Alimenti che fanno bene alla vista : gli occhi in primo piano.

L’uomo è ciò che mangia: come proteggere gli occhi con l’alimentazione

Sono molti gli alimenti che fanno bene alla vista: l’alimentazione è una delle componenti fondamentali per la buona salute. Un grande filosofo del passato, Feuerbach, non a caso, sosteneva che l’uomo è ciò che mangia perché esiste un legame tra alimentazione e corpo: i cibi si trasformano in sangue, e il sangue in cuore e cervello.

Oggi, però, la vita frenetica ci impone un regime alimentare non equilibrato con conseguenze sul piano della salute. Quindi è importante curare corpo e mente attraverso l’alimentazione. Ci sono diete speciali che ci aiutano a potenziare vitamine, proteine o carboidrati. Un esempio è la dieta salva vista che prevede alimenti che tutelano gli occhi.

Credenze e falsi miti: le carote fanno veramente bene alla vista?

Da sempre i nostri nonni ci hanno raccomandato di mangiare molte carote perché sono alimenti che fanno bene alla vista, ma questa leggenda popolare è del tutto vera? Sicuramente è un mito che affonda le radici in un aneddoto che riguarda i piloti francesi che consumavano tante carote per migliorare la loro vista, soprattutto da lontano e nelle ore crepuscolari.

Tuttavia, la scienza ha dimostrato il contrario. È’ vero che le carote contengono molti carotenoidi, come il betacarotene che sta alla base della vitamina A e colora di arancione la carota. Ma gli studi scientifici hanno attestato che ci sono alimenti molto più ricchi di vitamina A rispetto alla carota. Basta ricordare, ad esempio, le verdure a foglie verdi come gli spinaci e il cavolo oppure il fegato di vitello.

succo estivo con arance, pompelmo e papayaMarcoMayer

Un aiuto naturale contro le patologie oculari: gli alimenti che fanno bene alla vista

Per tutelare la salute dei nostri occhi, è doveroso assumere alimenti che possiedono determinati apporti nutrizionali. Ma quali sono questi alimenti? Passiamone in rassegna alcuni, dotandoli di un focus particolare.

In primis gli agrumi e le verdure e ortaggi di colore arancione: le arance, mandarini, cedro, pompelmo, zucca e carote. Sono molto ricchi di vitamina A e B, specialmente i mandarini e i pompelmi, che sono preziosi alleati per la vista perché con i loro antiossidanti mantengono funzionale il nervo ottico e contrastano il senso di spossatezza degli occhi, soprattutto dopo una faticosa giornata di lavoro.

I nostri nonni con un decotto di pompelmo rosa lenivano gonfiore e lacrimazione degli occhi causati dalla congiuntivite. Invece, un decotto di mandarino permette di calmare e rilassare gli occhi dopo momenti di nervosismo e stress.

Via libera a frutta e ortaggi di colore verde!

Altri alleati della vista sono le verdure a foglia verde, ricchi di micronutrienti e indicate soprattutto per un regime alimentare dietetico. Ogni giorno bisogna consumare almeno una porzione perché sono un concentrato di vitamina C, clorofilla e acido folico che fanno bene al nostro organismo cercando di mantenerlo funzionale e giovane.

Tra queste verdure a foglia verde bisogna annoverare i broccoli, gli spinaci e soprattutto il cavolo. Queste tre tipologie di verdure sono alimenti che fanno bene alla vista perché contengono vitamina C e vitamina K, ma anche potassio fosforo e calcio che aiutano a eliminare le tossine e contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare.

In particolare, proteggono la macula (che è una piccola zona centrale della retina) in modo da avere colori ad alta definizione. Inoltre, viene stimolato il nervo ottico nella lettura, scrittura e guida. Il cavolo, principalmente, è un antibiotico naturale che protegge gli occhi dai processi infiammatori.

Sappiate che il cavolo verza veniva addirittura ritenuto sacro dagli antichi Greci che ne avevano scoperto le proprietà benefiche. Infatti, la sua vitamina A costituisce un alleato contro le degenerazioni maculari.

alimenti a foglia verde salva vista

La lista degli alimenti salva vista non finisce qui…

Un altro alimento che fa bene all’organismo e, particolarmente agli occhi, è il pesce. È composto da acidi grassi e proteine come l’actina e la miosina oppure le globuline e il collagene che serve a combattere i radicali liberi.

