bg header
logo_print

Insalata di lenticchie con radicchio, un ottimo primo piatto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Insalata di lenticchie con radicchio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Insalata di lenticchie e radicchio, un po’ primo e un po’ contorno

L’insalata di lenticchie e radicchio è un piatto molto particolare. Tecnicamente può essere considerato un contorno, ma nella realtà dei fatti si comporta come un pasto completo. Il merito va soprattutto alle lenticchie, un vero e proprio superfood che abbonda di proteine e di carboidrati. Nondimeno rivelano una marcata versatilità, tale da valorizzare tanto le verdure quanto le carni.

La vera peculiarità della ricetta è la coesistenza di sapori corposi, sapidi, dolci e aciduli. Stiamo parlando di un piatto che vira sull’agrodolce e che assume facilmente un carattere gourmet. Allo stesso tempo è anche una ricetta facile da realizzare, basta lessare le lenticchie, porle nei piatti di portata a mo’ di letto e arricchirle con il radicchio a crudo e con l’uva appassita al forno. A fare da condimento vi è l’olio, il sale, il pepe e l’aceto balsamico.

Ricetta insalata di lenticchie e radicchio

Preparazione insalata di lenticchie e radicchio

  • Per preparare l’insalata di lenticchie e radicchio seguite questi passaggi.
  • Lavate con cura le lenticchie, versandole in un colino a maglie strette e ponendole sotto l’acqua corrente.
  • Lavate e tritate cipolla e sedano.
  • Soffriggete l’aglio a fiamma bassa con un po’ di olio (bastano 2 minuti).
  • Aggiungete le lenticchie al soffritto e versate tanta acqua. Mi raccomando, le lenticchie devono essere coperte per almeno 6 cm di acqua.
  • Accendete a fiamma alta e portate a bollore, poi abbassate la fiamma al minimo e cuocete per 15-20 minuti (fino a quando le lenticchie non saranno al dente).
  • Poi scolate le lenticchie, arricchitele con dell’olio a crudo e fatele riposare.
  • Intanto lavate l’uva, scolatela con cura e dividetela in 6 grappolini; infine ponetela su una teglia coperta con carta da forno.
  • Condite l’uva con sale, pepe e un po’ di aceto balsamico. Infine, cuocete per 15-20 minuti in modo che l’uva risulti appassita.
  • A parte staccate le foglie del radicchio, lavatele e asciugatele.
  • Ora componete il piatto: sistemate le lenticchie nei piatti di portata a mo’ di letto, adagiate le foglie di radicchio a raggiera e posizionate i grappolini di uva al centro.
  • Infine, condite con olio, sale, pepe, un po’ di aceto balsamico e un po’ di prezzemolo tritato.

Ingredienti insalata di lenticchie e radicchio

  • 250 gr. di lenticchie rosse
  • 250 gr. di uva rosata senza semi con acini piccoli
  • 2 cespi di radicchio di Treviso tardivo
  • mezza cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di aceto balsamico
  • un pizzico di sale e di pepe.

Quali lenticchie utilizzare?

Le protagoniste di questa insalata di lenticchie e radicchio sono proprio i legumi. A tal proposito quale tipo di lenticchia usare? In commercio troviamo le lenticchie verdi, bianche, gialle e rosse. Vi consiglio di utilizzare proprio le lenticchie rosse in quanto sono capaci di esprimere un sapore corposo, che “resiste” al cospetto degli altri ingredienti. Le lenticchie rosse sono anche le più nutrienti, in quanto sono ricche di alcuni antiossidanti responsabili del loro colore e in grado di prevenire il cancro.

Le lenticchie rosse spiccano per l’abbondanza di proteine e di carboidrati, che insieme le elevano a vero e proprio “superfood mediterraneo”. Sono anche ricchi di sali minerali, e in particolar modo di ferro, una sostanza che ottimizza il grado di ossigenazione del sangue.

In occasione di questa ricetta le lenticchie vengono lavate con cura e cotte in abbondante acqua fredda (devono essere coperte per almeno 6 centimetri). L’ideale è che le lenticchie risultino al dente, dunque la cottura non dovrebbe andare oltre i 20 minuti.

Il ruolo del radicchio nell’insalata di lenticchie

L’insalata di lenticchie vanta anche il contributo del radicchio, un contributo che è in primo luogo scenografico. Le foglie del radicchio vengono poste a raggiera sul letto di lenticchie rosse cotte al dente. Il contrasto a livello di colore, con varie sfumature di rosso-marrone, rende il piatto una delizia anche per gli occhi.

Il radicchio, tuttavia, completa la ricetta anche sul piano organolettico e nutrizionale. Il suo sapore leggermente amaro si abbina al meglio con la corposità delle lenticchie. Infine, l’abbondanza di antociani, responsabili del colore amaranto, sono capaci di esercitare una funzione antiossidante e rendono il piatto una risorsa anche sul piano nutritivo.

Insalata di lenticchie con radicchio

Quale cipolla scegliere nell’insalata di lenticchie e radicchio?

La lista degli ingredienti dell’ insalata di lenticchie e radicchio comprende anche la cipolla. La cipolla viene impiegata per il soffritto che fa da base alla cottura delle lenticchie in compagnia con il sedano. A questo punto verrebbe da chiedersi: quale cipolla utilizzare? La scelta è in genere tra la cipolla bianca, dorata e rossa. La cipolla bianca è considerata la più intensa e pungente, quella rossa è invece dolce e può essere consumata a crudo. La dorata, invece, è un po’ pungente ma abbastanza equilibrata.

Il consiglio è di optare per la cipolla dorata, che apporta il suo contributo senza compromettere gli altri sapori. La cipolla rossa, infatti, è più adatta alle insalate a crudo. Al limite potreste utilizzare anche la cipolla bianca, se desiderate che il sapore della cipolla emerga chiaramente a discapito della delicatezza delle lenticchie cotte e dell’aroma del radicchio.

FAQ sull’insalata di lenticchie e radicchio

A cosa fanno bene le lenticchie?

Le lenticchie sono alimenti salutari che meritano di essere inseriti in qualsiasi regime alimentare. Sono ricchi di proteine e di carboidrati, come anche di ferro. In ragione di ciò sono molto utili a chi soffre di anemia. 

Chi non può mangiare le lenticchie?

Le lenticchie sono ricche di fibre, quindi potrebbero causare qualche problema a chi soffre di meteorismo e aerofagia. Tuttavia, basta un consumo equilibrato per non aver alcun tipo di problema.

Quante volte a settimana si possono mangiare le lenticchie?

Il consiglio è di consumare legumi almeno tre volte a settimana, se si tratta di lenticchie è ancora meglio.

Ricette di lenticchie ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata estiva di pollo

Insalata estiva di pollo, una ricetta leggera e...

Insalata estiva di pollo per nutrire con leggerezza L’insalata estiva di pollo che vi presento qui è molto leggera. Infatti, tranne per il pollo, fa esclusivo riferimento agli alimenti vegetali....

Pasta fredda estiva

Pasta fredda estiva, una versione light ma ricca...

Una ricetta per saziarsi e rimanere leggeri Tra i punti di forza di questa pasta fredda estiva, come ho già accennato, spicca l’abbondanza e la varietà degli ingredienti. A dare un buon...

Insalata di ceci ed elicriso

Insalata di ceci ed elicriso, un piatto raffinato...

I ceci, dei legumi perfetti Vale la pena parlare dei ceci, che insieme all’elicriso sono i protagonisti di questa deliziosa insalata. Potremmo definire i ceci come dei legumi perfetti, infatti...