Polvere di porcini: il tocco in più di sapore

Tempo di preparazione:

Piatti ricchi e raffinati tutto l’anno con la polvere di porcini

La polvere di porcini è uno straordinario prodotto ottenuto dall’ essiccazione di uno dei funghi più preziosi che mai l’uomo abbia conosciuto, il porcino appunto. Questa polvere consente, a livello nutrizionale, di godere di tutti i benefici correlati al consumo di questa preziosa miniera di vitamine e sali minerali per tutto l’anno e, a livello organolettico, permette di conferire ad ogni piatto un tocco in più di sapore e raffinatezza.

Composti da quasi il 90% di acqua, i porcini garantiscono un apporto calorico trascurabile, esattamente come gli ortaggi e le verdure, nelle cui categorie non è facile annoverarli. Ricercati, raffinati, i funghi porcini vantano delle caratteristiche alimentari davvero apprezzabili che li rendono un prezioso alleato per la nostra salute.

Polvere di porcini: una miniera di proprietà inimmaginabili

Vero toccasana per il benessere del nostro organismo, complessivamente inteso, questa polvere apporta una serie di benefici davvero inimmaginabili: rispetto ad altri tipi di funghi, i porcini, infatti, contengono una maggiore quantità di minerali e di vitamine del gruppo B. I carboidrati sono scarsi, i lipidi son quasi assenti. Di contro, è decisamente apprezzabile la quantità di proteine ed abbondano la vitamina PP e la vitamina K.

La polvere di porcini è ottima per accompagnare creme, vellutate, crespelle e primi piatti. Essa può essere con successo impiegata nella preparazione di carni, bianche e rosse, le quali vengono ad acquisire un aspetto decisamente più delicato, raffinato ed un sapore unico ed inconfondibile.

Questa polvere dall’aroma intenso reca con sé il profumo dell’autunno, con i suoi colori intensi e vivi, e stimola la voglia di assaporare golosità tutte di stagione, all’alba di un inverno sonnolento. La polvere di porcini ben si presta a divenire compagna di contorni dal sapore del bosco e c’è chi osa persino utilizzarla come decorazione di frutta e dolci.

Raffinatezza in cucina con la polvere di porcini

Con il loro inconfondibile profumo, i porcini, presenti puntualmente sulle tavole dei nostri avi sin dai tempi più remoti, rappresentano uno degli ingredienti più pregiati e ricchi che la nostra cucina conosca. Alimento principe della gastronomia locale dei vari luoghi in cui fanno la loro gradita presenza, i porcini più di qualsiasi altro fungo al mondo si prestano all’ essiccazione.

La polvere di porcini nasce proprio dalla macinazione di questi straordinari funghi essiccati, la quale segue una tradizione antichissima che vedeva, un tempo, intere famiglie e intere generazioni alle prese con la pulitura, l’essiccazione al sole e la successiva macinatura dei funghi più belli, sani e pregiati che il bosco potesse loro donare.

Preparazione

  • Pulite accuratamente i funghi strofinandoli con un pennellino per rimuovere i residui di terra. Preriscaldate il forno ventilato a 45 gradi con lo sportellino semi aperto.
  • Tagliate i funghi a fette sottili. Coprite con della carta forno una teglia e stendete i funghi senza accavallarli fra di loro.
  • Infornate per circa due ore. Girate ogni fettina e proseguite la cottura in forno per altre due ore. Verificate che siano abbastanza secchi altrimenti lasciate in forno ancora un po’
  • Lasciateli raffreddare completamente prima di versare nel frullatore e azionare alla massima potenza
  • Potete anche decidere di conservarli a fettine in un vasetto a chiusura ermetica.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *