Orate con salsa al pistacchio

Tempo di preparazione:

Vi sembrerà davvero incredibile, anche perché generalmente i medici non ne parlano, ma molti problemi e malattie hanno la loro causa profonda in un cattivo funzionamento dell’intestino, dovuto al poco movimento, inquinamento ambientale e uso di medicinali non naturali. A questi fattori dobbiamo aggiungere un’alimentazione sbilanciata, troppo ricca di zuccheri, di alimenti raffinati e additivi chimici e povera di elementi primari, come fibre, vitamine e sali minerali.

Anche lo stress, dal canto suo, può determinare un’alterazione delle pareti intestinali provocando una contrazione eccessiva o insufficiente, e può anche influenzare la flora batterica, rallentandone la ricostruzione. Va notato che in un intestino sano la mucosa dovrebbe rinnovarsi ogni quattro giorni.

La maggior parte delle persone soffre di disbiosi, vale a dire delle conseguenze di una cattiva con vivenza tra uomo e batteri intestinali. L’equilibrio tra uomo e batteri viene disturbato dall’uso d alimenti sterilizzati e denaturati, inquinamento ambientale, tossine e abuso di medicinali.

La conseguenza sta nella drastica diminuzione delle difese immunitarie dell’ organismo. Più del 30% della popolazione presenta un metabolismo disturbato da una eccessiva proliferazione dei batteri intestinali. I tessuti non sono sufficientemente ossigenati. Tossine e rifiuti non vengono decomposte abbastanza celermente. Si raggiunge uno stadio di auto-intossicazione. Le conseguenze sono: perdita di vitalità, stanchezza, depressione, mancanza di concentrazione, aggressività ed attacchi d panico. Malattie come infezioni, infiammazioni, poliartrite, problemi di capelli, acne, psoriasi e altre malattie della pelle, emicrania, allergie e molti altri disturbi vengono attribuiti oggi al malfunzionamento dell’intestino.

Per molto tempo i processi immunologici del corpo umano sono stati considerati dal punto di vista infettivo mentre si è riconosciuto in seguito che esiste una stretta correlazione tra processi metabolici e sistema immunitario. Il sistema immunitario è per 1’80% localizzato sulle pareti dell’intestino tenue e crasso. Le immunoglobuline (particelle proteiche con proprietà immunologiche) si formano per la maggior parte nell’intestino. La mucosa dell’intestino crasse è il sistema difensivo più importante contro le tossine. Seguono poi il fegato, reni, ghiandole, polmoni e superficie cutanea.

Il Prof. Otto Wartburg Premio Nobel 1931, per aver riconosciuto che i sistema immunitario, indebolito dal malfunzionamento del metabolismo favorisce notevolmente l’insorgere e la diffusione nell’intestino di cellule degenerative. Una grossa fetta della popolazioni mondiale soffre di costipazione. A causa della continua errata alimentazione la normale peristalsi dell’intestino ha subito un arresto. Scorie, incrostazioni e sostanze rigide nelle “tasche intestinali’ impediscono una normale peristalsi (movimento ritmico e ondulatorio dell’intestino) e con ciò i trasporto del contenuto intestinale. Sono di parziale aiuto solo lassativi sempre più potenti con li conseguente azione distruttiva sulla mucosa intestinale.

Un intestino sano è il presupposto di un corpo sano………….. e allora cosa possiamo fare?

• ripulire l’intestino attraverso l’idrocolonterapia e conseguente normalizzazione (la guarigione è possibile solo se preceduta dalla pulizia)

• correzione dell’ alimentazione

• praticare attività motoria.

Quindi oltre a mangiare sano, fare movimento, dormire serenamente una volta l’anno sarebbe bene che vi sottoponiate a questo esame. Io ero terrorizzata quando mi hanno detto che dovevo farlo, ma devo dire che è stato indolore e non mi ha creato problemi.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 orate di circa 500 g ciascuna;
  • 1 ciuffetto di prezzemolo;
  • 1 porro;
  • 1 piccola cipolla;
  • 1 foglia di alloro;
  • 1 costola di sedano verde;
  • 1/2 l di vino bianco secco, tipo Vermentino;
  • 1 ciuffetto di timo;
  • 20 g di sale grosso;
  • 2-3 grani di pepe;
  • sale.

Per la salsa al pistacchio:

  • 50 g di pistacchi sgusciati;
  • 30 g di gherigli di noci;
  • 2 acciughe diliscate;
  • 8 cucchiai di olio d’oliva;
  • 6 cucchiai di succo di limone.

Preparazione

Squamate, pulite, svuotate le ora te; lava­tele e asciugatele accuratamente. Pulite e lavate tutte le verdure aromatiche e met­tetele nella pesciera con il sale grosso e il pepe. Versate nel recipiente il vino e un li­tro d’acqua e fate bollire per 20 minuti. Lasciate raffreddare il liquido, poi immer­getevi le ora te. Riportate a ebollizione, ab­bassate al minimo la fiamma e lasciate sobbollire per dieci minuti. Sgocciolate bene le ora te, quindi adagiatele in un piat­to di portata.

Preparazione della salsa. Scottate per un momento in acqua bollente i semi di pi­stacchio e i gherigli di noci; spellateli e spezzettateli, passateli al tritatutto unen­dovi le acciughe diliscate. Riducete il tut­to in pasta finissima che verserete in una ciotola.

Amalgamate a parte, in altra ciotola, 1’o­lio con il succo di limone. Versate questa miscela, a poco a poco, sulla pasta prepa­rata in precedenza. Mescolate con un cuc­chiaio di legno fin quando otterrete una salsa fluida.

Presentate in tavola le orate lessate as­sieme alla salsa al pistacchio disposta in una salsiera. Fate le porzioni di pesce, sa­latele leggermente, su ogni porzione ver­sate una cucchiaiata di salsa al pistacchio e infine servite.

Tempo occorrente: 45 minuti

Condividi!

Un commento a “Orate con salsa al pistacchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *