Per la festa della mamma: orata agli agrumi

orata agli agrumi
Commenti: 0 - Stampa

Prepariamo il filetto di orata agli agrumi

In tutto il mondo, un giorno all’anno (…quest’anno il 13 maggio)  viene dedicato alla Festa della Mamma. In Italia, da diversi anni, si celebra a maggio. Si tratta di una giornata che ci ricorda quanto siano importanti le mamme nella nostra vita. Per questo, vi suggerisco di prepararle un ottimo pranzo o cena per farle sentire quanto è importante per voi. Per la festa della mamma vi consiglio di preparare un filetto di orata agli agrumi, patate e salsa al Franciacorta.

Si tratta di un secondo piatto a base di pesce aromatizzato con arance e mandarini, un’opzione originale adatta per celebrare una festa come questa. Questa pietanza non contiene né glutine né lattosio, in modo tale da poter essere consumata anche da chi soffre di queste intolleranze alimentari.

L’orata, la protagonista del piatto

Fra i pesci più apprezzati dagli italiani, e non solo, troviamo l’orata. Si trova, infatti, sia nel Mediterraneo che nell’Atlantico, il che ha permesso di creare una vasta gamma di ricette a base di questo pesce. Le orate che troviamo in pescheria o al supermercato possono essere sia di allevamento che selvatiche, e possono essere cucinate in diversi modi, al forno, al vapore, al cartoccio, ecc.

Tra le altre doti di questo prodotto ittico spunta la bassa concentrazione di colesterolo (solo 65 milligrammi ogni 100 grammi). Inoltre, a tutto ciò che avete appena letto, potete aggiungere un’ampia varietà di sali minerali, come calcio e fosforo, e una notevole quantità di vitamine del gruppo B. Secondo le ricerche, l’orata può servire per combattere l’arteriosclerosi e le malattie del fegato, ed è molto indicata per i bambini e per gli adolescenti, in quanto utile per la loro crescita.

Tra le proprietà e i valori nutrizionali dell’orata possiamo quindi riscontrare molti elementi positivi, ma ci sono alcune (contro)indicazioni delle quali dobbiamo tenere conto: per essere perfetta sotto ogni punto di vista, dev’essere fresca e di qualità. Anche la provenienza conta molto. Infatti, l’eventuale presenza di agenti particolarmente inquinanti nelle acque dove è stata pescata può fare la differenza e lo stesso vale per quanto riguarda l’alimentazione se proviene da un allevamento. In pratica, sarà necessario fare un acquisto ponderato e tutto andrà bene!

Nella nostra ricetta del filetto di orata agli agrumi, patate e salsa al Franciacorta, questo pesce verrà passato sia in padella che in forno. Il tocco originale, in questo caso, è quello di spennellare l’orata, prima di cucinarla in forno, con una riduzione del succo di mandarini, arance e miele. La combinazione di sapori salati, dolci e acidi è il segreto di questa ricetta.

orata agli agrumi

Filetto di orata agli agrumi: l’accompagnamento

Il filetto d’orata al forno verrà adagiato su una purea di patate che è uno dei principali accompagnamenti di questo piatto. Tuttavia, ci sono altre due preparazioni da elaborare per rendere perfetto questo piatto. Da una parte utilizzeremo le scorze degli agrumi per creare dei piccoli canditi con cui abbellire il piatto e aggiungere un sapore differente.

Dall’altra, elaboreremo una salsa a base di Franciacorta, nella sua versione brut. Riducendo questo vino e unendo del burro a pezzetti, otterrete una salsa differente, dal sapore un po’ secco ma non troppo. Mettetevi alla prova e elaborate il vostro filetto di orata agli agrumi, patate e salsa al Franciacorta per festeggiare la vostra mamma!

Ed ecco la ricetta del Filetto di orata agli agrumi

Ingredienti per 6 persone:

  • 6 filetti di orata
  • 2 arance
  • 4 mandarini
  • 20 g di zucchero
  • 20 g di miele di acacia
  • 500 g di patate
  • ½ dl di latte intero consentito
  • 30 g di parmigiano reggiano 36 mesi
  • 4 dl di Franciacorta brut
  • 30 g di burro Prealpi chiarificato
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Preparazione:

Tagliare la scorza degli agrumi a julienne, versarle in una piccola casseruola con lo zucchero, coprire di acqua e cuocere a fiamma bassa fino a quando il liquido risulta evaporato.

Spremere il succo degli agrumi, versarlo in una casseruola con il miele e lasciare ridurre fino ad ottenere un quarto del volume iniziale.

Cuocere le patate in acqua salata, scolarle, sbucciarle, passarle al setaccio e aggiungere il latte caldo, il parmigiano, sale e pepe.

Versare il vino in una casseruola, farlo ridurre fino ad ottenere un quarto del volume iniziale e unire il burro freddo a pezzetti.

Spinare i filetti di orata, salarli, peparli, farli rosolare in padella con poco olio, disporli su una teglia, spennellarle con la riduzione di agrumi e completare la cottura in forno a 180°C per 5 minuti.

Versare la purea di patate nei piatti di portata, adagiarvi i filetti di orata, accompagnare con la riduzione di vino e completare con le scorzette degli agrumi.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

madeleine al riso integrale

Madeleine al riso integrale e canihua, variante esotica

Madeleine al riso integrale, dolce perfetto per la Festa della Mamma Le madeleine al riso integrale e semi di canihua sono un’idea perfetta per la Festa della Mamma. Sono infatti dei dolcetti...

drip cake ai lamponi

Drip cake ai lamponi, una torta per la...

Drip cake ai lamponi e pistacchi per una giornata speciale La drip cake ai lamponi e pistacchi è un dolce delizioso e dal grande impatto visivo, equilibrato nel gusto e coloratissimo. E’...

Semifreddo allo Skyr e pere

Semifreddo allo Skyr e pere per la Festa...

Semifreddo allo Skyr e pere caramellate, raffinato Il semifreddo allo Skyr e pere caramellate è un dolce di alta classe, che non vi farà rimpiangere i prodotti da pasticceria. L’impatto visivo...

Ciambella profumata alle fragole

Ciambella profumata alle fragole per la Mamma

Ciambella profumata alle fragole, un tripudio di colori e sapori La ciambella profumata alle fragole con glassa rosa è un “signor” dolce buono da gustare e bello da vedere, ricco di ingredienti...

Torta con fragole e sciroppo

Torta con fragole e sciroppo di agave, per...

Torta con fragole e sciroppo di agave per la Festa della Mamma La torta con fragole e sciroppo di agave in pasta di zucchero è un dolce davvero speciale, che coniuga un gusto pieno con un impatto...

Straccetti di vitello

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, piatto...

Straccetti di vitello con salsa alle fragole, un secondo delicato e originale Gli straccetti di vitello con salsa alle fragole sono un secondo molto particolare come potete vedere dalla foto. Un...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


01-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti