bg header
logo_print

Hamburger di patate, un piatto genuino per grandi e piccoli

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

hamburger di patate
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (2 Recensioni)

Hamburger di patate, una ricetta alternativa per valorizzare la patata

Un modo speciale di consumare i tuberi più diffusi al mondo: gli hamburger di patate.Gli hamburger di patate rappresentano un piatto davvero originale ed insolito, pensato per tutti coloro che, per necessità o per scelta, non possano o non vogliano consumare la carne. In verità, a ben vedere, essi trovano un pubblico di destinatari ed amatori molto più vasto. Un modo unico di far consumare ai bambini le genuine e salutari patate, in una preparazione alternativa a quella che le vede generalmente fritte.

Oltre ad essere molto caloriche e, per via della ovvia ed irrinunciabile presenza di sale, molto ricche di sodio, che favorisce l’ipertensione, le patatine fritte si rivelano, alla lunga, dannose per la salute del nostro organismo per via della presenza di acrilamide, una sostanza cancerogena che si forma in fase di cottura degli amidi sottoposti a temperature elevate. Via libera dunque a questo piatto che, oltre ad essere genuino, si rivela altresì stuzzicante ed estremamente nutriente.

Che la patata goda di una posizione di primo piano nella nostra alimentazione è fatto assai noto: sono davvero tante le pietanze realizzate con questo tubero dalle mille proprietà. Dagli antipasti ai primi, dai secondi ai contorni, la patata occupa in questa preparazione un ruolo ancora più nobile e rilevante, ossia quello di atteggiarsi ad ottimo sostituto della carne.

Ricetta hamburger di patate

Preparazione hamburger di patate

Pelate, lessate e schiacciate le patate. Pulite e affettate il porro finemente.

Lavorate le patate con le uova, le erbe provenzali  e il porro tritato, un pizzico di sale e una presa di pepe. Quando il composto sarà ben amalgamato, con le mani inumidite formate delle palline e poi schiacciatele leggermente tra le mani.

Sistemate gli hamburger di patate su una placca da forno coperta con apposita carta, quindi infornate a 180 °C per 20 minuti.

Ingredienti hamburger di patate

  • 750 gr. di patate
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di erbe provenzali
  • 1 porro
  • q. b. di sale e di pepe.

Hamburger di patate, una interessante variante con erbe provenzali

Gli hamburger di patate sfruttano al meglio una delle qualità che ne fanno uno degli ingredienti in assoluto più utilizzati in cucina: la versatilità.  Ma è certamente sotto l’aspetto nutrizionale che le patate danno il meglio di sé: depurative, diuretiche, molto ricche di potassio, le patate garantiscono il corretto funzionamento del nostro organismo senza compromessi.

Questi hamburger sono un vero valore aggiunto sulle nostre tavole, specie di quelle dei vegani, in quanto in grado di fungere da utile sostituto al classico hamburger di carne. Possono essere un contorno ricco o un secondo piatto abbastanza sostanzioso.

Ma non è solo per loro che questo piatto è pensato: l’aggiunta infatti di erbe di Provenza, dalle note qualità terapeutiche, li rendono alimento privilegiato anche per bimbi ed anziani, per via del loro elevato potere carminativo, digestivo, purificante, disintossicante ed antifebbrile.

Cosa rende originali gli hamburger di patate?

A rendere speciale questo piatto non è la sola presenza delle patate. Uno degli ingredienti di certo più originali è rappresentato dalle erbe di Provenza, le erbe diffuse nel sud della Francia, frutto di un lavoro di raccolta, selezione ed essiccazione lungo e meticoloso. Trattasi di erbe ormi note n tutto il mondo per via delle loro mille proprietà in campo culinario e farmaceutico.

Gli hamburger di patate sono realizzati con erbe, appunto di Provenza, che, proprio perché miscelate tra loro, rappresentano un’ampia e completa miniera di nutrienti. Questa miscela esclusiva, preparata secondo un’antica tradizione, è utilizzata per combattere gli attacchi dei microbi ed è altresì in grado di contrastare raffreddori, nonché infezioni polmonari e del tratto urinario.

Una ricetta vegetariana adatta a tutti

Che ne dite di un buon hamburger di patate? E’ una variante speciale, pensata per i vegetariani ma che risulta appetibile a tutti. Anzi, è l’esempio perfetto di come i preparati vegetariani possano farsi apprezzare da tutti, senza essere considerati come dei meri surrogati.

L’hamburger di patate, infatti, non cerca di imitare la variante originale di carne, ma propone un sapore diverso, che in un certo senso richiama a quello delle crocchette. Manca però la panatura, sicché l’impianto organolettico si regge quasi interamente sulle patate.

