Melanzane e patate al forno, un contorno perfetto

Melanzane e patate al forno

Melanzane e patate al forno, un contorno semplice e corposo

La teglia di melanzane e patate al forno è un contorno davvero semplice da preparare, ma che rende tanto. Rende in termini di gusto, dal momento che gli ingredienti sono scelti con cura, sono caratteristici della tradizione italiana e piuttosto reperibili. Il contorno è anche gradevole dal punto di vista estetico, in quanto si caratterizza per dei colori accesi, tendenti soprattutto al giallo. Insomma, la teglia di melanzane e patate è una piccola grande gioia per gli occhi e per il palato. E’ una ricetta di una semplicità disarmante, che si regge praticamente sulla qualità degli ingredienti. Basta tagliare le verdure disponendole in una maniera precisa dentro una pirofila, poi occorre aggiungere la scamorza, il parmigiano e spennellare il tutto con una versione leggermente diversa di pinzimonio.

Tuttavia, non bisogna dare nulla per scontato, il riferimento è al parmigiano reggiano. In genere si riserva poco importanza alla scelta del parmigiano, soprattutto quando la ricetta ne prevede l’uso in versione “grattugiata”. La questione merita, invece, qualche attenzione più. Infatti, esistono diversi tipi di parmigiano, la discriminante è la stagionatura. In questo caso è bene optare per le stagionature medie, non troppo in là con gli anni. Il motivo è semplice, il parmigiano, infatti, viene sottoposto direttamente alle alte temperature del forno, dunque è bene che sia abbastanza umido. Caratteristica, questa, che non appartiene alle varietà molto stagionate. Per il resto, la ricetta non presenta difficoltà di sorta.

Melanzane e patate al forno Quali patate utilizzare per il nostro contorno?

Uno degli ingredienti principali di queste contorno di melanzane e patate al forno è ovviamente rappresentato dalle patate. A tal proposito, quali patate conviene scegliere? A disposizione ci sono tantissime varietà, che si differenziano per colore, consistenza, capacità di resistere alle elevate temperature e sono persino differenti in valori nutrizionali. Ebbene, la varietà migliore per questo tipo di ricette è quella a pasta gialla. Questo tipo di patate, oltre a un gusto più pieno e più sapido, vanta una migliore resistenza alle elevate temperature. Anche dopo un lungo passaggio al forno, infatti, la consistenza appare solida e persino croccante.

Le patate a pasta gialla, poi, si caratterizzano per un elevato valore nutrizionale. Il riferimento è in particolare alla vitamina C, che abbonda esattamente come negli agrumi. E’ molto ricco anche il contenuto di sali minerali, quali il potassio (soprattutto), il fosforo, il magnesio e il calcio. Le patate a pasta gialla, come qualsiasi altra varietà di patata, contengono molti carboidrati ma anche una certa quantità di proteine. Infine, hanno un basso indice glicemico che le rende compatibili con i regimi alimentari dei diabetici.

Le melanzane e il loro apporto di sostanze antiossidanti

Il contorno con patate al forno ha un altro ingrediente principale, ossia le melanzane. Le melanzane sono un ortaggio che fa parte della tradizione italiana da secoli, e che è protagonista di tantissime ricette. Spesso e volentieri, in abbinamento proprio con le patate, sono una presenza preziosa, sia in termini di gusto che di proprietà nutrizionali. Le melanzane sono ricche di vitamina A, che supporta la funzione visiva, ma contengono anche quantità non trascurabili di vitamina C.

Per quanto riguarda i sali minerali, proprio come le patate, vantano concentrazioni notevoli di potassio, magnesio e fosforo. Il consiglio è di consumarle con la buccia, in primis perché è commestibile, secondariamente perché contiene le antocianine, sostanze antiossidanti che giovano all’organismo a più livelli. Le melanzane, infine, sono note per la loro funzione depurativa, che torna utile soprattutto in caso di ritenzione urinaria. Il loro apporto calorico è molto basso e si aggira sulle 20 kcal per 100 grammi.

Ecco la ricetta delle melanzane e patate al forno:

Ingredienti per 6-8 persone:

  • 2 melanzane lunghe;
  • 4 patate;
  • 200 gr. di scamorza affumicata consentita;
  • 60 gr. di parmigiano reggiano stagionato;
  • un rametto di rosmarino;
  • q. b. di origano fresco;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale e pepe.

Preparazione:

Per la preparazione del contorno delle melanzane e patate al forno iniziate lavando le melanzane, poi asciugatele e fatele a rondelle. Mi raccomando, lo spessore deve essere all’incirca di mezzo centimetro. Poi pelate le patate e fate anch’esse a rondelle, ma di 2 o 3 millimetri di spessore. Ora ungete abbondantemente il fondo e i bordi di una pirofila con dell’olio extravergine di oliva, poi disponete gli ortaggi in questo modo: componete due file alternando una fetta di patata, una fetta di melanzana e una fetta di scamorza. In una ciotola versate l’olio extravergine di oliva con un po’ di pepe macinato, origano e sale, poi sbattete utilizzando semplicemente una forchetta.

Ora imbevete un pennello da cucina nella ciotolina e ungete le melanzane e le patate all’interno della pirofila. Per concludere, date una leggera sventagliata di sale (senza esagerare) e ponete qualche rametto di rosmarino. Infine aggiungete il parmigiano reggiano grattugiato. Cuocete al forno (precedentemente riscaldato) per 30 minuti a 190 gradi. Nella prima parte della cottura (15-20 minuti) coprite la pirofila con della carta da forno. Estraete la pirofila dal forno, fate riposare 5 minuti e infine servite. Buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


30-08-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti