La merenda per i ragazzi, ecco le soluzioni più salutari

Merenda per i ragazzi
Commenti: 0 - Stampa

La merenda pomeridiana non è solo un piacere.

La merenda è da sempre considerata un piacere. Per gli adulti può arricchire un momento di pausa dal lavoro o, se fatta molto tardi, sancire la fine della giornata lavorativa. Per i ragazzi è un modo per rifocillarsi dopo le fatiche di scuola o per ricevere la giusta carica durante una sessione di studio.

A prescindere dagli scopi, la merenda dovrebbe avere determinate qualità. Per tutti dovrebbe essere buona e abbastanza leggera, d’altronde non stiamo parlando di un pasto principale ma di un “intermezzo” tra il pranzo e la cena. Per i ragazzi dovrebbe essere un po’ più nutriente, vista la loro tendenza a muoversi di più e il fabbisogno è un pochino più elevato.

In ogni caso è bene che non sia molto grassa. Da questo punto di vista è sufficiente mettere al bando, o limitare, gli snack già confezionati e procedere con la preparazione in prima persona. Per evitare errori è necessario non esagerare con le salse o sostituirle con emulsioni fatte a mano, se la merenda è salata.

Per il resto non ci sono limiti alla fantasia e non ci sono nemmeno “limiti di intolleranza” che tengano. Le soluzioni senza glutine o senza lattosio sono numerose anche per chi soffre di intolleranze alimentari come quelle al lattosio o chi è affetto da celiachia.

Di seguito vi presento alcune idee per una merenda degna di questo nome. Alcune soluzioni sono dolci, altre salate, altre ancora liquide. Non è detto che una debba escludere l’altra, infatti a seconda del gusto e di chi consumerà la merenda, potete adottarle anche entrambe.

Alcuni spunti per una sana merenda salata

Una merenda classica è quella composta – nella maggior parte dei casi – dal panino imbottito. Il consiglio, se puntate agli insaccati, è di privilegiare quelli poco grassi, come la bresaola o il prosciutto cotto. Anche perché da quest’ultimo, a differenza della mortadella o del salame, è possibile eliminare la parte grassa.

Vi consiglio un panino imbottito che vi permetta di sperimentare nuovi sapori. Un panino con prosciutto, mozzarella e hummus, come l’hummus di ceci, pomodoro e basilico Noa di Exquisa. Si tratta di uno spalmabile straordinario, che dimostra l’abilità di Exquisa di stupire con abbinamenti mai visti che stuzzicano il palato.

E’ un prodotto sano, composto da ceci (per il 42%), pomodori sia freschi che secchi (11% in totale) ed erbe o piante aromatiche, tra cui spicca il basilico.

Merenda per i ragazzi

E’ realizzato senza conservanti, senza additivi o altre sostanze aggiunte. L’unica avvertenza riguarda il nichel in quanto ne contiene parecchio, vista la presenza dei pomodori. Dunque fate molta attenzione se soffrite di allergia a questa sostanza.

I dolci per una merenda perfetta

Non esiste merenda senza dolci, siano essi la portata principale o una gradevole conclusione. Anche da questo punto di vista le possibilità sono numerose. A chi ama i biscotti, consiglio di puntare su quelli fatti in casa. Qui sul sito trovate tantissime ricette sfiziose, compatibili spesso e volentieri con le necessità dei celiaci.

Molto sfiziosi sono i biscotti con le nocciole e chufa, realizzati con una particolare farina proveniente dalla Spagna. Molto buoni e “rustici” sono anche i biscotti con farina di sorgo e piselli. A metà strada tra il classico e l’esotico, invece, sono i biscotti con il miglio e le bacche di Goji.

Stesso discorso per i muffin, che tra l’altro sono tra i dolci più semplici da realizzare. Anche in questo caso le possibilità sono numerose, sia come impasto che come topping o decorazione.

A me piacciono molto i muffin con farina di piselli e gocce di cioccolato, che hanno un sapore davvero fuori dal comune. Più complessi nel sapore (ma non nella preparazione) sono i muffin con arance e spezie, che danno vita a una combinazione di sapori molto particolare.

Potete arricchire le merende pomeridiane anche con le barrette, magari di carattere “energetico”, che sono ideali per dare sfogo alla propria fantasia con combinazioni ardite. Vi consiglio di provare le barrette al grano saraceno, che sono un mix di carboidrati, fibre e persino proteine.

Merita una chance anche la barretta di anacardi e ananas, che unisce le proprietà della frutta secca brasiliana con la portata vitaminica dell’ananas. Stesso discorso per la barretta con le noci pecan, che è un pò più calorica ma molto nutriente.

Frutta e succhi per uno spuntino nutriente

In un pasto che si rispetti non può mancare la frutta, e la merenda non fa eccezione. Sulla frutta non c’è moltissimo da dire in quanto è tutta buona e in grado di apportare nutrienti necessari alla salute dell’organismo.

Il riferimento è alle vitamine, ai sali minerali e alle fibre. A tal proposito va sfatato il mito secondo cui la frutta zuccherina fa ingrassare. In realtà non dipende dalla quantità di zucchero, anche perchè non si tratta di zucchero ma del più innocuo fruttosio.

Potete consumare la frutta anche in forma “liquida”. In questo caso il consiglio è di privilegiare le classiche spremute, ma anche i centrifugati e gli estratti. Questi ultimi in particolar modo hanno la capacità di conservare tutti i principi nutritivi contenuti nella frutta. Per il resto a voi la scelta!

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

frigorifero

Il frigorifero, come conservare bene i cibi e...

Come conservare gli alimenti freschi in frigorifero. Per ottenere una buona conservazione degli alimenti freschi in frigorifero, occorre riporli negli scomparti o ripiani più adatti, tenendo...

pancakes di avocado

Tutto sul pancake, curiosità storiche e varianti

Il pancake, un dolce americano dalle origini greche I pancake sono un po’ il simbolo della cucina americana. D’altronde affollano da sempre film e serie TV, e sono entrati anche...

Colazione iperproteica

Colazione iperproteica, una alternativa al cappuccino

Cosa si intende per colazione iperproteica? Avete mai sentito parlare di colazione iperproteica? Se non conoscete il significato, sappiate che è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia una...

Cucina cilena

Cucina cilena, ricette e curiosità di una tradizione...

Un approfondimento sulla cucina cilena Oggi vorrei introdurvi alla cucina cilena, una cucina che spesso non riceve gli onori che merita in quanto è offuscata da altre tradizioni gastronomiche,...

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...

Festa di San Patrizio

Idee per la Festa di San Patrizio o...

Festa di San Patrizio o Saint Patrick’s Day, non solo una festa irlandese Quale migliore occasione dalla festa di San Patrizio, Saint Patrick’s Day, per fare la conoscenza della cucina...

31-08-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti