bg header
logo_print

Tiramisù al pistacchio, il dessert per le Feste

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tiramisù con bisquit al pistacchio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Ricette di Capodanno
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Tiramisù al pistacchio, tra tradizione e sperimentazione

Oggi vi presento il tiramisù al pistacchio, un dolce al cucchiaio delizioso e particolarmente indicato per le grandi occasioni. Fa decisamente atmosfera, con le sue monoporzioni colorate e con il gusto avvolgente che non stanca mai. E’ chiaramente ispirato al tiramisù classico, rispetto al quale propone alcune variazioni sul tema. Per esempio, la base non è realizzata con i savoiardi, bensì con il bisquit. Anzi con un bisquit gluten-free. D’altronde la ricetta reca la firma di Marco Scaglione, chef di fama nazionale e mio caro amico, specializzato proprio nella cucina senza glutine.

Il tiramisù con bisquit al pistacchio è “troppo bello” per essere servito dentro bicchieri qualsiasi. Per questo vi consiglio di curare la presentazione, specie in occasione delle festività natalizie. Io utilizzo il servizio targato Brandani, un marchio che spicca per creatività ed eleganza, capace di trasformare il design in vera e propria opera d’arte.

Ricetta tiramisù al pistacchio

Preparazione tiramisù al pistacchio

Per preparare il tiramisù al pistacchio iniziate dal bisquit. In una ciotola versate le uova, poi sbattetele a lungo (almeno 10 minuti) insieme allo zucchero e alla vaniglia. Lo scopo è di ottenere un composto spumoso e chiaro. Nel frattempo aggiungete i tuorli d’uovo, versandoli a filo, e un pizzico di sale. Poi integrate le farine setacciate e mescolate con delicatezza con movimenti dal basso verso l’alto, utilizzando una spatola. Distribuite l’impasto ottenuto dentro una leccarda da 45 x 37 cm foderata con carta da forno e livellate l’impasto fino ad avere uno spessore di 1 cm. Per avere uno spessore uniforme utilizzate una spatola a gomito. Infine, cuocete al forno preriscaldato per circa 7 minuti a 220 gradi (modalità statica). Mi raccomando, non aprite mai il forno in quanto l’impasto deve assorbire l’umidità creata dal forno stesso.

Quando la pasta bisquit è pronta, estraetela dal forno con tutta la carta, poggiatela sul piano di lavoro e arrotolatela. Avvolgete il tutto con una pellicola alimentare e fate riposare per almeno 30 minuti. Ora passate alla crema al mascarpone. Preparate il caffè, zuccheratelo a vostro piacimento e lasciatelo raffreddare in un contenitore di vetro. In una ciotola a parte versate i tuorli e montateli con metà dello zucchero disponibile, utilizzando una frusta elettrica. Quando il composto ha acquisito una consistenza spumosa unite il mascarpone un cucchiaio per volta, senza smettere di sbattere. In un’altra ciotola versate la panna e 50 grammi di zucchero. Infine montate il tutto fino alla completa amalgama e trasferite questo composto in frigorifero. In una ciotola a parte, montate gli albumi.

Una volta acquisita una consistenza leggera e spumosa, arricchiteli con lo zucchero rimasto (con delicatezza e un po’ per volta). Poi versate una generosa cucchiaiata di albumi nella crema al mascarpone che avete messo da parte e aggiungete anche una bella cucchiaiata di panna montata. Mescolate con forza fino ad ottenere una crema dalla consistenza desiderata. Ora non vi rimane che comporre il tiramisù. Ricavate dal biscuit dei dischi, utilizzando un coppapasta. Sistemate un disco dentro il bicchiere. Irrorate con il caffè e aggiungete due cucchiai di crema al mascarpone. Dopo il primo strato proseguite nello stesso modo fino a riempire il bicchiere e ripetendo l’operazione con gli altri bicchieri. Terminate con un ultimo strato di crema e guarnite il tutto con la granella di pistacchio prima di servirlo. Il vostro tiramisù con bisquit al pistacchio è pronto!

