Torta salata con bietoline, zucchine e champignon

Torta salata con bietoline
Commenti: 0 - Stampa

Una ricetta vegetariana tutta naturale: la torta salata con farina di quinoa

L’autunno è arrivato! E con la nuova stagione, è arrivato persino il momento di ritemprarsi con tante verdure e ortaggi, ricchi di antiossidanti e vitamine utili per affrontare al meglio la stagione più fredda. Fatelo al meglio con la torta salata con farina di quinoa, farcita con bietoline, zucchine e champignon! Ricca di fibre e proteine vegetali grazie alla quinoa, si tratta di una ricetta facile da preparare, ma gustosa da assaggiare.

Delicata nel sapore e coinvolgente sempre di più boccone dopo boccone, può rivelarsi un buon modo per offrire ai bambini un mix di salute e bontà. Non dovreste assolutamente perdervela… Continuate a leggere e scoprite il perché!

Tutto il benessere che ci regala la natura

La ricetta di questa torta salata presenta una grande protagonista: la quinoa. Non è un cereale, ma viene cotta e utilizzata come tale e, molte volte (come in questo caso), può sostituirli egregiamente. Ha grandi caratteristiche nutrizionali, organolettiche e terapeutiche. Grazie al suo alto contenuto in lisina e metionina, è in grado di migliorare il metabolismo dell’insulina. Pertanto, è capace anche di prevenire malattie legate all’apparato circolatorio, oltre a favorire la mobilità intestinale.

Torta salata con bietoline

La quinoa è ricca di minerali come magnesio e propone diverse vitamine. Infine, è una valida sostituta agli alimenti contenenti proteine e grassi di derivazione animale, in quanto è altamente proteica. Perciò, una grandissima parte di queste buone caratteristiche verrà trasferita con successo nella nostra torta salata con farina di quinoa, farcita con bietoline, zucchine e champignon, e sicuramente è una fantastica notizia… ma c’è di più!

Se la quinoa è amica dell’intestino, le zucchine sono alleate delle vie urinarie: stimolano la diuresi e purificano l’organismo in particolare grazie al contenuto elevato di acqua. Sono ricchissime di potassio, di vitamina A (utile per la vista) e vitamina C. I funghi champignon sono un must have della cucina autunnale (e non solo): sono versatili e ottimi sia per la preparazione di zuppe che per insalate e contorni, e offrono una valida quantità di vitamina D, preziosa per la salute delle ossa e del sistema immunitario.

Torta salata con farina di quinoa: i sapori della terra e non solo…

Le bietoline sono alimenti praticamente privi di grassi, che ci regalano elevati livelli di vitamina A, K e C; di beta-carotene, magnesio, ferro e potassio. Questi ortaggi vantano proprietà rinfrescanti, antianemiche, diuretiche e depurative. Sono ricchissimi d’acqua, ma anche di acido ossalico e sodio, e per questo vengono sconsigliati a coloro che soffrono di problemi renali ed ipertensione. Le bietoline sono ipocaloriche e adatte persino a chi sta seguendo una dieta dimagrante.

Con tutte queste buone notizie in mente, non vi resta che provare la torta salata con farina di quinoa, bietoline, zucchine e champignon: si può facilmente adattare sia al pranzo che alla cena ed è un piatto molto completo e delizioso! Buon appetito!

Ingredienti per 6/8 persone

  • 160 gr di farina di quinoa
  • 50 gr di fecola di patate
  • 70 gr di olio di oliva extravergine
  • 1 pizzico di sale
  • 1 macinata di pepe nero
  • q.b. acqua
  • 250 gr funghi champignon lavati e affettati sottilmente
  • 2 zucchine lavate e affettate
  • 200 gr di bietola da taglio lavata e scottata in poca acqua
  • 3 uova intere leggermente sbattute
  • 1 cucchiaio di farina di quinoa
  • q.b olio di oliva extravergine

Preparazione

Lavate le bietoline da taglio, scottatele in poca acqua leggermente salata, quindi scolatele e tenetele da parte.
Affettate lo scalogno, fatelo ammorbidire in un paio di cucchiai di olio in una padella, aggiungete le zucchine tagliate a rondelle e i funghi affettati, salatele e pepatele leggermente.
Le verdure dovranno risultare cotte ma non sfatte, quindi levatele dalla padella e tenete da parte.
Nella stessa padella fate insaporire in un filo di olio le bietoline lessate, bastano un paio di minuti, quindi spegnete e mettetele assieme alle zucchine e ai funghi e fate raffreddare.

Frullate i semi di quinoa con il frullatore, aggiungete la fecola di patate,il sale,il pepe, l’olio e acqua, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Mettete l’impasto sulla spianatoia, lavoratelo per qualche istante, quindi formate una palla che avvolgeremo nella pellicola e faremo riposare in frigorifero per almeno 25 minuti.

Trascorso il tempo, riprendete l’impasto e stendetelo , aiutandovi con il mattarello infarinato con la fecola di patate.
Mettetelo nella teglia ( Ø 24), bucherellatelo e fatelo cuocere in forno,già caldo per almeno 25 minuti.
Sfornate e fate intiepidire.

In una ciotola sbattete le uova, salatele e pepatele leggermente, aggiungete la fecola e le verdure raffreddate.
Mescolate per bene e versate il tutto sulla base di pasta cotta ed intiepidita.

Fate cuocere in forno già caldo per 40 minuti.
Ottima tiepida o fredda.

2/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, quando la tradizione messicana incontra i sapori mediterranei I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


07-11-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti