bg header
logo_print

Tiramisù finger food, una delizia da gustare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tiramisu finger food
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Tiramisù finger food, una comoda versione da break

Il tiramisù finger food è esattamente quello che suggerisce il nome, ossia un tiramisù che si mangia con le mani. Ovviamente, per garantire questa modalità di consumo deve essere monoporzione, e in effetti è formato da due piccoli savoiardi “conditi” dai classici ingredienti del tiramisù. La ricetta, nonostante l’aspetto e la modalità di consumo sui generis, è molto fedele all’originale, almeno per ciò che concerne la gestione degli ingredienti. La crema al mascarpone, per esempio, si prepara secondo il procedimento classico, mentre i savoiardi vengono inzuppati nel caffè proprio come nella ricetta originale (qui è consigliato correggere il caffè con il rum).

Ovviamente la forma è diversa rispetto al classico tiramisù, d’altronde stiamo parlando di dolci monoporzione e non di una torta a strati. Tuttavia, questo dettaglio rende ancora più semplice la ricetta. Anche la conservazione è parzialmente diversa, infatti alcuni mettono in frigo il tiramisù prima di servirlo, in questo caso, invece lo si può mangiare da subito e solo in seguito occorrerà metterlo in frigorifero. Un ultimo elemento di differenziazione, infine, consiste nella copertura, che in questa versione è alla nutella o al cioccolato fuso.

Ricetta tiramisù finger food

Preparazione tiramisù finger food

Per la preparazione del tiramisù finger food iniziate preparando due tazzine di caffè espresso abbastanza lungo. Poi zuccherate il caffè come meglio credete e mettetelo in una ciotolina, infine fatelo raffreddare e aggiungete il rum. Ora occupatevi della crema al mascarpone. Montate la panna a neve ferma, dopo averla messa in frigorifero qualche ora prima. Poi aggiungete lo zucchero a velo, il mascarpone consentito e i 2 tuorli. Mescolate per bene fino a ricavare una crema uniforme.

Adagiate i savoiardi sul piano di lavoro e bagnate la superficie con il caffè al rum, senza esagerare. Adagiate sulla stessa superficie un po’ di crema al mascarpone, poi ponete sopra un altro savoiardo leggermente bagnato. Ovviamente, la parte bagnata dal caffè deve essere posta all’interno, a contatto con la crema. Date una sventagliata di cacao e decorate a piacere con la nutella o con il cioccolato fuso. Se optate per la nutella, è opportuno scaldare prima il vasetto a bagnomaria. A questo punto il tiramisù finger food è pronto. I savoiardi al tiramisù vanno conservati in frigorifero, ma possono essere anche congelati.

Ingredienti tiramisù finger food

  • 30 savoiardi Nutrifree
  • 2 tazzine di caffè espresso zuccherato
  • 2 cucchiaini di rum
  • 100 gr. di panna da montare consentita
  • 100 gr. di mascarpone consentito
  • 40 gr. di zucchero a velo
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai di cacao in polvere
  • q. b. di nutella.

Il segreto di questo tiramisù finger food

Questo tiramisù finger food ha un piccolo segreto, i savoiardi, infatti, sono prodotti da Nutrifree, un brand che si sta ritagliando uno spazio sempre più visibile non solo nel segmento degli alimenti per celiaci, ma anche in quello degli alimenti in generale. Il tratto distintivo di questo marchio, rimane comunque la capacità di fornire prodotti senza glutine, ma allo stesso tempo gustosi e nutrienti, che non fanno affatto rimpiangere gli alimenti analoghi con glutine. L’offerta è molto ampia e comprende anche semipreparati dolciari e prodotti da forno, come sono appunto i savoiardi.

Tiramisù finger food

In particolare, i savoiardi Nutrifree sono realizzati con amido di mais e farina di riso. Questa farina presenta un gusto più delicato rispetto a quella di grano. E’ molto più ricca di amido ma, allo stesso tempo, è anche povera di grassi. Le proteine scarseggiano un po’, ma in compenso abbonda di sali minerali. L’apporto calorico, infine, è nella media. A prescindere la farina, i savoiardi Nutrifree sono prodotti sani e nutrienti. Sono, infatti, privi di olio di palma e di lattosio, un aspetto non scontato visti i processi di produzione industriali.

Il ruolo della nutella nel nostro tiramisù

La nutella in genere non è un alimento che rievoca il tiramisù. In effetti, nella ricetta originale è assente, e per la copertura in genere si opta per il “semplice” cacao in polvere. Nella ricetta del tiramisù finger food, però, la sua presenza si rivela preziosa, in quanto arricchisce quello che, in fin dei conti, è un dolce monoporzione. Ma a questo punto sorge spontanea la domanda: la nutella fa male? Dipende da quanto se ne consuma. Se si adotta un approccio moderato, la nutella non può che far bene come minimo all’umore. Rimane il fatto, ma questo lo sapete già, che è piuttosto calorica.

Se giudicate eccessiva la presenza della nutella, avete comunque un’alternativa a disposizione: il cioccolato fuso. Il consiglio, in questo caso, è di impiegare il cioccolato fondente, che tra le altre cose si scioglie con maggiore facilità. Se invece siete per la nutella, scioglietela con il metodo bagnomaria al barattolo, in modo da renderla più liquida e far sì che possa decorare al meglio i nostri tiramisù monoporzione.

Ricette tiramisù ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...