Ogni occasione è giusta per un panino con hamburger

panino con hamburger
Commenti: 2 - Stampa

Stiamo a casa e prepariamoci un buon panino con hamburger!

Inutile dirlo: l’ hamburger piace proprio a tutti, agli adulti e ai bambini. Anche molti vegetariani e vegani non vogliono rinunciarvi ed è proprio per questo esistono anche le versioni completamente vegetali. Perciò, possiamo affermare che si tratta di un pasto molto amato in tutto il mondo. Chi ama la carne, spesso va nei fast food, senza considerare che quella non è assolutamente una scelta sana… ma solamente gustosa! Ma perché non provare a prepararselo per pranzo o per cena… direttamente a casa?

Non è difficile e, oltre all’ingrediente principale, ci possiamo mettere tutto quello che ci passa per la testa… Continuando a leggere, troverete dei consigli e delle indicazioni molto interessanti!

Dalla scelta della carne o del pesce a quella degli altri ingredienti…

Scegliere di preparare gli hamburger nella nostra cucina, invece che andare a mangiare fuori, è sempre un’ottima soluzione. Tuttavia, non dobbiamo dimenticarci che siamo noi ad avere il potere di farlo diventare un pasto più genuino possibile e questo dipende molto dalla scelta degli alimenti da portare in tavola. A questo proposito, ricorda che in primo luogo, la carne dev’essere fresca e, se possibile, non troppo piena di grasso.

Pertanto, per preparare un buon hamburger, è necessario scegliere un prodotto di qualità, prediligendo la carne tritata (da usare per la preparazione manuale dell’hamburger) oppure quelli già pronti ma non congelati: la carne migliore è sempre quella disponibile nel reparto macelleria del supermercato. Facendo così, potrete e risparmiarvi un sacco di conservanti e, naturalmente, potrete godere di un sapore più intenso e tipico della carne.

Ricordate inoltre che, per chi desidera mantenere sotto controllo la linea, sono disponibili gli hamburger di tacchino, che sono decisamente più leggeri. Una volta scelta la carne, la domanda è: cosa altro desiderate? Salse, formaggio, verdure? Anche in questo caso, potete fare del vostro meglio per selezionare alimenti biologici e privi di conservanti. Per quanto riguarda le salse, in ogni caso è necessario non esagerare con le quantità. E il pane?

Sappiate che, in alcuni supermercati, sono disponibili i panini per hamburger freschi e si trovano ovviamente nel reparto panificio. In alcuni casi, si trovano anche integrali o ai cereali, e sono sempre morbidissimi e adatti a queste preparazioni.

La griglia vi aiuterà a preparare un buonissimo panino con hamburger!

Come avrete capito, prepararsi un panino a casa è sempre una buona abitudine e possiamo fare del nostro meglio, selezionando gli ingredienti con cura. Tuttavia, se volete godere di una carne con una consistenza perfetta, potrete approfittare di un metodo di cottura sano, che aiuta l’alimento a perdere un po’ di grasso senza acquisirne altro: usate una valida bistecchiera. Scegliendone una resistente e priva di sostanze dannose, potrete mangiare con più gusto e in maniera ancora più genuina!

In questa eventualità, potremo portare in tavola un panino con hamburger dal sapore unico e incredibile. In pratica, con gli ingredienti giusti e un’ottima bistecchiera, possiamo fare la differenza in cucina e lasciare tutti felici e soddisfatti!

panino con hamburger

La bontà di un hamburger alla griglia

Chi non amerebbe un bell’hamburger alla griglia? Sicuramente, sia i bambini che gli adulti alla vostra tavola lo apprezzerebbero a gran voce e resterebbero molto soddisfatti del proprio pasto… Senza considerare che la modalità di cottura scelta (che vedrete nel dettaglio più avanti) ci consente di rendere la carne più leggera e digeribile, mantenendo integre gran parte delle sostanze nutritive in essa contenute.

Perciò, se vi è venuta già l’acquolina in bocca e siete amanti della carne, continuate a leggere! In questo articolo troverete tante buone ragioni per preparare questa pietanza al più presto e diversi consigli per la scelta degli ingredienti e per la preparazione…

Quando la carne porta in tavola tanto gusto e un’immensa soddisfazione…

Come abbiamo detto, gli hamburger piacciono a molti e, se cucinati nel modo giusto, possono accontentare anche i palati più esigenti. Tuttavia, il primo passo è scegliere la carne macinata giusta. Ovviamente, potrete scegliere tra diverse varietà e privilegiare quella che risponde alle vostre preferenze ed esigenze per quanto riguarda l’alimentazione. In alternativa, potrete prenderne uno già fatto, scegliendo comunque quello che preferite e che soddisfa il vostro gusto personale.

Ad ogni modo, è ovvio che per preparare un buon hamburger alla griglia, è necessario scegliere una carne buona, ovvero fresca, di qualità e non troppo carica di grasso. Dal vostro macellaio di fiducia o al banco del supermercato, potrete trovare sicuramente un prodotto ottimo e, se opterete per un alimento la cui produzione è biologica, avrete la certezza di portare in tavola un secondo ancora più gustoso e genuino, ricco di proteine e di nutrienti da non sottovalutare.

Una volta scelta la carne, avrete bisogno di un ottimo contorno, come ad esempio delle verdure bio, che potrete grigliare e condire a piacere. E che dire delle salse? Potrete scegliere una buona maionese, una salsa cocktail e/o quella barbecue. Se non esagererete con le dosi, avrete certamente a che fare con una pietanza deliziosa, dove il sapore della carne è il protagonista indiscusso del vostro piatto!

Un consiglio utile per la preparazione del panino con hamburger

Una volta scelti gli ingredienti, selezionandoli con cura e attenzione, sarà il momento di mettersi ai fornelli. Come abbiamo detto, cuocere alla griglia è una buona abitudine e si tratta di una modalità di cottura sana, grazie alla quale non serve aggiungere altri grassi. Pertanto, vi consiglio di munirvi di una valida bistecchiera, che si presenterà come uno strumento affidabile, versatile e capace di garantirvi un’alimentazione molto più genuina… pur non utilizzando una vera e propria griglia sulla brace!

Scegliendone una resistente, pratica e funzionale, potrete portare in tavola un hamburger alla griglia speciale sotto ogni punto di vista. Gran parte del grasso colerà durante la preparazione, rendendo il vostro pasto più leggero e digeribile, e avrete la possibilità di controllare il livello di cottura in base alle vostre preferenze. Insomma, selezionare gli alimenti giusti è fondamentale, ma anche scegliere dei validi alleati in cucina lo è!

Con cosa li possiamo accompagnare il panino con hamburger?

Gli hamburger si accompagnano bene con patate fritte, purea di patate, spinaci, fagiolini al burro, insalata di patate e prezzemolo tritato. Servono anche per farcire, con foglie di lattuga e fette di pomodoro crudo, panini «giganti » e per gli intolleranti al glutine o i celiaci devono usare il pane consentito. Volendo potrete mettere al centro di ogni hamburger un cucchiaio di salsa ketchup, e unire alla carne macinata un cucchiaio di cipolla tritata finemente, o pepe appena macinato, o un cucchiaio di senape. Vi consiglio di provare queste salse fatte in casa. Buone e genuine.

La salsa barbecue, molto saporita e stuzzicante, è diventata ormai anche un must delle scampagnate nostrane: è ottima per accompagnare le carni alla griglia, le Fondue Bourguignonne. Fortemente agrodolce, si rivela uno speciale condimento caratterizzato da un gusto deciso e, perciò, è una preparazione indicata a chi ama i gusti forti!

La salsa Worcester è un condimento versatile, che fa dell’equilibrio e della delicatezza il suo punto di forza. Gli abbinamenti lasciano spazio all’immaginazione, tuttavia questa salsa dà il meglio di sé soprattutto nei piatti a base di pesce, sia zuppe che secondi (d’altronde la salsa è realizzata con le acciughe). Ciò non toglie, però, che la salsa possa valorizzare anche i secondi di carne. Anzi, si sposa molto bene con pietanze di questo tipo, purché tendenzialmente speziate. Negli ultimi tempi, si è diffusa l’abitudine di condire gli hamburger con la salsa Worcester. In un certo senso, ciò conferisce un carattere gourmet a quello che altrimenti verrebbe considerato solo un cibo da fast food.

Il Ketchup: pochi ingredienti, semplici e genuini, come appunto i pomodori maturi, un po’ di cipolla, l’aceto di mele, lo zucchero di canna grezzo, l’olio extravergine d’oliva, il sale e l’amido di mais… per ottenere un risultato impeccabile. Otterrete una salsa saporita, nutriente e adatta a ogni occasione. In poche parole, il vostro ketchup  avrà un successo strepitoso e sarà in grado di valorizzare ogni vostra pietanza, dalla carne al pesce, dalle patate fino ad arrivare ai vostri hamburger e finger food preferiti.

La salsa gravy è impiegata, in genere, per valorizzare i secondi di carne. Essendo realizzata con il brodo di tacchino, quindi è perfetta sulle carni bianche, specie quelle sottoposte a cottura al forno o alla griglia, quindi che rischiano di risultare asciutte. Tuttavia, valorizza adeguatamente le carni rosse e persino il pesce.

la salsa di mirtilli è riservata principalmente alle preparazioni agrodolci. Dal momento che il suo sapore è molto deciso, è in grado di trasformare un qualsiasi piatto salato in uno agrodolce. Pertanto, è indicata soprattutto per i secondi di carne. Si sposa alla perfezioni con i secondi di carne rossa, ma si fa apprezzare anche con quelli di carne bianca, magari di pollo e tacchino.

Oggi hamburger di trota salmonata, un pasto veloce ma eccezionale

Oggi vi presento una ricetta che coniuga lo street food con la migliore cucina gourmet, ossia l’hamburger di trota salmonata. Chi l’ha detto che l’hamburger non può essere un piatto elegante, ricco di proprietà nutritive e persino leggero? Dipende, ovviamente, da cosa ci si mette dentro, ossia dagli ingredienti che lo compongono. In questo caso la lista degli ingredienti è stata pensata con cura, e mostra una spiccata attenzione per il tema del mangiare bene e del mangiar sano.

D’altronde, non stiamo parlando di un hamburger classico, realizzato con la carne di manzo e ricco di chissà quali condimenti. Stiamo parlando di un hamburger di pesce, arricchito da un condimento particolare, che spicca per il suo sapore tendente all’agrodolce, ossia la senape al miele. Ovviamente, non mancano pomodori e lattuga, che aggiungono colore, sapore e nutrimento alla ricetta. La ricetta è semplice da preparare, l’unico elemento di difficoltà è dato proprio dall’ingrediente principale, ovvero dalla trota salmonata, che è frutto (a sua volta) di una ricetta un po’ complessa.

Come preparare la trota salmonata?

Il nostro hamburger presuppone la preparazione della trota salmonata, una ricetta complessa, ma allo stesso tempo alla portata di tutti. Basta seguire le indicazioni, soprattutto per quanto concerne le dosi degli ingredienti, per ottenere un buon risultato. Troverete, inoltre, tante altre ricette che coinvolgono la trota salmonata, una delle più semplici e gustose è a mio avviso quella della trota salmonata con salsa di cetriolo e sedano. La ricetta consiste, molto brevemente, nella cottura della trota in padella con un po’ di olio caldo, prima a fiamma media e poi a fiamma più alta. La crema di cetriolo, che merita di essere integrata nell’hamburger (al posto del classico cetriolo sott’olio) è altrettanto semplice da preparare. Basta frullare insieme i cetrioli tagliati a tocchetti, il basilico e il sale.

Hamburger di trota salmonata

Detto ciò, analizziamo brevemente le principali caratteristiche della trota, un alimento da prendere seriamente in considerazione, anche perché eccelle sotto molti punti di vista. La trota, infatti, è squisita, versatile e abbastanza nutriente. A tal proposito va sfatato il mito secondo cui la trota sarebbe un pesce d’acqua dolce di serie B, e di gran lunga inferiore al salmone. In realtà, concorre con esso in quanto a proprietà nutrizionali. Si caratterizza, infatti, per un ottimo quantitativo di grassi “buoni”, il riferimento è ai famosi acidi grassi omega tre, che giovano all’apparato cardiocircolatorio, alla funzione visiva e al sistema nervoso centrale. Inoltre, contengono molto fosforo, sostanza che tra le altre cose sostiene le performance cognitive. L’apporto calorico, infine, è molto contenuto, infatti un etto di trota apporta solo 140 kcal.

Tutto il gusto della senape al miele

Il condimento principale di questo hamburger di trota salmonata è la senape al miele, che sostituisce la classica senape, ma anche la maionese e il ketchup. Non che questi condimenti nuocciano particolarmente, ma sono senz’altro più grassi e meno nutrienti. La senape al miele, invece, presenta alcuni vantaggi in termini di proprietà nutrizionali. La presenza in contemporanea della senape e del miele rende questa salsa un ricettacolo di nutrienti.

Il riferimento è ad alcuni antiossidanti, che giovano all’organismo sotto molti punti di vista, e agiscono persino in funzione anticancro. La senape, inoltre, è ricca di sali minerali e vitamine. Il sapore punta, invece, all’agrodolce, dunque è capace di fornire profondità organolettica ai piatti, soprattutto quelli a base di carne e di pesce. La ricetta della senape al miele non è complessa, ma la salsa può essere tranquillamente acquistata al supermercato. E’ un condimento tipicamente anglosassone, ma si reperisce con relativa facilità anche in Italia, anche perché è di norma più apprezzata della normale senape. Siete pronti per mettervi ai fornelli?

Ecco la ricetta dell’hamburger di trota salmonata:

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 panini da hamburger consentiti,
  • 4 hamburger di trota (vedi ricetta su Nonnapaperina.it),
  • 2 cucchiai di senape al miele,
  • 2 pomodori,
  • q. b. di foglie di insalata.

Preparazione:

Per la preparazione della ricetta iniziate realizzano gli hamburger di trota salmonata. A tal proposito fate riferimento alla ricetta che trovate nel nostro sito. Poi lavate l’insalata, i pomodori e fate questi ultimi a fette non troppo spesse.

Tagliate il pane, poi tostatelo in padella per pochi minuti, in alternativa va bene anche fresco. Componete i panini con qualche fetta di insalata, l’hamburger di trota, la senape e i pomodori affettati. Servite e buon appetito.

5/5 (598 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Ogni occasione è giusta per un panino con hamburger

  • Sab 12 Giu 2021 | Flavio ha detto:

    Ciao, ma un celiaco puo’ mangiare tutti i tipi di carne? A volte, parlando con altri celiaci, sento pareri contrastanti.

    • Sab 12 Giu 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Flavio questo il dilemma che affligge molte persone, soprattutto da poco diagnosticate celiache, motivo per cui ho deciso di fare chiarezza su questo argomento.

      Il web purtroppo pullula di ciarlatani e personaggi che, sfruttando le tendenze del momento, dispensano consigli e teorie assurde che potrebbero danneggiare chi veramente soffre di problemi alimentari.

      Il mercato del gluten free, che sta vivendo una fase di crescita notevole negli ultimi anni, ha attirato parecchio interesse mediatico invogliando anche coloro che hanno scarse conoscenze a creare siti e gruppi nei quali danno informazioni e dispensano consigli, talvolta veramente assurdi.

      L’ultimo nel quale mi sono imbattuta in questi giorni? “La carne, derivando da animali che si nutrono anche di cereali contenenti glutine, non si può mangiare perché l’ingestione di questa proteina rimane nella carne, contaminandola”.

      Quando ho letto questa affermazione ho temuto di perdere i capelli date le dimensioni colossali di tale sciocchezza (e mi limito a dire sciocchezza per non essere volgare!).

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Panino con lampredotto

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Panino con lampredotto, un fast-food in versione popolare Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada). E' un cibo “rustico”, con secoli di storia alle...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...

Quesadillas con pico de gallo

Quesadillas con pico de gallo, un delizioso street...

Quesadillas con pico de gallo, uno spuntino proteico e gustoso Le quesadillas con pico de gallo sono un tipo di tortilla che rispetta fedelmente la cultura gastronomica messicana, una cultura che...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


08-04-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti