Spaghetti con asparagi, uova e capperi: gustoso

Spaghetti con asparagi uova e capperi:
Commenti: 0 - Stampa

Spaghetti con asparagi, uova e capperi: un primo piatto di sicuro effetto

I primi piatti sono degli ottimi alleati di chi ha poco tempo in cucina. Semplici e gustosi, riescono davvero ad accontentare tutti. Oggi voglio parlarvi di uno in particolare. Quale di preciso? Gli spaghetti con asparagi, uova e capperi.

Tutto il mondo la conosce, l’apprezza e la consuma: si tratta della pasta, naturalmente. La sua origine, benché certamente antichissima, non è esattamente databile, così come pure non è facilmente individuabile il suo paese d’origine.

Infatti, stando ai riferimenti di Marco Polo nel Milione, questo alimento potrebbe venire dalla Cina; se in vece si analizza il nome “maccherone” emerge un’ origine greca. Esistono tuttavia svariate spiegazioni, spesso aneddotiche, dell’ origine di questa parola. Si racconta, ad esempio, che un buongustaio assaggiando per la prima volta questa nuova vivanda ne rimanesse entusiasta ma poi, saputa la complessità del lavoro richiesto per la sua preparazione e il conseguente costo, esclamasse “son buoni ma … caroni!”.

È certo tuttavia che la fama di cui gode la pasta va attribuita all’Italia; se poi si considera che il condimento più diffuso, cioè il sugo di pomodoro, è invenzione sicuramente e assolutamente partenopea, diventa allora comprensibile il fatto che gli italiani considerino la pasta una loro creatura. Molte regioni hanno poi contribuito ad arricchire le varietà di questo alimento: ad esempio tipici dell’Emilia-Romagna sono le tagliatelle, le lasagne, i tortellini e i tortelloni di magro o con ripieno di carne; specialità dell’ Abruzzo e del Molise sono invece i maccheroni alla chitarra che vengono preparati stendendo la pasta all’uovo su un telaio di legno, detto appunto chitarra, munito di fili d’acciaio che consentono di ottenere delle fettuccine a sezione quadrata.

Sul mercato, per fortuna, ci sono ottimi tipi di pasta senza glutine come questi spaghetti! Perfetti per i celiaci e gli intolleranti al lattosio, sono leggeri e super gustosi! Non resta altro che scoprirne le peculiarità e la ricetta!

Asparagi: tutte le proprietà

Parliamo delle proprietà degli asparagi, tra gli ingredienti principali di questo primo piatto. Contraddistinti da una forte efficacia disintossicante, gli asparagi sono ricchi in vitamina C. Questa sostanza antiossidante rappresenta un ottimo elisir naturale contro i tumori. Da ricordare, è anche la sua efficacia riguardante il miglioramento del sistema immunitario.

Gli asparagi, inoltre, sono ricchi di folati. Queste sostanze, a livello intestinale, vengono convertite in vitamina B9 e acido folico. Quest’ultimo, è particolarmente consigliato alle donne in gravidanza per lo sviluppo ottimale del feto.

Gli asparagi, inoltre, contengono asparagina. Questo amminoacido ha un effetto diuretico ed è il principale responsabile dell’odore forte che l’urina prende quando si mangiano queste verdure.

I benefici degli asparagi non finiscono certo qui. Da ricordare, infatti, è anche la presenza di glutatione, uno dei più potenti antiossidante presenti in natura.

Spaghetti con asparagi, uova e capperi:

Alla scoperta dei benefici dei capperi

Tra gli altri ingredienti di questo primo piatto, è possibile includere anche i capperi, utilizzati in ambito gastronomico già dal I sec d.C.. Cosa si può dire sui loro benefici? Prima di tutto, che sono contraddistinti dalla presenza di un importante contenuto di quercetina. Questo antiossidante naturale svolge una funzione molto importante dal punto di vista antinfiammatorio.

I capperi, inoltre, rappresentano un’eccellente fonte di vitamina E, uno dei migliori antiossidanti presenti in natura. Da ricordare, inoltre, è la loro capacità di migliorare l’efficienza del sistema immunitario.

Concludiamo ricordando che i capperi sono fantastici per quanto riguarda la possibilità di idratare in maniera naturale la pelle.

Non c’è che dire: questo primo piatto è un concentrato di proprietà benefiche! Come già detto, è perfetto per chi soffre di celiachia, in quanto preparato con spaghetti integrali, eccellenti alleati anche della forma fisica per via dell’importante presenza di fibre, principi nutritivi fondamentali per la regolarità intestinale e per tenere sotto controllo i picchi glicemici.

Ecco la ricetta degli Spaghetti con asparagi, uova e capperi

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g di spaghetti consentiti
  • 1 scalogno
  • 20 punte di asparago
  • 3 tuorli d’uovo
  • 2 cucchiai di capperi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Tritate lo scalogno e lasciatelo appassire nell’olio caldo. Rassodate le uova per 9 minuti. Lavate accuratamente i capperi

Unite le punte di asparago sbollentate per 4 minuti e tagliate a pezzetti. Lasciale rosolare per qualche minuto, unite quindi poco sale e una presa di pepe. Fate cuocere per altri 5 minuti.

Nel frattempo, lessatela pasta, scolatela al dente e versatela nel recipiente con gli asparagi. Fate saltare per 2 minuti e aggiungete i tuorli tritati e i capperi. Servite quindi in tavola.

5/5 (348 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pasta di lenticchie con formaggio vegano

Pasta di lenticchie con Ceciotta, un primo unico

Pasta di lenticchie con Ceciotta, una delicata combinazione di sapori La pasta di lenticchie con Ceciotta e funghi è una buona idea per un primo fuori dall’ordinario, sia per gli alimenti in...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...

Zuppa con finferli e patate

Zuppa di finferli e patate, abbinamento interessante

Zuppa di finferli e patate, un primo genuino e leggero. La zuppa di finferli e patate è un primo squisito, che riconcilia con quanto di più genuino possa offrire la natura. In effetti è un...

Girelle di pane carasau con prosciutto

Girelle di pane carasau con prosciutto, antipasto unico

Girelle di pane carasau, un antipasto che sa di Sardegna Le girelle di pane carasau con prosciutto e scamorza sono in grado di stupire gli ospiti. Infatti, non si limitano a proporre un impatto...

Ossobuco alla milanese

Ossobuco alla milanese, tre varianti classiche

L’ossobuco alla milanese e i suoi accompagnamenti L’ossobuco alla milanese è un classico della cucina lombarda. E’ conosciuto in tutta Italia e anche all’estero, a testimonianza...

Risotto al pino mugo

Risotto al pino mugo, un primo dal sapore...

Risotto al pino mugo, non un semplice risotto Il risotto al pino mugo è un risotto diverso dal solito. I motivi sono diversi e non si limitano a una lista di ingredienti “particolare”. Per...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-05-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti