bg header
logo_print

Crostata senza glutine con marmellata di arance: una bontà!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crostata di quinoa e marmellata di arance
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

La bontà della crostata senza glutine di quinoa e marmellata di arance

Chi ha detto che l’educazione alimentare si impara sin da bambini? Io dico che non si finisce mai d’imparare ed è vero. Io ci sono arrivata un po’ tardi, ma ci sono arrivata e adesso posso confermare che un’alimentazione sana ed equilibrata è un vero e proprio passaporto per il benessere, senza mettere da parte la bontà. Con questi buoni presupposti, vi presento la crostata senza glutine di quinoa e marmellata di arance.

E’ una crostata leggera e deliziosa che potete gustare in ogni momento della giornata: a colazione, a merenda e come dessert. Molto probabilmente l’apprezzeranno anche i più piccoli, e questo vi farà sentire ancor più soddisfatti. Quando si tratta di dolci, l’ultima parola di apprezzamento spetta sempre a loro, non credete? Ma parliamo di questa ricetta e poi andiamo a prepararla!

Ricetta crostata senza glutine

Preparazione crostata senza glutine

  • Riunite in una terrina tutti gli ingredienti e impastateli fino a quando l’impasto diventerà liscio e compatto.
  • Formate una palla, ricoprite con della pellicola e riponete in frigorifero per due ore.
  • Una volta trascorso questo tempo, preriscaldate il forno a 180 gradi.
  • Stendete l’impasto con il mattarello fino ad uno spessore di circa mezzo cm ed adagiatelo in una tortiera ricoperta con della carta da forno bagnata e strizzata in modo che aderisca perfettamente.
  • Foderate la teglia con due terzi di impasto di pasta frolla.
  • Con il rimanente impasto della pasta frolla fate delle striscioline e formine con i coppapasta che copriranno tutta la farcitura.
  • Coprite la pasta frolla con la confettura e sopra adagiatevi le strisce o formine di pasta frolla.
  • Infine cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 35-40 minuti.

Ingredienti crostata senza glutine

  • 180 gr. di farina di quinoa
  • 75 gr. di amido di riso
  • 120 gr. di zucchero di canna bianco
  • 80 gr. di uova
  • 80 gr. di olio di riso
  • q. b. di limone grattugiato
  • q. b. di marmellata di arance amare

La farina di quinoa a colazione

Vi sembra strano una crostata con farina senza glutine e marmellata di arance? Beh non lo è, infatti si tratta di semi di una pianta speciale e non di cereali, che si prestano per molte preparazioni sia dolci che salate. Si rivela un alimento molto nutriente. Pertanto, dato che la colazione deve apportare la giusta quantità di energia e vitamine, questo prodotto è ottimo se lo trasformiamo in una gustosa pietanza.

Crostata di quinoa e marmellata di arance

La colazione deve essere qualcosa di appetitoso, ma non troppo calorico o pesante, inoltre non deve saziare ma dare una sensazione di benessere e presentarsi come un momento di relax prima di cominciare una giornata impegnativa. Per rispondere a queste esigenze la crostata senza glutine di quinoa e marmellata di arance è il top! Infatti la quinoa ha un sapore delizioso, specie se viene abbinata con gli alimenti giusti.

È altamente proteica (ma non contiene glutine), inoltre offre un buon apporto di magnesio, ferro, manganese, potassio, zinco, selenio e rame. Inoltre propone discrete dosi di acidi grassi omega 3, beta-carotene e tante vitamine, come la vitamina A, la B1, la B2, la B3, la B5, la B6, la C, la E e la J. È ottima per chi soffre di anemia e vanta delle eccellenti proprietà digestive, antiossidanti, protettive, antinfiammatorie, lassative e rilassanti. Secondo recenti studi può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari, abbassa i livelli di colesterolo nel sangue e promuove la salute dei muscoli, del cervello, delle ossa e dei denti!

Come preparare la marmellata di arance?

Tra i protagonisti della ricetta della crostata senza glutine c’è la marmellata di arance amare. Non è una marmellata qualsiasi, bensì una versione realizzata con arance amare. A tal proposito vi consiglio di utilizzare le arance Siviglia, in quanto si caratterizzano per un sapore intenso e per un gusto leggermente amaro che si fa apprezzare da tutti i palati. Per inciso la marmellata non è amara in senso assoluto, in quanto prevede l’impiego dello zucchero.

Preparare la marmellata di arance amare è molto semplice, anzi il procedimento non si differenzia più di tanto da quello delle altre marmellate. L’unica differenza risiede nell’impiego della buccia, che è parte integrante della ricetta. Per la preparazione si tritano le arance (buccia compresa) e si cuoce tutto in una pentola con dell’acqua. Quando il trito sta assumendo una consistenza densa e regolare si aggiunge lo zucchero (in un rapporto di 1 a 2 rispetto alla frutta), infine si cuoce il tutto per un altro quarto d’ora.

Quando si preparano le marmellate, a prescindere dagli ingredienti principali, è necessario sterilizzare i barattoli. Per farlo è sufficiente “cuocerli” in acqua bollente per una buona mezz’ora.

I benefici della crostata di quinoa senza glutine

Quello che abbiamo visto finora è interessante, non è vero? Ci spinge sicuramente di più a portare in tavola la quinoa a colazione e non solo, in particolare se viene accompagnata da altri alimenti capaci di aumentare il valore nutrizionale e le proprietà organolettiche nel piatto, proprio come accade nel caso della ricetta di oggi.

Che dire di più? Ogni persona in casa ha le sue abitudini, sia per quanto riguarda la colazione che gli altri pasti. Accontentare tutti potrebbe essere un problema, allora ho pensato a qualcosa che andasse bene per tutti in famiglia e ho centrato in pieno l’obiettivo con questa semplicissima crostata di quinoa e marmellata di arance, adatta anche ai celiaci. Provate anche voi!

Perché abbiamo usato l’olio di riso nella crostata senza glutine?

Questa crostata alla marmellata senza glutine si basa su un impasto fuori dal comune. Ma le peculiarità non si riducono alla farina utilizzata, infatti si estendono anche ai grassi che sono forniti dall’olio di riso.

L’olio di riso è un olio vegetale estratto dai chicchi di riso, ha un sapore delicato e sopporta alte temperature di cottura senza alterarsi. In ragione di ciò contribuisce a impasti dal carattere leggero, che esaltano il sapore dell’ingrediente principale.

L’olio di riso è molto valido anche dal punto di vista nutrizionale. E’ ricco di acidi grassi polinsaturi e monoinsaturi, benefici per il sistema cardiovascolare. Contiene anche vitamina E e svariati antiossidanti, che proteggono le cellule dai danni dei radicali liberi.

La sua leggerezza lo rende perfetto anche come grasso di frittura, infatti ha un punto di fumo elevato che contribuisce a una cottura rapida senza coprire il sapore degli altri ingredienti.

Cosa sapere sulle uova

Questa crostata gluten free alla marmellata, come tutte le crostata del resto, vanta una base in pasta frolla che richiede l’uso delle uova. Le uova sono alimenti spesso bistrattati, in quanto giudicati dannosi per l’organismo. In realtà le uova sono ricche di macronutrienti essenziali, tra cui spiccano vitamine, sali minerali e proteine ad alto valore biologico.

Il riferimento è alle vitamine A, E e D, nonché ad alcune vitamine del gruppo B; in generale supportano la vista e il sistema immunitario. Stesso discorso per il calcio, il ferro, il potassio e lo iodio. E’ vero contengono anche il colesterolo, quindi vanno consumate con prudenza, ma contengono anche la lecitina che riduce indirettamente gli effetti collaterali del colesterolo stesso.

Infine le uova sono meno caloriche di quanto si pensi: un uovo di dimensioni medie apporta circa 60 kcal. Per questa ricetta bastano a malapena due uova, quindi non incidono più di tanto nel computo finale delle calorie.

FAQ sulla crostata senza glutine

Come non fare fuoriuscire la marmellata dalla crostata?

Per evitare che la marmellata fuoriesca dalla crostata è importante non eccedere con la quantità di ripieno, assicurandosi che i bordi della pasta frolla siano ben sigillati. Inoltre è bene utilizzare una marmellata densa.

Come lucidare la crostata alla marmellata senza glutine?

Per lucidare la crostata alla marmellata si può spennellare la superficie con gelatina neutra o con un sottile strato di marmellata sciolta. Questo trucco dona lucentezza e migliora l’aspetto del dolce, rendendolo più invitante e gustoso.

Come stendere la pasta frolla alla stessa altezza?

Per stendere la pasta frolla alla stessa altezza si possono utilizzare i matterelli con dischi regolabili che mantengono uno spessore uniforme, oppure posizionare due stecche di legno della stessa altezza ai lati della pasta mentre si stende con il matterello.

Perché la marmellata rimane liquida?

La marmellata può rimanere liquida se non è stata cotta abbastanza a lungo per permettere la gelificazione. Un’altra causa può essere un rapporto sbagliato tra zucchero e pectina, essenziale per addensare la marmellata. Una soluzione consiste nell’aggiunta di una dose ulteriore di pectina.

Quante calorie ha una fetta di crostata alla marmellata?

Dipende dalle dimensioni della fetta e dalla marmellata. Nella crostata per celiaci che vi ho presentato, considerando che la marmellata di arance vanta una quantità di zucchero inferiore alla media, si può ipotizzare un apporto di 200-300 kcal a fetta.

Ricette crostate ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...

Torta fredda allo yogurt senza glutine

Torta fredda allo yogurt senza glutine, il dessert...

Un focus sullo yogurt greco Il vero protagonista di questa torta fredda è lo yogurt, e per la precisione lo yogurt greco. Questa tipologia di yogurt spicca per la consistenza importante e...