Caviale di melanzane

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Ancora nessun voto)
Loading...Loading...
  • Porzioni per
    4 persone
  • Tempo Totale
    40 Minuti
caviale di melanzane ridotta

Deliziosa ricetta per uno spuntino!!!

la ricetta di oggi è semplicissima ma straordinariamente buona e possono mangiarla un po’ tutti, tranne chi ha problemi con le solanacee:  Caviale di melanzane

Quando decidiamo di concederci un aperitivo, di solito abbiamo voglia di qualcosa di sfizioso che possa soddisfare il nostro palato e stuzzicare la fame. Esagerare con gli spuntini non è corretto, ma qualche bocconcino sfizioso possiamo concedercelo..

Estate, giornate lunghe, voglia di stare all’aria aperta… l’aperitivo – purché leggero e in sostituzione dello spuntino pomeridiano –  diventa la migliore occasione, per trascorrere del tempo in buona compagnia e riempire il ‘buco nello stomaco’ prima di cena.

Non a caso l’ “happy hour” è diventata ormai un’abitudine consolidata anche per gli italiani e con la bella stagione è uno di quei rituali a cui è difficile rinunciare. Spesso criticato per qualità e quantità dei cibi sui quali ci si ‘butta’, l’aperitivo, invece, non è per forza un crimine “nutrizionale”: se fatto con equilibrio, anzi, può aiutare a spezzare l’appetito per arrivare alla cena meno affamati, riuscendo così ad avere maggiore controllo sulle porzioni.

Le quantità di cibo assunte ad ogni pasto, infatti, sono un tasto dolente per molti italiani. Secondo quanto emerso dalla V edizione dell’Osservatorio Nestlé-Fondazione ADI, il 46% del campione non fa quasi mai, o solo qualche volta, attenzione alle porzioni che mette nel piatto, trend in aumento rispetto al 2012 (44%) e che peggiora se si prendono in considerazione le persone in sovrappeso ed obese che eccedono con le quantità di pasta, pane, formaggi, carne e salumi. Non solo: se si considera che la percentuale di coloro che saltano i pasti più di una volta a settimana sono ben il 28% del campione (rispetto al 26% del 2012) emerge la necessità di sensibilizzare sempre più sull’importanza delle buone abitudini quotidiane e del rispetto della “regola dei 5 pasti”, linea guida per una corretta alimentazione.

Via libera dunque agli aperitivi con gli amici senza però esagerare e soprattutto non in sostituzione della cena, che rimane uno dei pasti più importanti della giornata. L’ “happy hour” può essere una buona occasione per dedicare il giusto tempo allo spuntino che troppe volte o si salta o si riduce a uno snack al volo. Nel weekend soprattutto si dovrebbero recuperare abitudini alimentari più regolari e una maggiore convivialità, cercando di regalarsi dei pasti più vari e fantasiosi. Un regime alimentare diversificato ed equilibrato, infatti, non significa solo evitare il pericolo di squilibri nutrizionali ma anche soddisfare maggiormente il gusto e combattere la monotonia dei sapori.

 

Ingredienti per 4 persone

Ingredienti

  • 4 grosse melanzane (senza semi)
  • 200 ml olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi d'aglio
  • succo di ¼ di limone
  • q.b sale

Procedimento

Preparazione

  1. Lavate e asciugate le melanzane, poi fatele cuocere su retine antifiamma poste sul fornello acceso rigirando le spesso in modo che la pelle annerisca uniformemente.
    Solo quando la polpa interna sarà diventata tutta tenera (lo potrete controllare infilando qua e là i rebbi di una forchetta), tagliatele a metà per il lungo e, aiutandovi con un cucchiaino, estraete tutta la parte tenera della polpa.
    Mettetela nel mixer elettrico insieme con gli spicchi di aglio e tritate il tutto poco per volta, unendovi man mano, goccia a goccia, una cucchiaiata di olio extra vergine di oliva, un pizzico di sale. Travasate il miscuglio in una ciotola e, sempre rimescolando con un cucchiaio di legno, aggiungete poco per volta il rimanente olio e il succo di limone facendolo scendere a filetto.

Condividi!

3 commenti a “Caviale di melanzane

  1. Giorgia

    Buongiorno, vorrei sapere se posso eventualmente mettere il tutto in un barattolo e surgelarlo e magari utilizzarlo anche per condire la pasta.
    Grazie anticipatamente per la risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *