bg header
logo_print

Cheesecake ai fichi, una variante che piace a tutti

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

cheesecake ai fichi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Cheesecake fredda ai fichi, una versione glassata e fruttata

Oggi vi presento la cheesecake ai fichi senza cottura, una versione della celebre torta anglosassone che da un lato rispetta i canoni originali e dall’altro propone sentori diversi con una piccola variazione sulla ricetta. Le differenze con la cheesecake tradizionale riguardano la copertura, che è più complessa, e il gelificante. In questo caso, infatti, non viene impiegata la colla di pesce ma l’agar agar. Si tratta di una sostanza ricavata dalle alghe rosse, che spicca non solo per l’efficacia (ne bastano pochi grammi), ma anche per le proprietà nutrizionali. L’agar agar è ricco di sali minerali, fibre e antiossidanti, è quindi un’alternativa salutare e vegana alla normale colla di pesce. Per il resto, non si segnalano grandi differenze, infatti troviamo la solita base di biscotti e burro. Per l’occasione vi consiglio di utilizzare i biscotti digestive, che sono pensati appositamente per la cheesecake.

Questo tipo di biscotti ha una consistenza sbriciolosa e un sapore abbastanza neutro, in grado di interagire efficacemente con gli altri ingredienti. Nel caso foste affetti da celiachia, niente paura, esistono anche i biscotti digestive senza glutine. Per quanto concerne il burro, sta a voi decidere quale tipologia impiegare. Se desiderate una base che sappia di burro, utilizzate quello standard, che ha un sapore più spiccato. In caso contrario, puntate sul burro chiarificato, che è un po’ più neutro, sebbene sia più grasso.

Ricetta cheesecake ai fichi

Preparazione cheesecake ai fichi

Per preparare la cheesecake ai fichi freschi dovrete partire dalla base. Realizzate un trito con i biscotti digestive utilizzando un robot da cucina. Poi sciogliete il burro e mescolatelo ai biscotti fino ad ottenere un composto granuloso ma stabile.  Foderate con carta da forno uno stampo a cerniera, poi versate il composto e livellatelo con il dorso di un cucchiaio. Infine, fate riposare il tutto nel congelatore per 15 minuti. Intanto occupatevi della farcitura. In una ciotola riunite il mascarpone, lo zucchero e lo yogurt, poi montateli con una frusta elettrica. A parte riscaldate la panna fino al bollore, poi unite l’agar agar e spegnete il fuoco una volta che si sarà sciolto. Fate raffreddare, e aggiungete la crema al mascarpone e yogurt che avete montato.

Infine, lavorate nuovamente il tutto con la frusta elettrica e versate la farcitura così ottenuta sulla base di biscotti e burro. Poi fate riposare in frigorifero per almeno 3 ore. Ora non vi rimane che preparare la copertura. Sbucciate il mezzo chilo di fichi e versateli in un pentolino insieme allo zucchero, al succo di limone e all’agar agar. Cuoceteli per mezz’ora fino a quando non si saranno ridotti in marmellata. Passate il composto al setaccio in  modo da rimuovere i semi dei fichi, poi lasciate raffreddare e versate sulla cheesecake. Concludete decorando con gli altri 4 fichi tagliati a spicchi. Ora ponete la torta su un piatto da portata e mettetela nel frigorifero prima di servire.

Per la base:

  • 170 gr. di biscotti digestive consentiti,
  • 90 gr. di burro chiarificato.

Per la farcitura:

  • 250 gr. di mascarpone consentito,
  • 150 gr. di yogurt greco consentito,
  • 200 ml. di panna fresca consentita,
  • 100 gr. di zucchero a velo,
  • 7 gr. di agar agar.

Per la copertura:

  • 500 gr. di fichi + 4 fichi per la decorazione,
  • 100 gr. di zucchero semolato,
  • 1 cucchiaio di succo di limone,
  • 4 gr. di agar agar.

Una farcitura deliziosa per la nostra cheesecake

La farcitura di questa cheesecake ai fichi senza colla di pesce è tutto sommato classica. L’unico elemento particolare, oltre al già citato agar agar, è il mascarpone. Si tratta di un derivato del latte tutto italiano, che contribuisce a rendere più pastosa la crema e a conferirgli un lieve sentore agrumato. Se reputate il mascarpone troppo grasso, non temete, questa ricetta richiede dosi tutto sommato moderate: appena 250 grammi per l’intera torta. Per il resto non troviamo il classico formaggio cremoso, ma troviamo la panna. Nel caso soffriate di intolleranza al lattosio, potete utilizzare le varianti delattosate, che sono ugualmente buone. In questo caso il processo di rimozione del lattosio non compromette né il sapore né le proprietà nutrizionali.

La presenza dell’agar agar impone un diverso trattamento della panna, che non va semi-montata, ma viene utilizzata per sciogliere l’agar agar, che in genere si presenta in polvere. Il consiglio è di riscaldare la panna e l’agar agar in un pentolino, in modo da favorire l’amalgama. In questa fase potrete inserire anche un aroma per insaporire ulteriormente la farcitura. Inoltre, vi consiglio di utilizzare le fruste elettriche al momento di montare la crema per farla diventare morbida e uniforme. In questo modo risparmierete tempo e fatica.

cheesecake ai fichi

Una copertura di grande effetto

La copertura è il vero punto di forza di questa cheesecake ai fichi, ossia l’elemento che più la contraddistingue. Il procedimento non è difficile, ma richiede comunque un po’ di attenzione. Consiste, infatti, nel creare una specie di marmellata a partire dai fichi, dal limone, dallo zucchero e dall’agar agar. Il limone garantisce equilibrio e un tocco di acidità, mentre l’agar agar rende il tutto più denso, morbido e quasi elastico. Dopo mezz’ora abbondante di cottura, e qualche minuto di raffreddamento, la copertura può essere versata sulla torta. La fase di decorazione si conclude con alcuni fichi freschi, sbucciati, tagliati a spicchi e posti in cima alla torta. Tutto ciò contribuisce ad un impatto estetico scenografico che incide anche sul gusto.

Vale la pena spendere qualche parola sui fichi, dei frutti considerati calorici. In effetti sono zuccherini, ma è sbagliato affermare che siano dannosi per la linea. Un etto di fichi apporta solo 50 kcal, più o meno come le mele e le pere. Inoltre, sono ricchi di vitamine e sali minerali, a partire dalla vitamina C, che fa bene al sistema immunitario. Sono ricchi anche di ferro e di calcio, sostanze che non abbondano negli alimenti di origine vegetale. Per inciso, il ferro regola l’ossigenazione del sangue, mentre il calcio fa bene alle ossa e ai denti. I fichi sono apprezzati anche per gli effetti sulla digestione, tanto da essere considerati dei blandi lassativi.

Ricette cheesecake ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Banane in sfoglia con crema alle nocciole

Banane in sfoglia con crema alle nocciole, un...

La banana, un frutto dalle tante potenzialità Vale la pena parlare della banana, il vero protagonista della ricetta delle banane in sfoglia con crema alle nocciole. La banana è un frutto...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...