bg header
logo_print

Il tiramisù allo zabaione e champagne, una vera delizia!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tiramisu allo zabaione
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Tiramisù allo zabaione, una preparazione diversa dal solito

Chi l’ha detto che dobbiamo rinunciare ai dolci solo per colpa delle intolleranze alimentari? Il tiramisù allo zabaione, champagne e lamponi è un dessert senza lattosio e privo di glutine… pur sempre gustoso e adatto a tutti! La ricetta di oggi è composta da alimenti facilmente reperibili in tutti i supermercati e vi aiuterà a soddisfare tutti i vostri ospiti. In questo delizioso dolce fatto in casa, il lampone è un ottimo ingrediente che, propone tanto gusto e molteplici vantaggi: infatti, è ricco di vitamina A e C, e vanta interessanti proprietà antiossidanti.

Inoltre, in questo tiramisù allo zabaione, viene proposto l’utilizzo del miele di acacia, azzeccatissimo sostituito del normale zucchero da tavola: nonostante il potere dolcificante del miele sia ridotto rispetto allo zucchero bianco, è consigliato nelle diete a basso contenuto calorico. In pratica, ci aiuterà a usare meno zucchero e a donare un sapore più particolare al nostro dessert. Il tocco di classe di questa squisita variante del tiramisù tradizionale è però rappresentato dallo champagne. Vi aiuterà a rendere il dolce più chic e più raffinato!

Ricetta tiramisù allo zabaione

Preparazione tiramisù allo zabaione

  • Versate le uova, i tuorli, lo zucchero, il miele e gli aromi nella bacinella di una planetaria. Poi, iniziate a montare.
  • Nel frattempo, setacciate la farina di riso con la fecola di patate.
  • Quando il composto delle uova risulterà perfettamente montato, toglietelo dalla planetaria e incorporate delicatamente le farine.
  • Versate il composto in tortiere imburrate e infarinate, riempiendole per 3/4 della loro altezza.
  • Infornate a 180°C per circa 20/25 minuti.
  • Per lo zabaione: montate i tuorli con lo zucchero in una terrina, che metterete a bagnomaria su una pentola con un po’ d’acqua in ebollizione. Aggiungete 1 dl di champagne e continuate a montare tenendo a bagnomaria, fino a che la crema non si sarà addensata. Togliete dai fuoco, aggiungete il mascarpone e mescolate bene. Versate in una sac à poche.
  • Per la salsa ai lamponi: raccogliete i lamponi nel mixer, unite lo zucchero a velo e frullate. Passate il composto al setaccio per ottenere una salsa liscia. Tenetene da parte un po’ per la finitura. Aggiungete alla salsa rimasta 1 dl di champagne e mescolate.
  • Tagliate il pan di spagna a fette e ritagliate ogni disco con un ring grande rotondo.
  • Cominciate a montare la torta mettendo sul fondo di un piatto il primo disco di pan di spagna e bagnandolo con la salsa ai lamponi. Coprite poi con uno strato di zabaione e con un altro disco di pan di spagna.
  • Infine, guarnite il tiramisù con delle scaglie di cioccolato fondente e con dei lamponi freschi.

Per il Pan di Spagna:

  • 350 gr. di farina di riso,
  • 100 gr. di fecola di patate,
  • 1 limone,
  • 20 gr. di miele d’acacia,
  • 100 gr. di tuorli d’uovo,
  • 500 gr. di uova intere,
  • 1 stecca di vaniglia,
  • 380 gr. di zucchero semolato

Per lo zabaione allo champagne:

  • 100 gr. di zucchero di canna finissimo,
  • 40 gr. di zucchero a velo,
  • 250 gr. di mascarpone delattosato,
  • 400 gr. di lamponi,
  • 2 dl. di champagne,
  • 4 tuorli

Per la finitura:

  • 100 gr. di lamponi,
  • cioccolato fondente

La farina di riso: un ingrediente essenziale per evitare il glutine senza rinunciare alla qualità

La farina di riso fa parte della lista degli ingredienti del tiramisù allo zabaione, champagne e lamponi, e si rivela sempre il compromesso ideale per chi deve seguire una dieta priva glutine e, dunque, deve astenersi dal consumare le classiche farine di grano tenero. Il riso, infatti, è naturalmente privo di glutine, povero di proteine e ricco di vitamine del gruppo B. La farina da esso ricavata è adattissima alla preparazione dei dolci, proprio per il suo sapore delicato.

Tuttavia, dobbiamo considerare che questo tipo di farina, nonostante offra dei vantaggi da un punto di vista vitaminico e non solo, è più calorica rispetto alla classica farina di grano. Pertanto… non preparate troppi dolci! La potrete usare per la preparazione del tiramisù allo zabaione, e vedrete che farete proprio un figurone, assicurando a tutti i vostri amici e familiari una buona dose di nutrimento e tanta bontà! Ma cosa possiamo dire del lattosio? Sì, come anticipato, non è presente in questa ricetta. Scopriamo il perché.

Tiramisu allo zabaione

Il mascarpone per il tiramisù allo zabaione ma senza lattosio!

Che zabaione sarebbe senza mascarpone? No, esatto… Non potrebbe mai essere la stessa cosa! Perciò, per non rinunciare al gusto e per tenere a bada l’intolleranza al lattosio, per il nostro tiramisù allo zabaione andremo a utilizzare il mascarpone ad alta digeribilità. Si tratta di un particolare prodotto caseario dal quale viene eliminato il lattosio, attraverso una speciale lavorazione.

Esistono tante marche che producono formaggi senza lattosio, anche italiane, ma è utile ricordare che non è possibile trovare in commercio latticini “delattosati” completamente privi di questo zucchero del latte. Infatti, ne resta sempre una minima percentuale, che però non arreca problemi a chi non digerisce questa sostanza. Perciò, fate bene la vostra spesa e mettevi all’opera per la preparazione del tiramisù allo zabaione, champagne e lamponi… Buon divertimento e buon appetito!

