Crema di zucca e castagne, cotechino croccante!

Crema di zucca e castagne
Commenti: 0 - Stampa

Crema di zucca e castagne, un piatto per l’Epifania

Quando si avvicinano le festività natalizie, si inizia subito a pensare al menù da preparare per amici e parenti per il giorno di Natale o per le altre giornate di festa. In Italia, infatti, non si festeggia solamente il 25 di dicembre. Anche il 6 gennaio, la cosiddetta “epifania”, è una festa segnata in rosso sul calendario. L’arrivo dei Re Magi viene festeggiato da grandi e piccoli e spesso con un grande pranzo.

Dopo giorni passati a tavola, probabilmente, le idee per un nuovo menù possono essere un po’ scarse. Per questo, vi propongo una ricetta da elaborare proprio per il giorno dell’epifania: la crema di zucca e castagne, cotechino croccante e polvere di panettone. Si tratta di un piatto pensato per celiaci e per intolleranti al lattosio.

Mangiare castagne, in qualsiasi formato, è importante per il nostro organismo. Sono un frutto ricchissimo di fibresali minerali ed acido folico, capaci di donare un senso di sazietà e di contrastare la stanchezza psico-fisica. Il consumo di castagne è consigliato in caso di anemia e gravidanza, soprattutto perché l’apporto di acido folico serve ad evitare le malformazioni fetali. Le castagne sono comunque piuttosto caloriche e ricche di carboidrati, ma al tempo stesso sono in grado di ridurre il tasso di colesterolo nel sangue e di riequilibrare la flora batterica.

Possiamo considerare questo frutto una vera e propria riserva di sostanze nutritive essenziali come potassio, fosforo, sodio, magnesio, calcio, zolfo, cloro, amminoacidi ma anche vitamine A, B1, B2, B3, B5, B6, B9, B12, C e D. Come possiamo intuire approfondendo la conoscenza delle proprietà naturali, questo frutto è tutt’altro che “povero” ed aumentarne il consumo nella nostra dieta può solo portare benefici.

Una combinazione di ingredienti invernali e natalizi

La zucca, come tutti gli ortaggi di colore arancione contiene caroteni, sostanze utili al nostro organismo per sintetizzare la vitamina A e dotati di proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie. Inoltre, questo ortaggio è particolarmente ricco di sali minerali come calcio, magnesio e fosforo, oltre che vitamina E. Non mancano, poi, amminoacidi e fibre per un alimento che in sostanza riesce ad essere un eccellente calmante, antiossidante e diuretico.

I suoi semi, che possono anche essere consumati autonomamente, sono ricchi di cucurbitina, sostanza utile alla salute della prostata e dell’apparato urogenitale femminile e maschile in generale. Sempre i semi, sono ricchi anche di proteine. Parliamo dunque di un ingrediente light che può adattarsi a tante pietanze, per ogni possibile portata dei nostri pranzi o delle nostre cene. In ogni caso un ingrediente portatore di notevoli vantaggi per il nostro benessere generale. Non sono tutti ottimi motivi per consumare un buon piatto a base di zucca?

Questa crema di zucche è un piatto unico e molto originale che utilizza i principali ingredienti della stagione invernale e natalizia. La crema, infatti, viene elaborata attraverso la cottura di due prodotti dei mesi freddi: la zucca e le castagne. Il sapore di questi due ingredienti dolci, in combinazione con la polvere di panettone, saranno in grado di creare un contrasto unico di sapori.

Crema di zucca e castagne

In questa ricetta, vi consigliamo di utilizzare un panettone senza glutine. Ormai è piuttosto facile trovare questo dolce natalizio in versione gluten free sia nelle panetterie che nei grandi supermercati. Il panettone dovrà essere seccato e frullato e utilizzato come una sorta di “condimento” da spolverare direttamente sulla portata finale.

Una rivisitazione del solito cotechino

Il cotechino è un altro dei simboli per eccellenza del Natale. Invece di mangiarlo con le lenticchie la sera del 31 dicembre, come da tradizione, quest’anno lo adageremo direttamente sulla crema di zucca e di castagne, con una spolverata di polvere di panettone. Il cotechino è un insaccato che va consumato cotto e dalle origini incerte, anche se, probabilmente, viene preparato da diversi secoli.

La crema di zucca e castagne, cotechino croccante e polvere di panettone sarà in grado di combinare in un solo piatto la magia del Natale e i migliori prodotti dell’inverno per poter celebrare alla grande l’ultimo giorno delle festività natalizie.

Ingredienti per 6 persone:

  • 600 gr. di zucca,
  • 100 gr. di castagne cotte,
  • 300 gr. di cotechino,
  • 100 gr.  di panettone consentito,
  • 80 gr. di porri,
  • 1 foglia di alloro,
  • 1 lt di brodo vegetale,
  • 60 gr. di yogurt consentito,
  • 1 arancia,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q.b. sale e pepe

Preparazione:

Cuocere il cotechino in acqua non salata a fuoco basso per circa 2 ore, lasciarlo intiepidire, privarlo della pelle e tagliarlo a cubetti.

Tagliare i porri a cubetti, farli brasare in una casseruola con poco olio e alloro, unire la zucca tagliata a pezzetti, coprire con il brodo e cuocere per 30 minuti.

Aggiungere le castagne, salare, pepare, portare a cottura, eliminare l’alloro e frullare.

Seccare il panettone in forno a 100°C e frullarlo.

Rosolare il cotechino in una padella antiaderente senza condimento.

Unire allo yogurt la scorza dell’arancia grattugiata, sale, pepe e olio.

Versare la crema di zucca e castagne nei piatti di portata, adagiare i cubi di cotechino, qualche goccia di yogurt e spolverizzare con la polvere di panettone.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta a strati della Befana

Torta a strati della Befana con caramelle

Auguriamoci buone feste con la torta a strati della befana! Questa torta a strati della befana è una meravigliosa ondata di zuccheri ed allegria. Già a vederla si scatena l’acquolina in bocca,...

Strudel della befana

Strudel della befana, quando la calza si fa...

Strudel della befana, un’idea simpatica per grandi e piccini Lo strudel della befana è un’idea creativa per festeggiare l’Epifania. E’ una pietanza riservata ai piccini, ovviamente, ma può...

Panna cotta con cardamomo e pere

Panna cotta con cardamomo e pere, un dolce...

Panna cotta con cardamomo, pere e cannella, un ottimo dessert La panna cotta con cardamomo, pere e cannella non è una panna cotta come le altre. Lo potete notare dalla foto, che rivela un impatto...

Casetta di pan di zenzero

Casetta di pan di zenzero, un dolcetto quasi...

Casetta di pan di zenzero, un dolce per la Befana La casetta di pan di zenzero è un dolce davvero particolare. Per capirlo è sufficiente dare un’occhiata alla foto: si tratta, infatti, di una...

Cheesecake alla melagrana

Cheesecake alla melagrana, gusto e colore a tavola

Cheesecake alla melagrana, una rivisitazione del classico dolce anglosassone La cheesecake alla melagrana è una variante leggermente diversa della classica cheesecake, dolce di origine anglosassone...

Hamburger di zampone

Hamburger di zampone, Capodanno in stile street food

Hamburger di zampone, un’idea simpatica L'hamburger di zampone è un idea sfiziosa per un capodanno diverso dal solito. Potrebbe essere considerato come un piatto capace di coniugare la tradizione...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-01-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti