bg header
logo_print

Pesto di melanzane, un condimento per pasta e bruschette

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Pesto di melanzane
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Ingredienti per il pesto di melanzane

Oggi prepariamo il pesto di melanzane, un’alternativa gradevole al pesto di basilico e se possibile ancora più saporita. L’elemento di maggiore novità è ovviamente la presenza delle melanzane, che stravolgono in positivo l’impatto organolettico del pesto. Per il resto troviamo gli ingredienti soliti: aglio, Parmigiano Reggiano, olio e lo stesso basilico. Troviamo anche le mandorle, che qui sostituiscono i pinoli in quanto sono più compatibili con le melanzane, che di per sé presentano un sapore abbastanza delicato.

Il pesto di melanzane è anche più nutriente del pesto normale, d’altronde le melanzane sono ricche di proprietà benefiche. Il riferimento è all’apporto di antocianine, sostanze che determinano il colore viola e che fungono da antiossidanti. In virtù di ciò riducono la probabilità di contrarre il cancro, rallentano l’invecchiamento cellulare e contrastano i radicali liberi.

Per il resto le melanzane contengono molte vitamine, tanti sali minerali e una quantità pressoché nulla di grassi. Le melanzane sono anche poco caloriche: un etto di melanzane non va oltre le 25 kcal. In ogni caso questo pesto – esattamente come l’originale – non contiene né glutine né lattosio. Mancano gli alimenti cerealicoli, mentre il Parmigiano è di per sé delattosato, soprattutto se ha subito una stagionatura superiore ai 12 mesi.

Ricetta pesto di melanzane

Preparazione pesto di melanzane

Per preparare il pesto di melanzane seguite questi passaggi.

  • Lavate e asciugatela le melanzane, poi fate dei buchi superficiali con la forchetta. Trasferitele su una teglia coperta con carta forno e cuocetele nel forno preriscaldato a 200 gradi per 40-45 minuti. Mi raccomando, al termine della cottura la polpa deve risultare morbida. Poi sfornate e lasciate raffreddare.
  • Private la melanzane del peduncolo, rimuovete i semi e la buccia. Poi strizzate la polpa delle melanzane e trasferitele in una scodella insieme al Grana grattugiato, al basilico, all’aglio, al sale, un po’ di pepe e le mandorle tostate.
  • Mescolate e frullate tutto con il minipimer. In alternativa, potete frullare tutto nel mixer. In ogni caso aggiungete gradualmente l’olio. Lo scopo è di creare un composto dalla consistenza densa e dalla texture granulosa.

Ingredienti pesto di melanzane

  • 400 gr. circa di melanzane
  • 40 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 40 gr. di mandorle pelate e tostate
  • mezzo spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di basilico fresco
  • q. b. di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe.

Come preparare il pesto di melanzane

Come si prepara il pesto di melanzane? La cucina italiana è rinomata per la sua capacità di reinventare ricette tradizionali con un tocco creativo, come nel caso del pesto di melanzane. Questo piatto offre una deliziosa variazione sul classico pesto, incorporando la dolcezza e la cremosità delle melanzane. La preparazione di questo pesto, nonostante la sua unicità, segue passaggi familiari a chiunque abbia già preparato il pesto tradizionale.

La chiave del successo sta nella qualità degli ingredienti e nella loro corretta preparazione. Iniziate selezionando melanzane fresche e mature. Dopo averle lavate e asciugate, cuocetele in forno. La cottura al forno è preferibile perché enfatizza la dolcezza naturale delle melanzane e ne ammorbidisce la polpa. Una volta cotte, pelate le melanzane, rimuovete i semi e tagliate la polpa a pezzetti. Questo passaggio è cruciale per assicurare una perfetta integrazione delle melanzane con gli altri ingredienti del pesto.

Proprio come nel pesto tradizionale, gli ingredienti vanno frantumati insieme. Potete utilizzare un frullatore, un minipimer, o per i puristi della cucina italiana, un mortaio. La scelta dell’attrezzo dipende dalla consistenza desiderata: più fine e omogenea con il frullatore, più rustica e granulosa con il mortaio. Aggiungete l’olio d’oliva extra vergine gradualmente mentre frullate gli ingredienti, per ottenere una consistenza liscia ma non troppo liquida.

Questo pesto di melanzane è incredibilmente versatile. Può essere servito con la pasta, come condimento per una bruschetta, o come salsa per insaporire verdure grigliate. La sua consistenza cremosa e il sapore ricco lo rendono adatto anche come base per altre salse o condimenti.

Quali melanzane scegliere?

Giunti a questo punto ci si potrebbe chiedere quali melanzane vanno impiegate per il pesto, d’altronde in commercio vi sono tante varietà. Ebbene, l’ideale sarebbe una melanzana molto morbida, tale da cuocerci in poco tempo e favorire la riduzione in purea. La melanzana più morbida in assoluto è la “seta”, che tra le altre cose spicca per una buccia sottile ma facile da rimuovere. Spicca anche per la dolcezza, un sentore che potrebbe entrare in contrasto con il concetto di pesto e precludere agli utilizzi più audaci dell’intingolo.