Per il bisquit al pistacchio:

  • 120 gr. di uovo intero,
  • 80 gr. di tuorlo d’uovo,
  • 80 gr. di zucchero semolato,
  • 90 gr. di farina di riso finissima senza glutine,
  • 60 gr. di farina di pistacchio senza glutine,
  • 1 gr. di sale fino,
  • 1 bacca di vaniglia.

Per la crema:

  • 250 gr. di panna fresca consentita,
  • 50 gr. di zucchero semolato,
  • 250 gr. di uovo intero,
  • 160 gr. di zucchero semolato,
  • 800 gr. di mascarpone consentito,
  • 400 gr. di caffè.

Per la guarnizione:

  • 100 gr. di granella di pistacchio.

Una base molto particolare

Il tiramisù al pistacchio mette al bando i savoiardi. Questa variante chiama in causa proprio il bisquit, una base molto particolare, morbida ed elastica, frutto di una cottura breve e ad alta temperatura. La ricetta non è difficile, ma differisce molto rispetto a quella della frolla. Dunque, seguite per filo e per segno le mie indicazioni per non sbagliare. Esistono varie tipologie di bisquit, questa spicca sulle altre in virtù delle farine impiegate: la farina di riso e quella di pistacchio.

La farina di riso è rinomata per la sua leggerezza, per l’apporto di sali minerali e per il basso apporto di grassi. La farina di pistacchio ha invece un sapore decisamente più corposo e aromatico. E’ solo un po’ più grassa delle farine tradizionali, ma in compenso è ricca di principi nutritivi. In ogni caso fa decisamente il suo dovere, e si amalgama alla perfezione con la farina di riso e gli altri ingredienti. Per esempio, a dispetto di quanto si possa immaginare, la farina di pistacchio si sposa perfettamente con la vaniglia (che è un ingrediente del bisquit).

Tiramisù con bisquit al pistacchio

Farcitura e guarnizione, i punti di forza di ogni tiramisù

Il tiramisù con bisquit al pistacchio gioca su un delicato equilibrio tra tradizione e sperimentazione. Lo si evince, tra le altre cose, dalla crema al mascarpone. Al palato propone i sentori di sempre, ma arricchiti da qualche ingrediente in più. La panna, per esempio, che aggiunge una dolcezza ulteriore. A tal proposito, potete impiegare una panna senza lattosio nel caso soffriate di intolleranze alimentari: il risultato sarà sempre perfetto. Per il resto, troviamo come al solito il mascarpone, le uova e lo zucchero.

Per quanto concerne la guarnizione, al posto del cacao vi è la granella di pistacchio. Una gradevole aggiunta, capace di creare un contrasto delicato ma efficace con la morbidezza del dessert. Per inciso, il pistacchio è più salutare di quanto si possa pensare. Ovviamente ha un sostenuto apporto calorico (quasi 600 kcal per 100 grammi), ma è compensato da una consistente ricchezza di vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti. Tra i principi attivi che contraddistinguono il pistacchio troviamo la vitamina E, il fosforo e il magnesio.

Ricette di tiramisù ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Roscon de Reyes

Roscon de Reyes, per un’Epifania alla spagnola

Un impasto davvero particolare L’impasto del Roscon de Reyes è molto particolare e diverso dagli impasti a cui siamo abituati. Tuttavia è un impasto ricco di glutine, in quanto realizzato con...

Torta di carote con crema al formaggio

Torta di carote con crema al formaggio, ottima...

Le speciali farine della torta di carote Tra i punti di forza di questa torta di carote con crema al formaggio spicca la compatibilità con le esigenze dei celiaci. Infatti, l’impasto è...

Torta frangipane con pere

Torta frangipane con pere, un’idea gustosa per la...

Come preparare la frolla sablè? La base della torta frangipane con pere è formata da un strato di frolla sablè. Si tratta di una variante della frolla classica, molto apprezzata dalla cucina...