bg header
logo_print

Salsa verde per bollito, un condimento rustico e saporito

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Salsa verde per bollito
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
3.8/5 (67 Recensioni)

La Salsa Verde per bollito di Carne: una tradizione senza frontiere

La salsa verde è quella miscela magica che, con le sue sfumature cromatiche e il suo sapore intenso, riesce a ravvivare un piatto tradizionale come il bollito di carne, rendendolo un’esperienza culinaria ricca e avvolgente. Ma la sua storia va oltre un singolo piatto, estendendosi a cultura e tradizioni diverse.

La salsa verde, sebbene sia associata prevalentemente al bollito di carne, è in realtà una preparazione molto antica e diffusa in vari angoli del mondo, ognuno con la propria versione e interpretazione.

In Italia, ad esempio, la salsa verde classica comprende capperi, acciughe, prezzemolo, aglio, uovo sodo e olio d’oliva. In Messico, una salsa verde potrebbe avere come base tomatillos, peperoncini, coriandolo e lime. In Francia, la “sauce verte” potrebbe contenere erbe come l’estragon e il cerfoglio.

Ricetta della salsa verde per bollito

Preparazione salsa verde per bollito

  • Preparare la ricetta per salsa verde è molto semplice. Eliminate la crosta e versate la mollica del pane raffermo nell’aceto affinché diventi molto morbido.
  • Sbucciate lo spicchio d’aglio. Rassodate le uova per 9 minuti, fate raffreddare e sbucciate. Sgocciolate le acciughe.
  • Ora dissalate i capperi sciacquandoli con estrema attenzione. Poi lavate il prezzemolo e tritate per bene le foglie.
  • Realizzate un trito anche con le acciughe, i capperi e l’aglio. Unite questo trito a quello di prezzemolo.
  • Ora recuperate la mollica ammollata, strizzatela e aggiungetela con i tuorli delle uova sode.
  • Pestate il tutto con la forchetta fino ad ottenere una sorta di composto molto denso.
  • Aggiungete questo composto a quello precedente.
  • Infine mescolate con un po’ di olio extravergine di oliva e voilà, la vostra salsa da mettere sulla carne è pronta.
  • Se vi avanza può essere conservata in frigorifero per diversi giorni (circa 10/15 giorni).
  • Versate in un vasetto di vetro pulito, coprite con un cucchiaio di olio e chiudete ermeticamente.

Ingredienti salsa verde per bollito

  • 100 gr. di prezzemolo fresco
  • 70 gr. di pane raffermo
  • 50 ml. di aceto di vino bianco
  • 100 ml. di olio extravergine di oliva
  • 3 filetti di acciughe sott’olio
  • 2 tuorli sodi
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 1 spicchio di aglio

La salsa verde, nella sua molteplicità di versioni, rappresenta la perfetta fusione tra tradizione e innovazione, tra locale e globale. È una dimostrazione di come un singolo condimento possa avere radici profonde in culture diverse e come, attraverso la cucina, possiamo scoprire la ricchezza e la diversità del nostro mondo. La prossima volta che vi troverete a degustare un tenero bollito di carne, ricordate che la salsa verde che lo accompagna è un piccolo viaggio gastronomico, un ponte tra tradizioni e storie diverse. E, come ogni viaggio, ha il potere di arricchirci e sorprenderci ad ogni assaggio.

Salsa per bollito, gli utilizzi in cucina

Come fare la salsa verde per bollito misto? In Italia, la salsa verde è realizzata in genere con il prezzemolo e le acciughe, il tutto legato da un’abbondante dose di olio di oliva. La salsa verde che vi presento oggi rispetta per sommi capi questi canoni, ma presenta un elemento in più: il pane raffermo.

Questo, se ben ammollato nell’aceto, è in grado di integrarsi alla perfezione con gli altri ingredienti e conferire alla salsa un sapore più corposo e una consistenza più gradevole.

Questa salsa verde al prezzemolo, come tutte quelle prodotte nelle varie tradizioni regionali italiane, si sposa alla perfezione con i piatti di carne più corposi  Per esempio è il condimento perfetto per il classico bollito misto o un arrosto.

Con questo termine si intende una famosa ricetta del nord Italia, in uso soprattutto tra il Piemonte e la Lombardia, che prevede la cottura in contemporanea nel bollito di alcuni tagli pregiati di carne e delle frattaglie: scaramella, coda, lingua e testina di vitello.

Questa salsa green o salsa piemontese si sposa alla perfezione con il bollito misto in quanto con il suo sapore spiccato valorizza i diversi sentori che questo spettacolare secondo offre a chi ha la fortuna di gustarlo. Mio genero da buon piemontese quando è a pranzo da voi la chiama “bagnet verd”. Mio genero la spalma su crostini di pane tostato oltre che accompagnarla agli arrosti.