Potreste optare anche per una melanzana un po’ più coriacea ma più saporita, quella più aromatica è senz’altro la Perlina, che si caratterizza per le dimensioni contenute e per la forma allungata. E’ anche versatile, sicché si presta anche alla cottura in forno e al passaggio in frullatore.

Utilizzi creativi del pesto di melanzane

Come utilizzare il pesto di melanzane? Ebbene, le applicazioni sono simili e allo stesso tempo diverse rispetto al classico pesto di basilico. Partiamo dagli utilizzi in comune. Di certo il pesto di melanzane è ottimo sulla pasta, d’altronde la consistenza e la texture si presta alla funzione di intingolo e di salsa. Il pesto di melanzane funge anche da condimento a se stante, dunque si “regge da solo” e non richiede alimenti di supporto. Ovviamente è compatibile anche con le classiche guarnizioni a base di formaggio grattugiato.

Pesto di melanzane

Ma il pesto di melanzane è buono anche spalmato sul pane abbrustolito, in questo senso appare più indicato del pesto di basilico, poiché più delicato e meno intenso. Infine, può dare vita ad antipasti creativi. Non c’è davvero limite alla fantasia, se non quello legato al buon senso e alla compatibilità organolettica. A fare la differenza è la versatilità della melanzana, che unisce sapore e delicatezza.

Come personalizzare il pesto di melanzane

La versatilità del pesto di melanzane può essere preso come spunto per realizzare delle squisite varianti. La più interessante è quella che vede come protagonista la menta, d’altronde il binomio menta e melanzane è ricorrente in alcune ricette del sud Italia. Ovviamente in questo caso è necessario rinunciare al basilico, o almeno diminuirne la quantità. Il pesto con melanzane e menta è decisamente più fresco e aromatico, tuttavia gli usi rimangono gli stessi di un pesto qualsiasi.

Le melanzane, inoltre, possono essere associate al pomodoro, un abbinamento che non sorprende in quanto è presente nella Parmigiana, nella pasta alla Norma e in tante altre ricette. In questo caso, però, il basilico si abbina alla perfezione anche con il pomodoro.

Una combinazione più ardita è senz’altro quella con i peperoni. In questo caso, però, sarebbe indicato diminuire la quantità di melanzane in modo da non compromettere l’equilibrio organolettico.

Suggerimenti per la conservazione del pesto

Come si conserva il pesto di melanzane? Esattamente come il pesto normale, dunque in frigorifero per due-tre giorni al massimo. In alternativa è possibile trasformarlo in una sorta di conserva, aggiungendo abbondante olio. In tal modo si può conservare anche parecchie settimane, a patto di aver proceduto alla sterilizzazione dei vasetti e dei tappi. Per sterilizzare i vasetti basta la “bollitura” in acqua per una ventina di minuti almeno. Lo scopo è di impedire la proliferazione batterica e la comparsa del temibile botulino.

Ovviamente il pesto può essere anche congelato, in questo caso è bene riporlo dentro dei bicchierini da coprire con la carta stagnola. Ogni bicchierino corrisponde a una porzione, sia essa per la pasta piuttosto che per un antipasto corposo.

FAQ sul pesto di melanzane

Come si fa il pesto di melanzane?

La ricetta è simile a quella del pesto tradizionale, infatti tutti gli ingredienti vanno frullati mentre si aggiunge l’olio a filo. Ovviamente la melanzana va cotta e trattata a parte. Nello specifico va ammorbidita al forno, spellata e privata dei semi.

Come usare il pesto di melanzane?

Il pesto di melanzane può fungere da condimento per le bruschette e, in generale, per i primi piatti. Inoltre, può fungere da salsa per la pasta, proprio come il pesto di basilico.

Cosa si può fare con le melanzane?

Le melanzane sono tra gli ortaggi più versatili in assoluto: possono essere fritte, grigliate e cotte al forno. Inoltre, possono fungere da ingrediente principale di contorni, piuttosto che partecipare alla preparazione di salse. Infine, possono essere fatte ripiene e in tanti altri modi.

Ricette di pesto ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Chutney di semi di melone

Chutney di semi di melone: una ricetta gustosa...

I semi di melone: una gradita sorpresa ricca di nutrienti I semi di melone sono i veri protagonisti di questa chutney, una salsa che prende ispirazione da uno dei più famosi piatti indiani per...

Ragù di pollo

Ragù di pollo, un sugo alternativo per primi...

Cosa sapere sulla carne di pollo E’ utile parlare della carne di pollo, che è il vero elemento distintivo di questo ragù. Si tratta di una carne “nobile”, in quanto è più leggera e...

salsa agrodolce agli azzeruoli

Salsa agrodolce agli azzeruoli, un condimento per la...

Come utilizzare la salsa agrodolce agli azzeruoli Come ho già accennato, la salsa agrodolce agli azzeruoli è molto versatile. Può essere utilizzata sui secondi di carne, sui secondi di pesce e...