Olio aromatizzato al rosmarino e peperoncino et voilà!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Tempo di Preparazione
    20 Giorni
  • Porzioni per
    bottiglia
Olio aromatizzato al rosmarino e peperonclno

L’olio aromatizzato fatto in casa consente di creare a vostro piacimento una infinita gamma di oli dai molteplici gusti.

Olio aromatizzato al rosmarino e peperoncino, un superbo esempio di come possiamo trasformare l’olio!

L’olio aromatizzato fatto in casa consente di creare a vostro piacimento una infinita gamma di oli dai molteplici gusti, che possono essere utilizzati per insaporire ulteriormente i vostri piatti.

Sebbene sia possibile creare oli aromatizzati anche senza l’olio di oliva, è bene ricordare che dal punto di vista qualitativo, per quanto riguarda l’ambito in questione, l’olio d’oliva rappresenta la soluzione ideale sia per la resa finale del prodotto sia per le proprietà benefiche che esso offre.

Olio aromatizzato al rosmarino e peperoncino: le possibilità

Celebre ed ampiamente diffuso è l’olio aromatizzato al peperoncino, utilizzato per insaporire la pizza e per dare un tocco di piccante al condimento della pasta.

Altrettanto conosciuto è l’olio aromatizzato all’aglio, oltre alla vasta gamma di olii profumati con diversi tipi di spezie: dalle erbe aromatiche alle spezie meno comuni ed esotiche, come il coriandolo o lo zenzero. Insomma volendo c’è davvero la possibilità di sbizzarrirsi creando ogni volta una soluzione differente, in grado di esaltare le diverse pietanze.

Solitamente per avere un’ottima resa ed evitare fermentazioni o muffe, è consigliabile utilizzare piante e spezie essiccate. Talvolta è possibile ricorrere a ingredienti freschi.

Per esempio per quanto riguarda il peperoncino fresco il consiglio è quello di tritarlo insieme a del sale grosso per poi lasciarlo riposare una settimana prima di immergerlo nell’olio, in modo da evitare che l’eccessiva umidità dei frutti possa rendere in poco tempo inutilizzabile l’olio aromatico, propria a causa dei processi di fermentazione.

In sostanza dilettarsi nella preparazione di oli aromatizzati è certamente consigliabile e divertente, ma occorre prestare la giusta attenzione ai vari procedimenti, in modo che l’olio prodotto rispecchi davvero la qualità della materia prima. Il risultato però può essere esaltante.

Gli amanti dell’olio hanno l’occasione di cimentarsi nelle sterminate possibilità offerte: oltre alle erbe aromatiche e alle tipologie già menzionate, è possibile produrre oli aromatizzati agli agrumi, per esempio al limone o al mandarino! Insomma ce n’è davvero per tutti i gusti!

Ingredienti per bottiglia

  • 1 lt olio extravergine d'oliva
  • 1 rametto rosmarino
  • 2/3 peperoncini piccanti essicati

Procedimento

  1. Sistemate il rosmarino e i peperoncini in una bottiglia a chiusura ermetica. Coprite con l'olio e lasciate macerare per 20 giorni in un luogo fresco e buio, scuotendo ogni tanto la bottiglia per amalgamare i sapori.
  2. Per un olio più piccante, prolungate il periodo di riposo e aumentate il numero di peperoncini: l'olio assumerà tra l'altro una colorazione scura.
  3. È un condimento che non dovrebbe mai mancare in cucina, in quanto si presta ad accompagnare qualsiasi piatto: insaporisce insalate, verdure in umido, pizza, bruschette e piatti a base di carne e pesce.
  4. L'eventuale aggiunta di aglio, intero o schiacciato, aumenterà l'intensità dell'aroma. Trascorso il periodo del riposo, tuttavia, è bene eliminarlo.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *