Coppette di tapioca

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    6 persone
  • Tempo Totale
    4 Ore 30 Minuti
coppette di tapioca

Le perle di tapioca sono comuni in oriente, in molte preparazioni, ma anche negli Stati Uniti, sono semplicemente delle palline di farina di tapioca che si gonfiano e possono essere lavorate una volta cotte a contatto con l’acqua.

Le perle di tapioca sono comuni in Oriente in molte preparazioni. Ma hanno trovato fortuna e una discreta diffusione anche negli Stati Uniti e nel Sud America. Ma di cosa si tratta? Sono semplicemente delle palline di farina di tapioca che si gonfiano e possono essere lavorate una volta cotte a contatto con l’acqua. Sono buonissime e davvero potrebbero sorprendervi!

La tapioca è una fecola alimentare prodotta a partire dalle radici di manioca. La tapioca ha un gusto e una consistenza speciale e può essere cucinata in molti modi. Ed è questo un punto di forza che potrebbe segnare una svolta sul mercato e più in generale nelle nostre abitudini alimentari. Il fatto che la tapioca sia così particolare nel sapore e versatile in cucina è purtroppo un dato sconosciuto alla gran parte degli italiani che appunto non conosce o sottovaluta le grandi potenzialità di questo prodotto, adatto ad adulti e piccini. Vero è che l’utilizzo della tapioca in Europa non è particolarmente diffuso, ma le cose potrebbero cambiare! In fondo si tratta di sperimentare nuove ricette e nuove possibili combinazioni, magari partendo da piatti per così dire tradizionali.

Si tratta di un alimento nutriente e facilmente digeribile che si è rivelato utilissimo nelle diete per bambini e convalescenti. Non a caso viene utilizzata nella preparazione delle pappe per i piccoli, durante il cruciale periodo dello svezzamento. Essa è infatti una ricca fonte di calorie, assai simile alla giustamente famosa crema di riso, con cui vengono preparate pappe e minestrine per gli stomaci più delicati. Questo infatti è il concetto chiave che accompagna l’utilizzo della tapioca, consigliata appunto per la sua delicatezza. Dunque è delicata ma nel contempo estremamente nutriente, come dimostrano una serie di tabelle rintracciabili su internet in cui vengono elencate quantità e qualità delle proprietà nutritive di questo alimento. Insomma un alimento tutto da sperimentare!

 

 

Ingredienti per 6 persone

  • 150 gr zucchero
  • 120 gr perle tapioca
  • 100 ml latte cocco
  • 150 ml latte senza lattosio
  • 500 ml acqua
  • q.b. sale

Procedimento

  1. Mettete in ammollo la tapioca per un'oretta in acqua tiepida e passato questo tempo scolatela.

    Portate ad ebollizione l'acqua, unite la tapioca, lo zucchero, il latte di cocco e un pizzico di sale e fate cuocere fino quando vedete che la tapioca diventa trasparente.

    Togliete dal fuoco, versate negli stampini e fate raffreddare in frigo per almeno 4 ore prima di servire. Per chi non ha problemi di intolleranza al nichel potete spolverizzare questo budino con un trito di amaretti sbriciolati.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *