bg header
logo_print

Torta salata con piselli, una ottima quiche vegetariana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta salata con mix di ortaggi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 50 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Semplice, salutare e adatta agli intolleranti

Una torta salata con piselli e peperoni è un piatto che può valere tranquillamente una cena o un pranzo completo. È buona e sostanziosa, dopo averla servi in tavola vedrete che in un battibaleno il piatto rimarrà vuoto. Si chiama torta ma somiglia molto a una pizza rustica, in grado di soddisfare anche i palati più difficili.  La ricetta proposta vede nei peperoni, nei piselli e nelle carote i suoi ingredienti principali come vedremo meglio tra poco.

Prima cerchiamo di capire però quali sono le proprietà degli ingredienti della Torta salata con mix di ortaggi e a quando risalgono le prime “apparizioni” in tavola di torte salate. La nostra, con mix di ortaggi, presenta delle controindicazioni, nella versione qui presentata, solo per chi è allergico e/o intollerante a piselli, peperoni e alla carote. La farina utilizzata sarà di tipo integrale.

Ricetta torta salata con piselli

Preparazione torta salata con piselli

  • Versate la farina, il sale, il lievito, l’ acqua tiepida e l’olio in una ciotola a chiusura ermetica. Mettete il coperchio e sbattete la ciotola energicamente per circa 2-3 minuti prima dall’alto verso il basso e poi di lato.
  • Trasferite quindi il composto sul piano di lavoro e impastate con le mani per pochi minuti, quindi stendete con il matterello in una sfoglia dello spessore di 2-3 mm.
  • Sistemate la pasta in una tortiera di silicone o coperta con carta da forno.
  • Fate lessare per 30 minuti i piselli,  aggiungete dopo 10 minuti le carote e dopo altri 10 i dadini di peperone; scolate e versate in una terrina con le uova sbattute, sale e pepe.
  • Amalgamate e versate nella tortiera con la base di pasta. Infornate a 180 °C con il forno già ben caldo e cuocete per 20-25 minuti. È buona anche fredda.

Per la base:

  • 250 gr. di farina integrale,
  • 1 cucchiaino di sale,
  • 1 cucchiaino di lievito,
  • 100 ml. di acqua tiepida,
  • 100 ml. di olio di semi

Per la farcitura:

  • 200 gr. di piselli,
  • 2 carote medio-piccole a rondelle,
  • 4 cucchiai di dadini di peperone rossi e gialli,
  • 4 uova,
  • q. b. di sale e pepe

Torta salata: una storia antica per un un piatto moderno

La storia delle torte salate, in Italia così come in Francia, inizia nel Medioevo, ma se in Italia la nascita della torta salata è ascrivibile soprattutto alle tradizioni culinarie popolari, secondo varie declinazioni locali, in Francia è la pasticceria che fa sa volano per lo sviluppo del piatto che viene realizzato con tecniche professionali fin dall’inizio.

La torta salata con piselli, come la maggior parte delle torte salate italiane,  specie al Nord, si fa con la cosiddetta pasta matta cioè con farina, acqua e olio. In Francia invece prima spadroneggiava la pasta brisée poi ha preso piede la pasta sfoglia per la preparazione delle torte salate che è ben altra cosa (oltreché ben altro gusto) rispetto a quelle preparate e gustate da un capo all’altro della penisola.

Quali peperoni utilizzare nella torta salata con piselli?

Per questa torta salata con piselli vi consiglio di utilizzare i peperoni gialli e rossi. In questo modo garantirete alla ricetta il giusto mix di colori e sapori, infatti le differenze tra queste due tipologie di peperoni non riguardano solo l’aspetto ma anche il gusto. I peperoni rossi sono più dolci e delicati, mentre i peperoni gialli sono un po’ più aciduli, più mangerecci e meno “intensi” dei peperoni verdi, che in questa ricetta  non vengono chiamati in causa.

Queste differenze si riflettono, in parte, sulla composizione nutrizionale. I peperoni rossi sono infatti più ricchi di luteina e licopene, che fungono da antiossidante. I peperoni gialli, invece, sono ricchi di betacarotene, che agevola l’assorbimento della vitamina A, fondamentale per la salute della pelle e per la vista.

Per il resto sono entrambi poco calorici, ricchi di vitamina B e di potassio. Sono anche più digeribili di quanto sembra, se vengono ben pelati o cotti a dovere.

Un carico di nutrienti con i piselli

I piselli giocano un ruolo importante nella ricetta della torta salata, infatti introducono l’elemento proteico e arricchiscono la preparazione con uno dei legumi più apprezzati e versatili. Con la loro consistenza morbida e il loro sapore a metà strada tra il dolce, il corposo e il rustico, si abbinano a una vasta gamma di ingredienti, non ultimi gli ortaggi.

Sul piano nutrizionale i piselli spiccano per la buona quantità di proteine e per la presenza della vitamina K. Questa sostanza è fondamentale per l’organismo in quanto favorisce il giusto grado di densità del sangue, che aiuta a prevenire le patologie di tipo trombotico.

I piselli apportano 80 kcal per 100 grammi, un valore che può sembrare alto se confrontato a quello degli ortaggi, ma che è molto basso rispetto agli altri legumi.

Quale farina utilizzare nella torta salata con piselli?

Più che una torta salata con piselli, quella che vi presento qui è una torta rustica. A giustificare questo appellativo è la base, che non è data da un’elegante sfoglia o da una sobria brisée, bensì dall’impasto del pane. Questo impasto rende la torta ancora più morbida e mangereccia, a maggior ragione se si considera che la ricetta suggerisce la farina integrale.

La farina integrale è garanzia di salute, infatti contribuisce a prevenire i picchi glicemici, sazia per più tempo ed in modo più completo. Inoltre è ricca di fibre, quindi aiuta a digerire.

Ovviamente esistono vari tipi di farina integrale. Se soffrite di celiachia vi consiglio di utilizzare la farina di riso, che nella forma integrale conserva comunque una certa delicatezza. Inoltre è persino più nutriente della farina di grano, almeno a giudicare dalla quantità di vitamine e sali minerali. Dal punto di vista calorico, invece, non si segnalano differenze di rilievo.

FAQ sulla torta salata con piselli

Dove si conserva la torta salata?

La torta salata si conserva in frigo, ben chiusa all’interno di un contenitore ermetico o avvolta nella pellicola alimentare. In questo modo può durare anche tre o quattro giorni.

Che teglia usare per la torta salata?

Per la torta salata potete utilizzare la teglia che preferite, tonda o rettangolare non fa differenza. Io personalmente uso le teglie tonde in quanto ciò consente di ritagliare delle belle fette triangolari, che sono comode da mangiare senza coltello e forchetta.

Come riscaldare le torte salate?

La torta salata può essere riscaldata al forno, che deve essere già caldo, o direttamente al microonde. Nel primo caso sono sufficienti dieci minuti ad una temperatura di 160 gradi. Nel secondo caso bastano 2 minuti a media potenza.

Quante calorie ha la torta salata?

L’apporto calorico di una torta salata dipende dalle grandezza e dagli ingredienti che si utilizzano per la farcitura. In questo caso ho optato per una teglia media e ho impiegato quasi esclusivamente alimenti vegetali. Possiamo dunque ipotizzare 2400 kcal per la forma intera e 300 kcal per la singola porzione.

Cosa si mangia con la torta salata?

Dipende da quanto è abbondante la torta salata. Se il ripieno è ricco e ben bilanciato, può fungere da pasto unico, e quindi può essere accompagnata da un contorno leggero. In alternativa può essere seguita da un secondo non troppo pesante.

Ricette torte salate ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta di borragine e yogurt

Torta di borragine e yogurt, una quiche rustica...

Un focus sulla borragine Vale la pena entrare nel dettaglio di quello che è l’ingrediente principale di questa torta, ovvero la borragine. Si tratta di una pianta aromatica dal forte connotato...

Pasticcio di pollo

Pasticcio di pollo, un piatto unico abbondante e...

Un ripieno abbondante e delizioso Il vero punto di forza di questo pasticcio di pollo è il ripieno, che è davvero vario e abbondante. Il protagonista del ripieno è il petto di pollo, un taglio...

Pizza in padella senza lievito

Pizza in padella senza lievito, una ricetta facile...

Pizza cotta in padella? Sì può fare Il metodo principale per la cottura della pizza è ovviamente nel forno a legna. E’ proprio in questo modo che si garantisce la proverbiale morbidezza,...