Crostata al mango: la dolcezza che si tramuta in benessere

Prepariamo la golosa crostata al mango… Tutti pronti?

La crostata al mango è da sempre una delle mie ricette preferite, soprattutto perché non è un dolce “comune”, nel senso che sicuramente non viene preparato molto spesso. Questo si tramuta in un senso di novità ogni volta che l’assaggio! È perfetta per una festa o per una cena in compagnia e in ogni occasione si rivela sempre una golosa sorpresa… L’adorano gli adulti e l’adorano anche i bambini, e quasi certamente l’adorerete anche voi!

Preparare la crostata al mango significa unire le nostre tradizioni culinarie ai sapori esotici e spesso lontani dalla nostra portata, che rendono il dessert ancor più speciale. Scegliendo questa ricetta potrete portare in tavola un mix di gusti sensazionali, più delicati e più intensi, che si sposano alla perfezione. In particolare, non potrete fare a meno di amare il frutto protagonista che ci offre una notevole esperienza organolettica e persino un buon carico di benessere e di nutrienti da non sottovalutare… Scopriamo qualche dettaglio in più e poi mettiamoci al lavoro!

Un frutto esotico dalle numerose potenzialità

Quando si tratta di preparare la crostata al mango, alcune persone sono un po’ scettiche, in quanto non conoscono bene il sapore del frutto protagonista. A questo proposito, è utile considerare che si tratta di un alimento dolce, succoso e in grado di donare colore a ogni piatto! Secondo le ricerche, è un valido antitumorale, nonché un ingrediente perfetto per chi desidera tenere sotto controllo la linea. Molti esperti tendono a inserirlo nella lista dei superfoods, proprio perché si presenta come una valida fonte di vitamine e fibre.

Gli studi hanno affermato che l’alimento al centro della ricetta della crostata al mango è carico in particolare di vitamina A, C e vitamine del gruppo B, e contiene numerosi sali minerali, tra cui troviamo calcio, magnesio e potassio in notevole quantità. È un integratore naturale, un perfetto rimedio “anti-stanchezza” e si presenta come un vincente alleato per coloro che hanno la necessità di ottimizzare le funzioni intestinali. Tra l’altro, abbiamo a che fare con un frutto ricco di potenti antiossidanti!

Crostata al mango

La crostata al mango è ricca di “lupeol”: lo sapevate? Scopriamo di cosa si tratta

Il “lupeol” è un antiossidante noto per le sue notevoli proprietà antinfiammatorie e antitumorali. Secondo gli esperti, propone anche un effetto diuretico, depurativo e antietà. A detta delle popolazioni asiatiche, questa sostanza è persino notevolmente afrodisiaca. Per questi motivi, in Asia ci sono tantissime persone che assaporano questo frutto quotidianamente. Oggi tocca a noi: lo porteremo in tavola con la ricetta della crostata al mango, golosa e amata ad ogni età.

Potrete prepararla ogni volta che riuscirete a procurarvi un buon mango, senza dimenticare che in estate… avrete a che fare con un frutto in grado di tramutarsi in un vero toccasana per l’abbronzatura! Per preparare questo dessert useremo anche la farina di riso, altamente digeribile, più leggera rispetto alla farina tradizionale, naturalmente senza glutine e perfetta per la preparazione dei dolci. In pratica, avrete a portata di mano degli ingredienti che vi permetteranno di preparare una crostata al mango a dir poco fenomenale… Provatela e fatemi sapere!

Ed ecco la ricetta della Crostata al mango

Ingredienti per 6 persone

  • 210 gr. di margarina Burrella
  • 210 gr. di zucchero semolato
  • 420 gr. di farina di riso consentita
  • 5 uova
  • 8 gr. di gomma di guar
  • la scorza grattugiata di un’arancia non trattata
  • un pizzico di sale
  • 30 gr. di pinoli di cedro
  • zucchero a velo consentito
  • 1 uovo per spennellare
  • farina di riso finissima per lo spolvero

Per la crema:

  • 400 gr. di latte fresco Accadi
  • 100 gr. di panna fresca Accadi
  • 4 rossi d’uovo
  • 130 gr. di zucchero
  • 60 gr. di amido di mais consentito
  • mango a fette e ribes

Preparazione

Preparazione pasta frolla:

Disponete la margarina e lo zucchero in una terrina, e lavorate questi ingredienti velocemente con le mani. Aggiungete poco per volta la farina di riso, miscelata in precedenza con la gomma di guar, e lavorate il tutto molto energicamente.

A questo punto unite le uova, la scorza d’arancia e amalgamate bene gli ingredienti, incorporando man mano la farina e il sale.

Alla fine, impastate delicatamente per ottenere un composto omogeneo e compatto. Una volta che la pasta frolla sarà pronta, datele la forma di un panetto basso, avvolgetela nella pellicola trasparente e ponetela in frigorifero per almeno un’ora.

Preparazione crema pasticcera:

Versate il latte e la panna in una casseruola, e riscaldate questi ingredienti, arrivando a circa 75 °C (a fiamma dolce servono circa 3-4 minuti).

In una terrina, lavorate con le fruste elettriche i tuorli insieme allo zucchero; unitevi l’amido e continuate a lavorare fino a ottenere un composto spumoso. Versate a filo il latte, mescolando di continuo con una frusta a mano, e fate amalgamare bene il tutto.

Trasferite il composto nuovamente nella casseruola, mettetelo sul fuoco e portatelo alla temperatura di circa 80 °C (la crema a questa temperatura non si attacca, in termini di tempo corrisponde a circa 4 minuti a fiamma dolce). Dopodiché, spegnete il fuoco e trasferite la crema in una teglia bassa e larga, livellatene la superficie, coprite con pellicola da cucina e fate riposare in frigorifero per un’ora.

Al termine del riposo, trasferite la crema in una terrina e, se dovesse risultare troppo compatta o grumosa (per il raffreddamento), ripassatela con il frullatore a immersione per qualche secondo oppure in un setaccio.

Assemblaggio:

Riprendete la pasta frolla e lavoratela qualche minuto su una spianatoia. Poi stendetela con il matterello fino a ottenere uno spessore di circa 4-5 millimetri.

Imburrate e infarinate una tortiera dal diametro di 20 centimetri, avvolgete il disco di pasta frolla sul matterello e srotolatelo sulla teglia, coprendo così fondo e lati.

Eliminate l’eccesso di pasta passando il matterello sui bordi della tortiera.

Bucherellate delicatamente la superficie della torta con i rebbi di una forchetta, spennellatela quindi con il restante uovo e mettete la torta in forno già caldo a 180 °C, per circa 45-50 minuti. Trascorso il tempo necessario, estraetela dal forno e lasciatela raffreddare.

Distribuite la crema pasticcera su tutta la superficie e decorate con il mango a fettine.

Prima di tagliare e servire, lasciate raffreddare la torta per circa un’ora.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *