bg header
logo_print

Torta frangipane con pere, un’idea gustosa per la Befana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta frangipane con pere
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Befana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Torta frangipane con pere, una variante davvero buona

La torta frangipane con pere è una vera delizia, che rispetto alle torte realizzate con il frangipane, regala qualche sentore dolce in più. Il merito va alla ricchezza della farcitura, che è data da tre strati. Il primo strato è formato da una marmellata o una confettura. Il secondo strato è formato dal frangipane, un ripieno della cucina francese molto famoso anche dalle nostre parti. Il terzo strato, infine, è composto da pere cotte insieme alle spezie.

Nonostante la quantità di ingredienti in gioco, la torta è semplice da realizzare ed è ideale per qualsiasi tipo di occasione, come per esempio per la festa della Befana. L’unico elemento di difficoltà è dato dalla base, ovvero dalla frolla sablè. Si tratta di una frolla particolare, che impone alcuni specifici accorgimenti. Per inciso, questa torta è pensata anche per i celiaci e per chi non può consumare il glutine. La frangipane, infatti, è realizzata con la farina di mandorle, mentre la frolla sablè può essere realizzata con farine alternative gluten-free.

Ricetta torta frangipane con pere

Preparazione torta frangipane con pere

Per preparare la torta di frangipane con pere iniziate dalla pasta frolla sablè (qui trovate la ricetta della frolla sablè). Una volta pronta, passate al frangipane alle mandorle. Versate le farine già setacciate in una ciotola. In un’altra ciotola lavorate il burro, poi aggiungete lo zucchero, la polpa del baccello di vaniglia, la scorza grattugiata del limone e montate per bene. Integrate poco per volte le uova a 18 gradi di temperatura, infine incorporate le farine setacciate. Ora occupatevi delle pere. Sbucciatele, tagliatele a metà e rimuovete il torsolo.

Trasferite le pere in una pentola, versate il vino bianco fino a coprirle, poi aggiungete l’acqua, la stecca di cannella, lo zucchero e il baccello di vaniglia inciso per lungo. Accendete il fuoco e cuocete fino a quando le pere non sono ben cotte. Ora stendete la frolla sablè fino a formare uno spessore di 2 mm. Poi imburrate, infarinate la tortiera e foderatela con la sablè. Create dei buchi superficiali sulla frolla e spalmate sopra la marmellata. Versate sopra la marmellata il frangipane alle mandorle e livellate con un cucchiaio. Infine posizionate le pere a raggiera e infornate a 180 gradi per 35 minuti. Terminata la cottura lasciatela riposare per un po’ e servite.

Ingredienti:

Per il frangipane alle mandorle:

  • 1 baccello di vaniglia,
  • 140 gr. di burro chiarificato,
  • scorza di 1 limone,
  • 125 gr. di farina di mandorle,
  • 125 gr. di uova,
  • 63 gr. di farina di riso,
  • 125 gr. di zucchero a velo.

Per le pere:

  • 4 pere abate,
  • 150 ml. di vino bianco,
  • 500 ml. di acqua naturale,
  • 100 gr. di zucchero semolato,
  • 1 stecca di cannella,
  • 1 baccello di vaniglia.

Come preparare la frolla sablè?

La base della torta frangipane con pere è formata da un strato di frolla sablè. Si tratta di una variante della frolla classica, molto apprezzata dalla cucina francese. Le differenze si notano soprattutto in termini di compattezza e texture. La frolla sablè è infatti più “sbriciolosa”, a tal punto da ricordare a tratti le basi delle cheesecake. Il sapore è invece più corposo in quanto sa più di farina e meno di burro. Tali differenze sono dovute ad un diverso dosaggio degli ingredienti. La frolla sablè, infatti, spicca per una quantità inferiore di burro.

E’ difficile preparare la frolla sablè? Assolutamente no, anzi è facile come qualsiasi altro tipo di frolla. Tuttavia vi consiglio di dare un’occhiata alla ricetta della frolla samblè che trovate su Nonnapaperina, pensata appositamente per i celiaci. Al posto della normale farina vengono impiegate la farina di riso e la farina di mais. Esse formano un’accoppiata vincente, in quanto si sostengono a vicenda in termini di stabilità e di sapore. Sono anche molto leggere, in quanto contengono meno grassi e più principi attivi.

Torta frangipane con pere

Come preparare un ottimo frangipane?

Una delle componenti più importanti della torta frangipane con pere è proprio il frangipane. Si tratta di una crema che sa di mandorle, tipica anch’essa della cucina francese. Anzi è l’ingrediente principale della famosa galette de rois, un dolce dal sapore eccezionale e dalla storia illustre, infatti questo tipo di dolce si stima che sia stato inventato nel XVI secolo. La crema frangipane contribuisce a rendere il sapore di questa torta ancora più ricco, senza però compromettere l’armonia. D’altronde propone note corpose e riconoscibili, in grado di integrarsi con gli altri ingredienti.

La crema frangipane, per inciso, è realizzata con la farina di mandorle, che è una delle farine più sottovalutate. Oltre a dare vita a gustose preparazioni, vanta anche un eccellente profilo nutrizionale. Il riferimento è alla vitamina E, che funge da antiossidante e aiuta a prevenire il cancro. Contiene inoltre il magnesio e il fosforo, due sostanze fondamentali per l’organismo. Certo è ricca di grassi, ma si tratta di grassi benefici, che migliorano le performance della circolazione sanguigna. La crema frangipane è in genere “sostenuta” anche da un po’ di farina classica. In questo vi propongo di usare la farina di riso, al fine di mantenere la compatibilità con le esigenze dei celiaci.

Quali pere utilizzare per questo tipo di torta?

Questa torta frangipane è valorizzata da un abbondante strato di pere. Esse vanno trattate in modo da garantire sentori dolci e aciduli allo stesso tempo. Nello specifico vanno cotte per qualche minuto insieme alla cannella, allo zucchero e alla vaniglia. La cannella aggiunge un tocco dolciastro, mentre la vaniglia conferisce un sentore più aromatico. Quali pere utilizzare? Il consiglio è di utilizzare le pere abate fetel in quanto spiccano per il sapore tra il dolce e l’acre, molto adatto alla decorazione delle torte. Inoltre la loro consistenza è compatta ma non coriacea, tale da sopportare benissimo le cotture più prolungate.

Le pere abate fetel si riconoscono per la loro forma grande e allungata. La buccia è sostanzialmente marrone con striature tendenti sul verde e sul giallo. Al tatto sono abbastanza dure anche una volta terminata la loro maturazione.

Ricette di torte ne abbamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta con pere e cioccolato

Torta con pere e cioccolato, una delizia per...

Le proprietà della pera abate La torta con pere e cioccolato propone un modo diverso di utilizzare le pere. Innanzitutto occorre saperle scegliere. Per l’occasione vi consiglio le pere abate, che...

Crostini di foie gras

Crostini di foie gras, l’antipasto elegante per Capodanno

Perché è meglio usare la baguette? Quale pane utilizzare per i crostini di foie gras? Stiamo parlando di una specialità francese, dunque la baguette è d’obbligo, tra l’altro la baguette si...

Roscon de Reyes

Roscon de Reyes, per un’Epifania alla spagnola

Un impasto davvero particolare L’impasto del Roscon de Reyes è molto particolare e diverso dagli impasti a cui siamo abituati. Tuttavia è un impasto ricco di glutine, in quanto realizzato con...