Consumando la giusta razione di pesce all’interno della propria dieta, la vista beneficia di acidi grassi essenziali chiamati omega-3 come l’acido eicosapentaenoico e l’acido docosaesaenoico che si occupano della circolazione e pressione degli occhi, migliorandone il funzionamento e le attività cellulari.

Ovviamente, è importante consumare sempre pesce fresco. Il consiglio è quello di osservare alcune parti del corpo che ci permettono di capire quanto è fresco: gli occhi, le branchie e le squame indicano la freschezza del pesce.

Una buona vista non può fare a meno della frutta secca che contiene molti antiossidanti e vitamina E. Quindi consumare noci, nocciole e mandorle aiuta a migliorare la salute degli occhi prevenendo cataratta e il distacco della retina. Inoltre, la vitamina E rafforza i muscoli degli occhi e combatte il fenomeno della vista annebbiata. Consumare la frutta secca la mattina o come spuntino nel pomeriggio permette un maggiore assorbimento di tutte le proprietà nutrizionali di questo alimento.

Un aiuto per i nostri occhi dai frutti di bosco

In una dieta salva vista non possono mancare i frutti di bosco, ricchi di vitamina C, vitamina B, fibre, fruttosio e sali minerali. Comprendono mirtilli, fragoline di bosco, more e ribes che contribuiscono tutti alla salute degli occhi. In particolare, i loro antiossidanti migliorano le pareti capillari oculari e contrastano i radicali liberi prevenendo l’invecchiamento delle funzioni visive.

La concentrazione di vitamina C contribuisce a prevenire le congiuntiviti e a regolare la pressione sanguigna migliorando i capillari della retina e favorendo così una migliore definizione visiva durante la notte. Di solito, i nostri antenati utilizzavano i frutti di bosco per fare una tisana con effetti benefici sulla vista perché cercavano di prevenire la miopia, problemi di cataratta e tutte le infezioni agli occhi derivanti da cambiamenti climatici.

frutti rossi salva vista

Basta guardarsi in giro per scoprire un mondo di alimenti che fanno bene alla vista

Protettori della vista sono anche i broccoli e il fegato di vitello che sono ricchi di vitamina B3, zeaxantina e luteina che aiutano a combattere la degenerazione della macula in età senile. Sono anche delle sostanze utili a combattere la cataratta e problemi di retina, ma soprattutto hanno un forte potere antiossidante perché proteggono gli occhi dai raggi ultravioletti.

Il colore dei broccoli deriva dalla presenza di clorofilla che si mantiene presente soprattutto quando i broccoli vengono bolliti per circa 7-8 minuti: la presenza di questa sostanza verde aiuta molto la pressione oculare a rimanere costante e ad evitare arrossamenti degli occhi.

Tè verde e tè nero per i tuoi occhi

Proprietà benefiche assai riconosciute sia per gli occhi sia per il corpo in generale possiede il . Importato dai Portoghesi in Europa, il tè fu utilizzato per primo dai cinesi che lo diffusero poi in Corea e in Giappone. È ricco di molti antiossidanti chiamati flavonoidi che regolano la pressione oculare prevenendo anche patologie ischemiche.

Soprattutto il tè verde e il tè nero sono ricchi di polifenoli che combattono l’invecchiamento cellulare contrastando i radicali liberi e le infiammazioni. Inoltre, il tè nero non solo ha effetti benefici contro i raggi ultravioletti, ma può essere utilizzato anche nella cosmesi perché un infuso di nero può contrastare secchezza oculare e stanchezza da lente a contatto: impacchi fai da te sugli occhi per circa 15 o 20 minuti leniscono l’affaticamento degli occhi.

avocado alimento salva vistaMarcoMayer

Avocado per la salute dei nostri occhi

Una new entry fra gli alimenti che fanno bene alla vista troviamo l’avocado, un frutto dalle proprietà nutrizionali assai importanti. Ricco di vitamine e fibre va consumato almeno una volta a settimana durante il regime alimentare perché contiene poche calorie, ma tante vitamine, grassi buoni e potassio.

Non solo aumenta il senso della sazietà permettendo la perdita di peso, ma i suoi valori nutrizionali permettono di curare e migliorare la salute degli occhi grazie alla presenza della vitamina E e dei carotenoidi come la luteina e la zeaxantina che lottano contro lo stress ossidativo delle cellule mantenendo gli occhi giovani e resistenti alla cataratta e ad eventuale degenerazione della macula in età avanzata.

Questo frutto veniva coltivato dalle popolazioni dell’America centro meridionale e lo avevano chiamato “pera alligatore” per la sua morfologia visto che contiene una polpa non solo dal buon sapore, ma anche dalla consistenza simile al burro.

intolleranza al cioccolato

Fra gli alimenti salva vista anche un piccolo peccato di gola!!

Per gli amanti dei dolci e del gusto, il cioccolato fondente rappresenta un alimento che non può mancare all’interno di una dieta che tenga conto della salute degli occhi. Infatti, ormai studi scientifici dimostrano che il cioccolato fondente, con almeno il 70% di cacao, è ricco di sostanze molto benefiche, come ad esempio gli antiossidanti che proteggono la pressione dell’occhio.

Grazie alla presenza dei flavonoidi, il cioccolato fondente protegge la cornea e il cristallino svolgendo funzione preventiva contro la cataratta e la degenerazione della macula, permettendo di avere occhi capaci di catturare tutte le varie gradazioni dei colori.

Senza contare che il cioccolato è anche un antidepressivo naturale grazie alla presenza della serotonina, ma non dimenticate che un consumo eccessivo di cioccolato fondente non è adatto a chi ha problemi gastrointestinali e neppure a chi soffre di continui mal di testa perché ha un effetto vasodilatatore.

Un bicchiere di vino rosso porta dei benefici alla nostra vista

Si dice di solito che in vino veritas. In effetti questo è vero quando si parla di salute perché il vino è ricco di sostanze che fanno bene soprattutto alla vista.  In particolare, il vino rosso e l’uva contengono il resveratrolo che rappresenta un prezioso alleato contro le patologie oculari perché protegge i vasi sanguigni inibendo i disturbi degli occhi derivanti dalla crescita di vasi sanguigni considerati patogeni.

Inoltre, il resveratrolo attiva anche una sostanza proteica chiamata la sirtuine che protegge gli occhi da eventuali patologie della macula e della retina. A scoprire tutto ciò è stato un equipe di ricercatori americani dell’università di Washington che hanno analizzato i componenti del vino rosso, dell’uva e dei mirtilli, scoprendo come questi risultati possono essere incisivi nell’ambito delle malattie oculari che hanno ad oggetto la pressione e la vasodilatazione.

Lo avresti mai detto?

Tra gli alimenti che hanno a cura la salute degli occhi vi è la soia che è un legume dalle proprietà benefiche. Nei suoi derivati come salsa di soia, latte di soia, farina di soia e germogli di soia, contiene acidi grassi insaturi che prevengono molte malattie. È un legume che contiene il 20% di grassi e circa il 35% di proteine, ma è un legume anche ricco di calcio, vitamina A, B e C.

Perciò fa bene alla vista perché contiene fitoestrogeni, acidi grassi essenziali e soprattutto un’ottima quantità di vitamina E che permettono di mantenere gli occhi in salute perché combattono gli agenti infiammatori provenienti sia dall’esterno che dall’interno dell’organismo. Le leggende raccontano che la soia è stata creata dal dio della coltivazione cinese, ma in occidente è stata portata dai Gesuiti intorno al ‘600 che la coltivarono nei giardini ammirandone i fiori bianchi o lilla.

Le uova preziose alleate della vista

Anche le uova sono dei preziosi alimenti che fanno bene alla vista, grazie alla presenza di ferro, vitamine, zinco e soprattutto proteine. Nelle uova sono presenti soprattutto vitamina A e zeaxantina che si occupano di combattere la secchezza oculare e l’opacizzazione della cornea che può portare alla cecità. Inoltre, la vitamina B2 e c aiutano a prevenire il glaucoma e le infiammazioni della cornea.

Il consumo settimanale previsto è di due uova, ma occhio a non consumarle crude perché il rischio della salmonella è dietro l’angolo. Il consiglio è quello di pastorizzare le uova o di consumare un uovo che non sia più vecchio di dieci giorni. In alternativa, sarete più sicuri se lo bollirete per più di cinque minuti.

#cucinasana #cucinanaturale #cucinare #cucinando #cucinamia #cucinoio #pranzo #pranzosano #ad #pranzotime #intolleriamo #intolleranzafottiti #lovepeopleig #cucinatradizionale #senza #mangiaresano #mangiarebene #mangiareacasa #salvavista #salutedegliocchi #vista #benessereocchi #clinicabaviera

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.