Il ragù di capriolo , una carne delicata e gustosa

Ragu di capriolo
Commenti: 0 - Stampa

Sapore di selvaggina con il ragù di capriolo.

Il ragù di capriolo , una carne delicata e gustosa. Scegliendo di mangiare una carne pregiata e selvatica si va sicuramente alla ricerca di sapori decisi. Con il capriolo questa aspettativa non rimane certamente delusa, ma il sapore di questa carne è particolarmente delicato. Il profumo caratteristico ed il rosso vivace della carne di capriolo, trovano massima espressione in questo ragù di capriolo, perfetto per un pranzo domenicale o per le grandi occasioni.

Siamo di fronte ad una pietanza impegnativa e dai lunghi tempi di preparazione, ma comunque piuttosto semplice nel complesso. La buona riuscita del piatto dipenderà per lo più dalla qualità e dalla freschezza della carne, vera impronta decisiva del ragù. Con un sugo di siffatta fattura il buon umore a tavola sarà assicurato, così come d’obbligo andrà considerata la scarpetta finale con una bella fetta di pane tostato!

Un primo d’eccezione col ragù di capriolo

Grazie alle catene commerciali di grande distribuzione, è possibile reperire la carne di capriolo in qualsiasi parte d’Italia. Certamente, alcune regioni più di altre includono nelle proprie abitudini alimentari maggiori quantità di selvaggina. Proprio in queste regioni (soprattutto in Umbria ed in Toscana) reperire la carne di capriolo è più semplice, assieme anche a quelle di lepri e cinghiali.

La carne di selvaggina, per essere maggiormente intenerita e resa più gradevole all’assaggio, richiede diverse ore di marinatura. L’attesa necessaria per la preparazione viene ad ogni modo pienamente ripagata dal sapore sprigionato dal ragù di capriolo. Una delizia da provare almeno una volta nella vita, ma certamente anche più di una sola volta! Con un primo di questo tipo, conquisterete tutti.

ragù di capriolo

L’abbinata perfetta con la pasta all’uovo

In presenza di un ragù importante non si può far altro che consigliare l’abbinamento con una pasta all’altezza della situazione. In particolare, delle pappardelle all’uovo sembrerebbero fare proprio al caso nostro con questo delizioso ragù di capriolo! Senz’altro la pasta all’uovo non è esattamente una proposta adatta a tutte le diete e potrà essere sicuramente sostituita da altrettanto valenti alternative. Quel che però si rende necessario ad un ragù di questo tipo è comunque una pasta rugosa in grado di trattenere al meglio la salsa con la carne, così da valorizzarne il ricco sapore.

Le pappardelle con ragù di capriolo, in particolar, sono da definirsi un’abbinata classica e perfetta. Non da meno, potranno essere apprezzate delle tagliatelle di riso o magari integrali. Le opzioni valutabili sono senz’altro molteplici. Al cospetto di un ragù così, tutto passa davvero in secondo piano ed anche la pasta stessa potrebbe essere messa da parte. Un’idea particolarmente sfiziosa, potrebbe essere quella di proporre il ragù di capriolo come antipasto magari presentato con dei deliziosi crostini di pane.

Ed ecco la ricetta del ragù di capriolo:

Ingredienti per circa 6/8 persone:

Per il ragù:

  • 500 gr. di carne di capriolo
  • 700 gr. di passata di pomodoro
  • 60 gr. di burro chiarificato
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 50 ml di vino rosso corposo
  • q.b. di sale

Per la marinatura:

  • 8 bacche di ginepro
  • 1 lt di vino rosso corposo
  • 1 rametto di rosmarino
  • 4 chiodi di garofano
  • 1 foglia di alloro
  • 2 foglie di salvia
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • q.b. di pepe nero in grani

Preparazione:

Come prima cosa occorre marinare la carne, a tal proposito sono necessarie dalle 8 alle 20 ore. Per questo motivo occorre cominciare a predisporre la marinatura almeno il giorno prima di quello pensato per l’assaggio del ragù di capriolo.

Preliminarmente, lavate con cura la carne di capriolo sotto acqua corrente a temperatura ambiente. Riponete la carne così trattata in una ciotola piuttosto capiente assieme ad alloro, salvia, rosmarino, aglio, pepe nero in grani, cipolla, ginepro e chiodi di garofano. Versate sopra alla carne ed alle spezie un litro di vino rosso corposo, assicurandovi che il capriolo rimanga completamente affogato sotto la marinatura. Riparate il contenuto della ciotola con della pellicola trasparente e lasciate il tutto a marinare in frigo per almeno 8/9 ore (massimo 20).

Trascorse le ore della marinatura, i pezzi di capriolo vanno scolati e macinati in un tritacarne. In assenza di un tritacarne, potrete macinare il capriolo a punta di coltello. Una volta macinata la carne, tritate carota, sedano e cipolla, riducendo il tutto in pezzetti piuttosto piccoli. In una pentola alta, con un po’ di burro chiarificato, ponete a rosolare le verdure.
Quando le verdure cominciano a mostrarsi appassite, unite la carne tritata. Cuocete a fioco vivace la carne di capriolo con le verdure, mescolando di tanto in tanto, finché non avrà cambiato colore in relazione alla cottura.

Quando il capriolo sarà uniformemente marroncino/grigiastro, versate il vino rosso e lasciate sfumare. Evaporato tutto l’alcool, versate il pomodoro e continuate la cottura a fuoco basso, coprendo la padella. La cottura dovrà essere lenta e delicata per almeno 4 ore, mescolando ogni tanto per evitare che si attacchi la carne sul fondo. Se nel corso della cottura il sugo dovesse tendere ad asciugarsi eccessivamente, aggiungete qualche mestolo d’acqua calda. Trascorse le ore di cottura quest’ottimo ragù sarà pronto per essere servito, magari accompagnato dalle pappardelle o dalla pasta che preferite!

4/5 (5 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Olio al basilico

Olio al basilico, un condimento aromatizzato speciale

Olio al basilico, dove e come utilizzarlo L’olio al basilico è un’idea spettacolare per un condimento che sappia valorizzare i piatti. Incarna alla perfezione lo spirito della cucina italiana,...

pasta con pesto di portulaca

Pasta con pesto di portulaca, un piatto rustico...

Pasta con pesto di portulaca, il segreto sta nel condimento Sono molto affezionata alla ricetta della pasta con pesto di portulaca e l'ho voluta realizzare in occasione della rubrica "Erbe e fiori...

Salsa verde per bollito

Salsa verde per bollito, un condimento rustico e...

Salsa verde per bollito, gli utilizzi in cucina La salsa verde per bollito di carne è un condimento presente in molti paesi e che indica un insieme di preparazioni, più che una ricetta in...

Passata di pomodoro

Passata di pomodoro per intolleranti al nichel

La passata di pomodoro, il simbolo della cucina italiana La passata di pomodoro è un po’ il simbolo della cucina italiana. E’ l’intingolo perfetto per gusto, impatto visivo, leggerezza e...

Salsa al mango

Salsa al mango, un intingolo perfetto per ogni...

Come si consuma il salsa al mango? La salsa al mango per accompagnare i vostri piatti. Certo diversa dal solito, anche perché gioca sull’agrodolce e propone, accanto ai sentori forti della salsa...

Dressing con fiori di camomilla

Dressing alla camomilla, una salsina multiuso

Dressing alla camomilla , un condimento originale Il dressing alla camomilla è un salsina molto particolare, che si caratterizza per un sapore tra l’aromatico, il salato e il dolciastro. In un...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


25-11-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti