Arancini di riso siciliani al forno, una vera delizia

arancini di riso siciliani al forno
Commenti: 2 - Stampa

Una ricetta tra tradizione e bontà

Gli arancini di riso siciliani al forno sono un piatto unico, nonché un pasto completo e bilanciato dal punto di vista nutrizionale. Questa straordinaria e deliziosa specialità siciliana è infatti composta da ingredienti genuini e nutrienti come riso, curcuma, piselli e mozzarella. Per quanto riguarda la curcuma, abbiamo a che fare con una spezia dalle mille proprietà della quale parleremo meglio tra poco. Al contrario della versione tradizionale, in questa ricetta potrete godere di tutti i vantaggi dati dalla cottura al forno. Insomma, eliminato il “problema” della frittura, gli arancini sono davvero un piatto perfetto per deliziare il palato senza rinunciare a uno stile di vita sano! Ecco tutto quello che dovete sapere su questo piatto.

Gli arancini di riso (o chiamati arancine che dir si voglia) sono una specialità tipica della cucina siciliana. E’ considerata una ricetta da street food ed è amata in tutto il mondo. Possono avere la forma tonda o la punta a cono, e vengono impanati per poi essere fritti. Oggi, invece vi propongo la cottura al forno, senz’altro più leggera rispetto alla frittura.

Un piatto ricco di ingredienti validi

Quella degli arancini di riso siciliani al forno è una ricetta fantastica sotto molti punti di vista e quindi non solo per quanto riguarda il sapore. La curcuma, che qui sostituisce lo zafferano, è ad esempio una vera miniera di sostanze antitumorali, nonché una valida alleata del benessere generale. E’ considerata un antidepressivo naturale, grazie alla sua particolare composizione minerale e vitaminica, che stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità. Questi arancini, inoltre, grazie ai piselli, ci propongono una buona dose di proteine vegetali di ottima qualità.

Le caratteristiche dei piselli migliorano notevolmente quando vengono associati ai cereali (in questo caso al riso), rendendo il pasto decisamente completo e ancora più sfizioso. Il riso è ricco di amidi (quindi sazia a lungo), è altamente energetico, facilmente digeribile e perfetto per chi soffre di celiachia o intolleranze alimentari. Infatti, è per sua stessa natura senza glutine. La mozzarella è al tempo stesso ricca di proteine e grassi che, ricordiamolo, non dovrebbero mai mancare all’interno di un’alimentazione sana e bilanciata. Inoltre, il piatto da spazio alla fantasia. Proprio per questo, perché non sbizzarrirvi realizzando altre decine di varianti ugualmente buone e salutari?

Arancini di riso a cono

Gli arancini di riso siciliani al forno e le loro varianti

La ricetta degli arancini di riso siciliani al forno prevede un procedimento specifico e ingredienti altrettanto specifici. Tuttavia, potete dare il via libera alla creatività e provare anche altre saporite varianti, usando ingredienti e spezie di vostro gradimento, senza dimenticare di prestare attenzione alle eventuali intolleranze alimentari. A tal proposito, potete utilizzare la mozzarella senza lattosio, in questo modo gli arancini risulteranno comunque squisiti. Per inciso, il processo di rimozione del lattosio è naturale e non altera il sapore.

Gli arancini possono essere realizzati con una marea di ingredienti, dal pesce agli insaccati, passando per il peperoncino e per le salse più complesse. Il filo conduttore, che si ritrova in tutte le varianti, rimane la presenza del riso. Certo, dovrete fare attenzione ad abbinare con efficacia gli ingredienti, in quanto si fa presto a produrre una cacofonia di sapori, che può risultare sgradevole al palato.

Cottura al forno o frittura?

Gli arancini di riso siciliani al forno fanno riferimento a un metodo di cottura ritenuto salutare, ma che secondo alcuni rischia di sfigurare rispetto al fritto in termini di gusto. Si teme, inoltre, che la cottura al forno “asciughi” eccessivamente i cibi e li renda sgradevoli al palato. Tali timori sono intensificati dalla presenza di una panatura, come in questo caso. Ebbene, sappiate che questi dubbi sono infondati e che tutto dipende dalla preparazione.