A proposito, quali patate utilizzare? In merito avete ampio margine di discrezione, tuttavia vi consiglio di scegliere le patate bianche farinose. La loro texture è morbida e in ragione di ciò si prestano alla preparazione delle puree e dei composti. D’altronde, almeno in questo caso, le patate vanno lessate e schiacciate.

A prescindere dalla varietà, le patate sono in grado di dire la propria in termini nutrizionali. Inoltre, sono ricche di carboidrati e non sono troppo caloriche: un etto viaggia sulle 80-90 kcal. Infine, troviamo una certa abbondanza di sali minerali.

Il ruolo delle uova negli hamburger di patate

La lista degli ingredienti di questo hamburger di patate contiene anche due uova. Il loro scopo è duplice: da un lato favorire la stabilità del composto in maniera simile a quanto accade per le polpette, dall’altro insaporire.

Le uova rappresentano una gradita aggiunta anche in virtù del loro potere nutrizionale. Sono considerate dannose per la presenza del colesterolo, ma basta moderare il consumo per ridurre a zero i rischi per la salute. In compenso sono ricche di vitamine e sali minerali abbastanza rari.

Il riferimento è alla vitamina K, che regola il grado di densità del sangue e alla vitamina E, che funge da antiossidante. Tra i sali minerali troviamo il selenio e lo zinco, che giovano al sistema immunitario. Le uova sono anche discretamente proteiche, sebbene le proteine siano contenute soprattutto nel tuorlo. Per quanto concerne l’apporto calorico, un uovo medio va raramente oltre le 60 kcal.

In occasione di questa ricetta le uova vanno aperte e inserite nell’impasto di patate lessate, insieme alle erbe provenzali e al trito di porro. In questa fase vanno aggiunti anche un po’ di pepe e di sale.

Qualche timore potrebbe esserci nella fase di modellamento per ottenere un composto ben lavorato. In questo caso il consiglio è di procedere in due passaggi: prima si formano delle grosse palline e poi si schiacciano con il palmo della mano.

Quali erbe utilizzare per gli hamburger?

Gli hamburger di patate propongono un sapore equilibrato, che premia il gusto delle patate. Queste ultime sono esaltate anche dalle erbe aromatiche, ossia dalle erbe provenzali. Di cosa si tratta? Di base con questa espressione si indica un mix di erbe, utilizzato soprattutto nella cucina francese ma che ricorre anche in quella italiana. Tale mix comprende il rosmarino, il basilico e il timo.

Il rosmarino offre un sentore amarognolo ma gradito, il basilico inebria con la sua consueta freschezza, mentre il timo regala delle interessanti note agrumate.

A loro modo queste erbe fanno bene alla salute. Infatti sono ricche di antiossidanti, sostanze che riducono gli effetti dei radicali liberi, rallentano l’invecchiamento e diminuiscono la probabilità che si formi in cancro. A completare il tutto vi è una spiccata abbondanza di sostanze nutritive.

All’occorrenza potete sostituire le erbe provenzali con un po’ di origano e con della salvia, che sono adatte agli ortaggi.

Come accompagnare gli hamburger di patate?

Come tutti gli hamburger, anche quello di patate merita un accompagnamento. Può essere consumato in solitaria o con del pane. Quale scegliere? Se non avete esigenze particolari, anche il classico pane può andare bene. Se invece volete esaltare il sapore delle patate, optate per una varietà leggera di pane, come pane azzimo.

Infine, se soffrite di intolleranza al glutine, optate per il pane realizzato con farine gluten free. In questo caso la farina più delicata è quella di riso, mentre quella più rustica è la farina di grano saraceno.

E per quanto riguarda le salse? Anche in questo caso avete solo l’imbarazzo della scelta. La maionese e il ketchup, per quanto troppo scontati, rappresentano una buona soluzione. E’ indicata anche la salsa barbecue, di base pensata per le carni, ma che si adatta anche alle patate.

Una scelta di classe è data invece data dalla salsa yogurt, che valorizza le patate con un sapore acidulo e stuzzicante. I più audaci possono utilizzare la salsa Worchester, che mixa elementi piccanti, acidi e sapidi. Come abbinamento, potrebbe andare bene un po’ di lattuga, sebbene l’hamburger di patate è completo già come si trova.

Ricette di hamburger ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia, un piatto della tradizione romana

Origini e curiosità dei carciofi alla giudia I carciofi alla giudia sono uno dei piatti più famosi e prelibati della cucina romana. La loro origine risale al XVI secolo, quando la comunità...

Insalata di quinoa natalizia

Insalata di quinoa natalizia, un’idea esotica per il...

Melograno e quinoa, un abbinamento che non ti aspetti Lo avrete già capito, i protagonisti di questa ricetta sono il melograno e la quinoa. Due ingredienti che raramente si trovano insieme, eppure...