bg header
logo_print

Timballi di riso con blu di capra, un primo d’alta cucina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Timballi di riso con blu di capra
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Timballi di riso con blu di capra, un avvolgente mix di sapori

Oggi vi presento i timballi di riso con blu di capra, un primo gourmet che vanta un impiattamento d’alta cucina e in grado di esprimere sapori che soddisfano il palato. La ricetta è presa dalla rivista mensile Sale & Pepe ed è davvero di notevole impatto.

Nonostante l’aspetto gourmet, il piatto è molto semplice da realizzare, infatti basta preparare un semplice risotto a base di porro e formaggio erborinato, che funge da elemento di mantecatura. Questo risotto, che deve essere al dente, viene poi messo negli stampi da sformato  di riso e adagiato nei piatti di portata. La ricetta si conclude con una guarnizione che premia il colore e il gusto, usando un po’ di cotechino croccante e qualche pezzo di porro a crudo.

Vi consiglio di preparare i timballi di riso con blu di capra nelle occasioni speciali, quando lo scopo è quello di stupire i commensali. La ricetta è davvero di notevole impatto e non richiede più di quaranta minuti.

Ricetta timballi di riso con blu di capra

Preparazione timballi di riso con blu di capra

  • Per preparare timballi di riso con blu di capra seguite questi passaggi. Pulite, lavate e affettate finemente il porro fino a superare la parte verde (che metterete da parte).
  • Soffriggere il porro in un padellino insieme a due cucchiai di olio (bastano due minuti). Poi salate e mettete da parte.
  • In una pentola dal fondo spesso tostate il riso per un minuto. Poi salate, sfumate con il vino e integrate un mestolo di brodo caldo.
  • Incorporate il porro, mescolate ancora e cuocete integrando poco alla volta un litro di brodo.
  • Quando il riso risulterà al dente, aggiungete il formaggio tagliato a pezzettini.
  • Poi spegnete il fuoco, fate riposare con il coperchio per un minuto e mescolate intensamente.
  • Posizionate il riso negli stampi già imburrati.
  • Infine, battete gli stampi contro il piano di lavoro, in modo da eliminare le bolle d’aria e compattare il riso.
  • Intanto riducete il cotechino in briciole grossolane e rosolatelo per un paio di minuti, mescolando in continuazione per non farlo attaccare e per sgranarlo ulteriormente. Continuate così fino a quando non sarà diventato croccante.
  • Infine, sformate i timballi di riso sui piatti e decorate con il cotechino, con un po’ di pepe e con la parte verde del porro.

Ingredienti timballi di riso con blu di capra

  • 300 gr. di riso
  • 200 gr. di formaggio erborinato di capra
  • mezzo cotechino cotto
  • un porro
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 lt. di brodo vegetale
  • q. b. di burro per gli stampi
  • un pizzico di sale e una macinata di pepe

Cosa vuol dire “blu di capra”?

Prima ancora della ricetta è il nome a colpire: timballi di riso con blu di capra. Cos’è esattamente questo blu di capra? Di base è un’espressione colorita per indicare il formaggio erborinato di capra. Il “blu” fa infatti riferimento all’erborinatura, che aggiunge un sapore acidulo e gradevole. Il formaggio assume così un sapore deciso e delicato che richiama solo vagamente alla muffa.

Il formaggio di capra è in genere più delicato, ma presenta talvolta delle note pungenti. Interessante è anche il profilo nutrizionale, infatti è ricco di calcio e altri sali minerali importanti per la nostra salute. Inoltre, contiene meno sodio e quindi adatto per chi soffre di pressione alta. L’apporto di proteine è comunque buono, e lo stesso si può dire del contenuto di vitamina D, una sostanza essenziale per il sistema immunitario.

In occasione di questa ricetta il formaggio di capra viene tagliato a pezzettoni e utilizzato per mantecare il risotto portato a cottura. Si tratta di una mantecatura classica realizzata a fuoco spento, benché escluda burro e Parmigiano.

Una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari?

A questo punto vale la pena chiedersi: i timballi di riso con blu di capra sono compatibili con le esigenze di chi soffre di intolleranze alimentari? La risposta è affermativa, almeno per quanto concerne le due “forme” più comuni: celiachia e intolleranza al lattosio.

I celiaci possono dormire sonni tranquilli grazie alla totale assenza di glutine che caratterizza il riso, d’altronde il riso è una fonte di carboidrati privilegiata per i celiaci. Allo stesso modo, gli intolleranti al lattosio si avvantaggiano dell’impiego del formaggio erborinato, al posto del classico Parmigiano. Il processo di erborinatura distrugge naturalmente il lattosio, rendendo il formaggio adatto a tutti. E per quanto concerne i sensibili e gli allergici al nichel? Per loro il semaforo è rosso, in quanto il porro contiene la sostanza incriminata, così come il brodo vegetale e i formaggi erborinati.

Come preparare il brodo per i timballi di riso con blu di capra

Il brodo vegetale gioca un ruolo importante nella ricetta dei timballi di riso con blu di capra. La ricetta prevede la preparazione di un risotto classico, ossia cotto con il brodo mestolo dopo mestolo.

Ovviamente il brodo va aggiunto sul riso già tostato, sfumato e mescolato con il soffritto. Inoltre, deve essere molto caldo e utilizzato in modo graduale per circa 15-20 minuti. In questo modo si ottiene una perfetta cottura al dente, pronta per la mantecatura e per la trasformazione in timballo.

Per la preparazione del brodo potreste essere tentati dal classico dado, ma vi consiglio di preparare il brodo in casa. La preparazione del brodo è molto facile e vi consente di avere pieno controllo sulla qualità degli ingredienti. A tal proposito, ecco la ricetta per un perfetto brodo vegetale. Ta i requisiti minimi vi è una attenta scelta degli ingredienti, che prevede nella sua forma base i classici ortaggi da soffritto: cipolla, sedano e carota. Inoltre, è possibile aggiungere i pomodori e le patate per insaporire ancora di più il brodo.

Ricette di timballi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gamberoni in guazzetto

Gamberoni in guazzetto, una raffinata ricetta di mare

I gamberoni, dei crostacei davvero speciali Tra gli ingredienti di spicco della ricetta del guazzetto troviamo i gamberoni. Rispetto ai gamberi propriamente detti si caratterizzano per le dimensioni...

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...