Se nella preparazione avete fatto buon uso degli ingredienti, conferendo la giusta morbidezza, allora la cottura al forno non presenterà alcun problema. In questo caso è la pastella a fare gran parte del lavoro. La pastella, in cui bagnare il nostro arancino o arancina, è realizzata con la farina di riso, con il classico pangrattato e con l’acqua  fredda. La temperatura è un dettaglio importante in quanto consente alla panatura di aderire perfettamente all’arancino. Per quanto riguarda il tempo di cottura, invece, dovrebbero bastare 30 minuti a 180 gradi.

Se non volete farli al forno friggete gli arancini. Basterà immergere gli arancini di riso in abbondante olio bollente. Basteranno un paio di minuti. Scolate su carta assorbente non appena saranno belli dorati. Vi consiglio, in questo caso, l’ olio di semi. Noi abbiamo preparato gli arancini di riso bianchi ma è possibile aggiungere della passata di pomodoro all’impasto.

Ecco la ricetta degli arancini di riso siciliani al forno:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. di riso,
  • 2 cucchiai di curcuma o una bustina di zafferano,
  • 120 gr. di pisellini fini lessati,
  • 50 gr. di burro chiarificato,
  • 200 gr. di ragù di carne macinata,
  • 125 gr. di mozzarella consentita,
  • 120 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale e di pepe,
  • q. b. di farina di riso o di mais.

Per la pastella:

  • 90 gr. di farina di riso,
  • 150 ml. di acqua freddissima,
  • q. b. di pangrattato (mini grissini al rosmarino frullati).

Preparazione:

Per preparare gli arancini di riso siciliani al forno dovete partire proprio dal riso. Cuocete il riso in una pentola, coprendolo con acqua salata non troppo abbondante, che asciugherà per una buona parte.  Poi aggiungete la curcuma e il sale. Intanto tagliate la mozzarella a dadini. Ora preparate la pastella. Versate in una terrina la farina e l’acqua che deve essere fredda. Mescolate bene con un frusta e fate riposare il tutto in frigo. Una volta cotto il riso, aggiungete il burro e il parmigiano reggiano e mescolate il tutto per qualche minuto con un cucchiaio in modo da amalgamare tutti gli ingredienti. Infine lasciate raffreddare.

Ora prendete una manciata di riso per formare gli arancini e sistematela al centro della vostra mano. Poi scavate una leggera fossa con il dito dove mettete un cucchiaino di ragù, dei dadini di mozzarella e qualche pisellino. Infine chiudete con un’altra manciata di riso. Date alla una polpetta una forma rotonda e compatta. Proseguite fino a terminare tutti gli ingredienti. Ora tirate fuori dal frigo la pastella e date una mescolata. Passate gli arancini prima nella pastella e poi nel pangrattato. Rivestite una teglia con della carta da forno e adagiate gli arancini. Infine infornate a 180° per 30 minuti.

4/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Arancini di riso siciliani al forno, una vera delizia

  • Mer 9 Gen 2019 | Marianna ha detto:

    Ciao Tiziana,
    al di là della ricetta su come preparare gli arancini, sono rimasta colpita dalla descrizione ben fatta e dalla spiegazione degli ingredienti che assieme alla modalità di cottura fanno di questi arancini un pasto più genuino e adatto a tutti.
    Complimenti e Buona giornata
    Marianna

    • Gio 10 Gen 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Marianna ti ringrazio per le tue parole. Questi messaggi sono quelli che mi spingono a proseguire il mio lavoro giornaliero.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

kebab

Il kebab, una versione casalinga

Come preparare il kebab in casa La ricetta di oggi può essere considerata come una specie di panino kebab fatto in casa a base di carne. Molti storceranno il naso di fronte a questa espressione,...

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, non solo tradizione messicana I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos sono una preparazione simbolo della...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Panino con lampredotto

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Panino con lampredotto, un fast-food in versione popolare Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada). E' un cibo “rustico”, con secoli di storia alle...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


06-11-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti