta. Servite i pancakes quando sono tiepidi insieme allo sciroppo d’agave e ad un po’ di frutti di bosco.

Ingredienti pancakes senza uova di patate dolci

  • 100 gr. di fiocchi d’avena Irish Town
  • 120 gr. di patate dolci
  • 1 bustina di lievito consentito
  • 50 gr. di mandorle intere
  • q. b. latte di cocco
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale
  • 2 cucchiai di farina di quinoa
  • q. b. di sciroppo d’agave
  • q. b. di frutti di bosco.

Discorso diverso per la farina di quinoa, che si caratterizza per un profilo nutrizionale più nobile rispetto a quello delle altre farine. La quinoa è, infatti, un superfood capace di fornire carboidrati e proteine quasi in egual misura. E’ molto ricco anche il contenuto dei sali minerali, e in particolare di potassio, fosforo, magnesio, selenio e zinco. Queste due ultime sostanze esercitano una funzione antiossidante e contribuiscono a rafforzare il sistema immunitario. Buone sono le capacità panificatorie, benché la quinoa non sia esattamente un cereale. Per quanto concerne l’apporto calorico, infine, siamo sugli stessi livelli delle altre farine.

Un ingrediente davvero speciale

Il punto di forza di questi pancakes di patate dolci risiede nella corposità dell’impasto. Sono tanti gli ingredienti che danno un contributo in tal senso, alcuni dei quali insoliti per i pancakes. Il riferimento è ai fiocchi di avena, che aggiungono un gradevole tocco di rusticità alla preparazione, nonché svariati elementi nutrizionali. Per inciso, i fiocchi di avena vanno frullati insieme agli altri ingredienti, fino a ridursi in una morbida pastella. Ad ogni modo, io consiglio dei fiocchi d’avena specifici, che contribuiscono più degli altri a rendere questa ricetta speciale. Sto parlando dei fiocchi d’avena Irish Town.

Pancakes di patate dolci

Si tratta di fiocchi di avena senza glutine, una caratteristica niente affatto scontata quando si parla di questo alimento. Presentano anche un indice glicemico molto basso, ideale per chi sostiene una dieta dimagrante e per chi soffre di diabete. I fiocchi di avena Irish Town sono squisiti in quanto realizzati con la migliore materia prima disponibile, coltivata esclusivamente nei terreni più adatti alla coltivazione dell’avena. Infine, si caratterizzano per un apporto di fibre molto più elevato rispetto agli altri fiocchi d’avena. L’apporto calorico è comunque sostenuto, pari a 360 kcal per 100 grammi, ma inferiore ai prodotti analoghi delle altre marche.

Il contributo nutrizionale delle mandorle

Anche le mandorle giocano un ruolo importante nella ricetta dei pancakes di patate dolci. Nello specifico, formano l’impasto donando gusto ed una migliore croccantezza. Ovviamente, per garantire un’ottima tenuta ai pancakes, è necessario tritare per bene le mandorle, un po’ come andrebbe fatto con i fiocchi d’avena. Attorno alle mandorle gravitano alcuni pregiudizi, come quelli che le reputano alimenti troppo grassi e in grado di nuocere alla linea. Certo, le mandorle sono molto caloriche (non più delle noci o delle castagne), ma sono anche ricche di grassi “benefici”, come gli acidi grassi omega tre. Queste sostanze, tra le altre cose, fanno bene al cuore, alla funzione visiva e a quella cognitiva. Nello specifico, aiutano a tenere sotto controllo il livello dei grassi nel sangue.

Ma i pregi delle mandorle non finiscono qui, infatti sono ricche di vitamine e sali minerali. Per esempio, contengono tanta vitamina E, che esercita una funziona antiossidante, qualificandosi come elemento anti-cancro. Contengono anche molto fosforo, che rafforza le funzioni cerebrali. Buona è anche la quantità di fibre, che aiutano a risolvere i problemi intestinali e di stipsi. Il consiglio, comunque, è di non abusare delle mandorle in quanto solo abbastanza caloriche, infatti un etto di prodotto apporta circa 600 kcal.

Ricette pancakes ne abbiamo? Certo che si!

3.5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Sutlac

Sutlac, il budino alla crema di riso della...

Quale riso utilizzare? Quale è la varietà di riso più adatta per la ricetta del sutlac. In linea di massima dovrebbe andare bene un tipo di riso che assorbe bene i liquidi, infatti lo scopo del...

crostata banane e cioccolato

Pasta frolla senza burro, un’ottima base senza lattosio

Come preparare la pasta frolla? La pasta frolla senza burro è davvero speciale e diversa dalle altre, allo stesso tempo è anche semplice da realizzare. E’ sufficiente creare un mix secco con...

Muffin alle mele e farina di patate

Muffin alle mele e farina di patate, dei...

I pregi della farina di patate La farina di patate incide parecchio sull’impasto dei muffin alle mele, anche perché se ne utilizza una quantità importante. E’ frutto del processo di...