Lo zabaione nel tiramisù? Un’idea magnifica!

L’ingrediente più particolare di questa ricetta del tiramisù è proprio lo zabaione. Fa parte integrante della farcitura e impreziosisce il tiramisù con il suo sapore dolce, corposo e vagamente liquoroso. Nello specifico viene mescolato con il mascarpone per dare vita a una variante sui generis della crema al mascarpone impiegata nei tiramisù tradizionali.

Ma le novità non finiscono qui. Non stiamo parlando di uno zabaione qualsiasi, bensì di uno zabaione allo champagne. Esatto, il classico vino dolce e liquoroso (Marsala o un Moscato) viene sostituito dalle classiche bollicine. Lo scopo è di garantire alla crema un sentore ancora più raffinato e una freschezza intensa.

Per il resto la procedura è la stessa di sempre. Si tratta di mescolare tuorli, zucchero e base alcolica, per poi montare il tutto mentre si riscalda a bagnomaria.

Lo zabaione non è difficile da fare nemmeno in questa variante, ma richiede comunque pazienza. Proprio come la maionese, infatti, potrebbe “impazzire”. Per evitare che lo zabaione impazzisca la temperatura va tenuta bassa e la fiamma deve essere al minimo. Inoltre, i movimenti che danno vita alla montata devono essere rapidi, costanti e regolari.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze

La buona notizia è che questo tiramisù allo zabaione è perfetto per chi soffre di celiachia, sensibilità al glutine e intolleranza al lattosio.

Tanto per cominciare il pan di Spagna è realizzato con farine alternative gluten free, che rendono molto bene in termini di impasto. Sto parlando della fecola di patate e della farina di riso. La fecola di patate funge da legante, da stabilizzatore e da fattore di omogeneità. La farina di riso si caratterizza invece per il sapore delicato, per la sua leggerezza e per la capacità di sostituire degnamente la farina di frumento. A suo modo è anche salutare in quanto è povera di grassi ma ricca di vitamine e sali minerali.

La farcitura, invece, non prevede l’impiego di latte e derivati. Certo, è presente il mascarpone, ma non causa alcun problema in quanto è naturalmente delattosato. Semaforo giallo invece per gli allergici e gli intolleranti al nichel. Purtroppo è presente un alimento ricco di nichel: il cioccolato fondente. Tuttavia, questo ingrediente può essere omesso se vi accontentate di una versione ancora più alternativa.

Una finitura d’impatto per il tiramisù allo zabaione

Vale la pena parlare della finitura, che è uno degli elementi di spicco di tiramisù allo zabaione e champagne. Nello specifico, la finitura è realizzata con i lamponi freschi e con il cioccolato fondente, che creano un abbinamento stuzzicante alla vista. Si alternano infatti il colore rosso e il marrone, che contrastano gradevolmente con il candore del pan di Spagna.

I lamponi conferiscono al tiramisù un sapore acidulo e dolce, mentre il cioccolato garantisce sentori aromatici. I primi forniscono morbidezza, il secondo dona un minimo di croccantezza.

La presenza del cioccolato potrebbe far storcere il naso ai più salutisti, d’altronde è considerato un alimento estremamente calorico. Per fortuna, però, presenta dei pregi che compensano questo difetto. Per esempio è ricco di antiossidanti e di sali minerali. Inoltre, contiene sostanze che agiscono sull’umore, a tal punto da renderlo un blando antidepressivo (una verità scientifica ormai assodata).

Il tiramisù, un mondo da scoprire

Il tiramisù allo zabaione e champagne è solo una delle infinite varianti del famoso dolce italiano. Qui sul sito ho pubblicato molte ricette che rivisitano il tiramisù, ricercando abbinamenti suggestivi ed equilibrati.

Molto interessante è la categoria dei tiramisù al bicchiere, riproducono il dolce in bicchieri o coppette. Questa peculiarità consente di spaziare con gli ingredienti, in quanto non si è vincolati dalla stabilità da donare al dolce. Proprio per questo troviamo tiramisù al bicchiere con base in pan di Spagna, amaretti e biscotti sbriciolati.

In genere a variare sono la bagna e la guarnizione, mentre la farcitura tende sempre al morbido e al latte (da qui la presenza ricorrente del mascarpone). La bagna può essere realizzata con sostanze liquorose, piuttosto che con succhi di frutta. Infine, la guarnizione è formata spesso dalla granella di frutta secca o da frutta fresca.

FAQ sul tiramisù allo zabaione

Quale vino usare per lo zabaione?

In genere per lo zabaione si utilizza un vino dolce, come può essere il Marsala o il Moscato d’Asti. In questo caso, però, ho optato per lo champagne, che conferisce frizzantezza, freschezza ed eleganza al composto.

Come si fa il tiramisù senza savoiardi?

Per fare il tiramisù senza savoiardi è necessario utilizzare un ingrediente che abbia le stesse proprietà e una medesima texture. Il pan di Spagna è la soluzione ideale.

Perché si chiama zabaione?

Secondo la leggenda lo zabaione prende il nome dal capitano Giovanni Baglioni, in dialetto emiliano “Zan Baiun”, che nel lontano 1471 sfamò le truppe, ormai a corto di viveri, con una zuppa a base di uova.

Ricette di tiramisù ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Banane in sfoglia con crema alle nocciole

Banane in sfoglia con crema alle nocciole, un...

La banana, un frutto dalle tante potenzialità Vale la pena parlare della banana, il vero protagonista della ricetta delle banane in sfoglia con crema alle nocciole. La banana è un frutto...

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...