Il contributo del prezzemolo nella salsa verde ricetta tradizionale

Il protagonista di questa salsa piemontese per bollito o lesso, come di molte altre, è il prezzemolo. Si tratta di una pianta aromatica con funzione di spezia che ricorre spesso nella cucina italiana. In genere è impiegata per i contorni e per i primi, soprattutto per i risotti.

Non a caso abbonda nei risotti a base di verdure e ortaggi (zucca in primis). In linea di massima spicca per la versatilità, sicché non stupisce la sua presenza in una salsa destinata a condire la carne.

Il prezzemolo inebria con il suo aroma, ma si fa apprezzare anche per le proprietà nutrizionali. Per essere una pianta aromatica, è incredibilmente ricca di vitamine. Contiene ottime dosi di vitamina A, che giova alla vista, ai capelli e alle unghie.

Inoltre è ricca di vitamina C, che agisce a protezione del sistema immunitario, e contiene anche la vitamina K (poco abbondante in natura). Questa sostanza è importante per la circolazione del sangue, in quanto ne tiene sotto controllo la densità.

Il prezzemolo si contraddistingue anche per la presenza di sostanze che abbattono l’incidenza del cancro. Come molti altri alimenti aromatici e spezianti, favorisce la digestione.

E’ infatti ricco di fibre come pochi altri ingredienti. Infine contribuisce a mantenere basso il livello di zucchero del sangue. Una buona notizia per i diabetici, ma anche per chi si sta sottoponendo a diete dimagranti. La presenza dello zucchero nel sangue impatta, infatti, sul senso della fame.

Salsa verde per bollito

La salsa verde veloce, una salsa proteica

La salsa verde per il bollito che vi presento oggi contiene anche una certa dose di proteine. Queste sono garantite dalle acciughe, che sono presenti in discreta quantità. Le acciughe sono dei pesci azzurri, dunque imparentati con il merluzzo. Non stupisce, dunque, la presenza di analoghe proprietà nutrizionali.

Le acciughe sono ricche di grassi benefici. Il riferimento è agli acidi grassi omega tre, che agiscono a protezione del cuore, limitando l’insorgenza di infarti e ictus. Giovano anche alla vista e alle funzioni cognitive.

Stesso discorso per il fosforo, molto abbondante nelle acciughe (e in genere nei pesci), che impatta soprattutto sulla memoria. Le acciughe, va detto, sono abbastanza caloriche: 200 kcal per 100 grammi. Il consiglio è quello di evitare, se possibile, quelle sott’olio, in quanto ancora più grasse.

In occasione di questa salsina per carne, le acciughe devono essere tritate finemente e aggiunte agli altri ingredienti, anch’essi trasformati in trito. Le acciughe tendono a sfaldarsi molto facilmente, dunque si amalgamano alla perfezione con il prezzemolo, il pane ammollato e i capperi. Si può fare la salsa verde senza acciughe e la salsa verde senza aglio ma onestamente ci stanno proprio bene.

Come dissalare i capperi

I capperi sono una presenza ricorrente della salsa verde per carne, o almeno della maggior parte delle ricette conosciute con questo nome. Qual è il ruolo dei capperi? In buona sostanza, insaporiscono e apportano dei sentori lievemente pungenti, ma sempre gradevoli.

Aggiungono anche un tocco di sapidità, che comunque non deve essere mai eccessivo. I capperi non sono solo salati per natura (ricchi di sodio), ma sono anche conservati spesso sotto sale. Occorre dunque prestare molta attenzione alle operazioni di dissalatura.

Come fare? I metodi sono numerosi, e prevedono tutti un’abbondante dose di acqua.Un’idea consiste nell’ammollarli nell’acqua fredda e cambiarla più volte. Il metodo più rapido prevede anche l’uso di un colino.

Basta porre i capperi in un colino a maglie strette e passarli sotto  l’acqua corrente, mescolandoli in continuazione. Dopo un po’ di tempo il sale viene lavato via e le sue concentrazioni saranno davvero trascurabili.

Vi consiglio di leggere anche la ricetta salsa verde per pesce chiamata salmoriglio. La salsa di prezzemolo per pesce è altrettanto semplice a preparare.

Ricette salse ne abbiamo? Certo che si!

3.8/5 (67 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Ragù di pollo

Ragù di pollo, un sugo alternativo per primi...

Cosa sapere sulla carne di pollo E’ utile parlare della carne di pollo, che è il vero elemento distintivo di questo ragù. Si tratta di una carne “nobile”, in quanto è più leggera e...

salsa agrodolce agli azzeruoli

Salsa agrodolce agli azzeruoli, un condimento per la...

Come utilizzare la salsa agrodolce agli azzeruoli Come ho già accennato, la salsa agrodolce agli azzeruoli è molto versatile. Può essere utilizzata sui secondi di carne, sui secondi di pesce e...

Pasta al pesto di bruscandoli (

Pasta al pesto di bruscandoli, un primo dall’aroma...

Parliamo del pesto di bruscandoli Vale la pena parlare dei bruscandoli, che sono l’elemento principale di questa pasta al pesto. A differenza di tante tipologie di pesto, i bruscandoli...