bg header
logo_print

Zucchine in carrozza, una ricetta con ingredienti sfiziosi

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Zucchine in carrozza
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Zucchine in carrozza, dei perfetti antipasti

Le tradizioni culinarie sono spesso arricchite e rinnovate attraverso l’incorporazione di nuovi ingredienti e tecniche. Un esempio perfetto di questa evoluzione gastronomica è la reinterpretazione delle classiche “mozzarelle in carrozza”, dove le zucchine diventano le protagoniste indiscusse.

Questo piatto combina la morbidezza del formaggio fuso con la freschezza e la croccantezza delle zucchine, offrendo un’esperienza gustativa unica. Scopriamo insieme come le zucchine possono trasformare un antipasto tradizionale in un piatto innovativo e delizioso.

Zucchine in carrozza, una variante gustosa e facile da preparare. Siamo abituati a immaginare le mozzarelle in carrozza come pezzi di rosticceria standard, eppure possono dare vita a versioni particolari che stuzzicano il palato e la curiosità. In questo caso la novità è data dalla presenza delle zucchine che vengono grigliate e poste sulle fette di mozzarella per formare uno strato di farcitura intermedio.

Il risultato è straordinario: alla tradizionale cremosità della zucchine in carrozza classica si aggiunge la croccantezza delle zucchine. Al sapore di latte della mozzarella si aggiungono le note più delicate e “vegetali” delle zucchine.

Vi consiglio di preparare le zucchine in carrozza durante gli eventi speciali, ossia quando si ospitano parenti o amici. Gli invitati rimarranno piacevolmente sorpresi quando capiranno che i ripieni sono formati da ingredienti che si bilanciano alla perfezione, donando un gusto davvero unico.

Ricetta zucchine in carrozza

Preparazione zucchine in carrozza

  • Per preparare la zucchine in carrozza iniziate lavando con cura le zucchine, poi tagliate via le estremità e affettatele per lungo, utilizzando se possibile una mandolina. Cuocete le zucchine alla griglia, girandole da un lato e dall’altro, poi conditele con olio, sale, basilico fresco e aglio tritato. Infine, date una mescolata.
  • Posizionate metà delle fette di pancarré su un tagliere. Posizionate prima le zucchine (ben scolate) e alcune fette di mozzarella tagliate molto sottili e ben asciutte (potete tamponarle con carta da cucina). Infine, salate e pepate leggermente.
  • Applicate le altre fette per chiudere, esercitando una pressione per far aderire il tutto. Poi tagliate in diagonale per ottenere dei triangoli.
  • Ora passate le mozzarelle in carrozza che avete preparato prima nella farina di riso, poi nelle uova sbattute e infine nel pangrattato. Terminata questa fase lasciatele riposare in frigo per 30 minuti.
  • Trascorso questo lasso di tempo applicate una seconda panatura senza usare la farina. Infine, lasciate riposare ancora per mezz’ora.
  • Friggete le mozzarelle in carrozza nell’olio di semi in modo che diventino dorate. Infine, prelevatele con un mestolo forato e fatele riposare sulla carta assorbente prima di servire.

Ingredienti zucchine in carrozza

  • 12 fette di pancarrè senza crosta e senza glutine
  • 200 gr. di mozzarella senza lattosio
  • 3 zucchine
  • q. b. di foglie di basilico fresco
  • q. b. di farina di riso e pangrattato consentito
  • 5 uova
  • 1 spicchio d’aglio
  • q. b. di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di olio di semi di arachidi per friggere
  • un pizzico di sale e di pepe

Quali zucchine utilizzare per la zucchine in carrozza

In commercio si trovano tante varietà di zucchine, quindi è più che legittimo chiedersi quale sia la varietà più adatta per la ricetta delle zucchine in carrozza. La scelta più comune verte sulle zucchine verdi classiche, originarie del sud Italia ma diffuse un po’ ovunque. Esse forniscono un compromesso tra note dolci e gusto intenso, conservando allo stesso tempo una certa croccantezza.

Tuttavia, potreste usare anche le zucchine gialle. In questo caso otterrete un sapore un po’ più dolce e una consistenza ancora più morbida. Inoltre, potreste utilizzarle anche da crude, visto che spesso e volentieri si consumano a mo’ di carpaccio (se vengono tagliate sottili).

Il consiglio, tuttavia, è di sperimentare. La ricetta riesce in ogni caso, anche se il sapore cambia leggermente tra una varietà e l’altra.

Con il loro colore vivace e sapore distintivo, le zucchine gialle possono aggiungere un tocco speciale ai tuoi piatti, rendendoli non solo visivamente attraenti ma anche deliziosamente diversi.

Abbiamo scelto di utilizzare le zucchine gialle come ingrediente principale. Oltre ad avere un sapore leggermente più dolce rispetto alle loro controparti verdi, le zucchine gialle tendono ad avere una consistenza leggermente più soda quando cotte, rendendole ideali per una varietà di preparazioni.

Ma non è solo il sapore e la consistenza che rendono queste zucchine speciali. Il loro colore giallo brillante può vivacizzare qualsiasi piatto, trasformandolo da ordinario a straordinario. Immagina la vivacità delle zucchine gialle in contrasto con altri ingredienti sul piatto, creando un’esplosione di colori che solletica l’appetito ancor prima del primo morso.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

Vale la pena indagare sulla compatibilità tra questo tipo di zucchine in carrozza, i celiaci e gli intolleranti in generale. Di base né questa né altre varianti possono essere consumate da chi ha problemi di intolleranze alimentari. La panatura è infatti realizzata con la farina e con il pane, senza contare la presenza del pancarrè. Allo stesso tempo la mozzarella è ricca di lattosio.

Nessuno, però, vi vieta di apportare modifiche e trasformare questa zucchine in carrozza in un pezzo di rosticceria anti-intolleranze. Basta sostituire gli alimenti a base cerealicola con varianti realizzate con farine gluten free. Per questo optate per la farina di mais e per la farina di riso, che rendono molto bene in questo tipo di preparazioni. In alternativa esplorate varianti più esotiche come il grano saraceno, il teff, il fonio etc.

Se soffrite di intolleranza al lattosio utilizzate una mozzarella delattosata, il sapore è soltanto un po’ più dolce rispetto al prodotto originale.

Zucchine in carrozza

Come si fa la zucchine in carrozza? Ecco qualche trucchetto utile

La zucchine in carrozza è un pezzo di rosticceria tra i più facili da preparare, tuttavia è bene prendere alcuni accorgimenti se desiderate una zucchine in carrozza semplicemente perfetta. In primis curate la cottura. L’olio deve raggiungere appena il punto di fumo e la cottura deve durare giusto qualche minuto. Infine, si fa riposare il fritto sulla carta assorbente per privarlo dell’olio in eccesso.

Fondamentale è anche l’applicazione di ben due panature, precedute e seguite da una lunga fase di riposo in frigo. In tal modo si dà il tempo agli ingredienti di stabilizzarsi, ottenendo così una zucchine in carrozza della giusta consistenza e abbastanza stabile.

Mi raccomando poi a non utilizzare le fette di pancarré così come sono. Una volta composti gli strati, infatti, è necessario eliminare i bordi, che possono determinare l’apertura in fase di frittura. Infine, sistemate con cura gli ingredienti del ripieno in modo che aderiscano al meglio tra di loro e non strabordino. A tal proposito è bene premere forte per appiattire al meglio la fetta di pane che ricopre il ripieno, in questo modo si conferisce alla preparazione una certa stabilità.

Panatura senza glutine: diverse opzioni per una cottura sana e saporita

Quando si parla di panatura , la maggior parte delle persone pensa immediatamente al classico mix di farina, uova e pangrattato. Tuttavia, per chi è intollerante al glutine o per chi cerca semplicemente alternative più leggere e sane, esistono molte altre opzioni deliziose e versatili. Prendiamo, ad esempio, la farina di mandorle . Questa farina, oltre ad essere naturalmente priva di glutine, offre una consistenza simile a quella della farina tradizionale, rendendola una scelta ideale per impanare pesce, pollo o anche verdure.

E se sei alla ricerca di un sapore un po’ diverso, perché non provare la farina di cocco ? Con il suo tocco leggermente dolce e tropicale, può davvero elevare un piatto e dargli un gusto unico. Ma non fermiamoci qui. La farina di riso è un’altra fantastica alternativa senza glutine. È incredibilmente versatile e può essere utilizzato in un’ampia varietà di ricette, sia da sola che in combinazione con altre farine.

E chi ha detto che la panatura deve essere fatta solo con farina? Il Panko senza glutine , ad esempio, è una brillante alternativa al pangrattato tradizionale. Originario del Giappone, il Panko è noto per la sua incredibile croccantezza, e le versioni senza glutine non sono da meno.

Se desideri aggiungere un po’ di croccantezza insieme ad un sapore unico, i semi di sesamo o semi di lino sono un’ottima scelta. Non solo sono naturalmente privi di glutine, ma sono anche ricchi di nutrienti. Per chi desidera un agente legante alternativo, la fecola di patate può fare al caso proprio, specialmente quando abbinata ad altre farine senza glutine. Infine, i fiocchi di mais tritati offrono un croccantezza inimitabile. Tuttavia, è importante ricordare di controllare sempre l’etichetta per assicurarsi che siano veramente privi di glutine.

La panatura senza glutine offre una gamma di possibilità davvero sorprendenti. Che tu stia evitando il glutine per ragioni di salute o semplicemente desideri perché sperimentare in cucina, esistono molte alternative gustose e salutari pronte ad essere esplorate.

FAQ sulla zucchine in carrozza

Cosa vuol dire zucchine in carrozza?

“Zucchine in carrozza” sta a indicare un pezzo di rosticceria a base di pancarré farcito con delle fette di mozzarella, impanato e fritto. La locuzione “in carrozza” fa riferimento all’involucro della mozzarella.

Cosa abbinare alla zucchine in carrozza?

La zucchine in carrozza, essendo un pezzo di rosticceria, si abbina perfettamente alle birre chiare e leggere. Può essere abbinata anche ai vini, scegliendo magari un vino bianco di origine campana.

Dove nascono le mozzarelle in carrozza?

Le mozzarelle in carrozza nascono in Campania, infatti sono originarie della zona di Avellino. Tuttavia, si sono ormai diffuse in tutta Italia e sono entrate a far parte della rosticceria nazionale.

Ricette con la mozzarella ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...

Hamburger di patate con porri e zucchine

Hamburger di patate con porri e zucchine, un...

Il porro come ingrediente cardine per la rubrica Erbe e Fiori Preciso che questa deliziosa ricetta è frutto della collaborazione con le mie amiche Miria Onesta di Due Amiche in Cucina, Daniela...