bg header
logo_print

Sformatini di formaggio di capra, per un Halloween gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Sformatini di formaggio di capra
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Ricette per Halloween
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Sformatini di formaggio di capra, un’idea gustosa e creativa

Gli sformatini di formaggio di capra sono un’ottima idea per un Halloween all’insegna del gusto e della creatività. Sono l’ideale in particolare per le feste a tema, che richiedono un surplus di fantasia nella preparazione delle portate. In questo caso, gli sformatini imitano le forme e le sembianze di una mummia.

E’ difficile ottenere questo effetto? Di base no, infatti è sufficiente guarnire la pasta brisée con strisce di pasta molto sottili, apposte orizzontalmente in modo da riprodurre l’effetto bendaggio. In ogni caso prendete come riferimento la foto per ottenere un risultato idoneo alle aspettative vostre e degli invitati.

Ricetta sformatini di formaggio di capra

Preparazione sformatini di formaggio di capra

Per la preparazione degli sformatini di formaggio di capra iniziate dal basilico, lavatelo e ricavatene un trito molto fine. Coprite gli stampini monodose con la pellicola alimentare e adagiate sul fondo un trito di olive e di capperi dissalati. Ora mescolate il formaggio di capra e la ricotta, poi aggiungete un pizzico di sale, il basilico tritato e il pepe in grani.

Condite con un po’ di l’olio d’oliva e mescolate con cura. Versate il composto ottenuto ai formaggi negli stampi ed esercitate una leggera pressione con un cucchiaio per compattarlo.

Apponete la pasta brisée, in modo da far aderire il tutto sigillando i bordi. Per rimanere in tema Halloween, vi consiglio di ricavare delle strisce di pasta brisée, da apporre orizzontalmente per ricreare l’effetto mummia.

Cuocete al forno a 150 gradi fino a quando la briseée non sarà dorata (30 minuti circa). La temperatura è bassa in modo che il formaggio abbia il tempo necessario per sciogliersi. Se alzate la temperatura brucerete la briseé e il formaggio rimarrà troppo denso.

Terminata la cottura, servite gli sformatini caldi su di un piatto da portata e buon appetito.

Ingredienti sformatini di formaggio di capra

  • 1 rotolo o 2 di pasta brisée consentita
  • 80 gr. di ricotta consentita
  • 200 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso alla Capra o Senza Lattosio
  • 50 gr. di olive nere denocciolate
  • 1 manciata di capperi
  • q. b. di sale e di grani di pepe rosa
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di basilico Sfera.

La ricetta degli sformatini di formaggio di capra, per il resto è abbastanza semplice. Si tratta di creare un composto al formaggio e cuocerlo all’interno della pasta brisée. Questa pasta è simile alla pasta sfoglia, infatti gli ingredienti sono gli stessi, ma il metodo di preparazione cambia. La preparazione della pasta brisée la rende friabile ma senza esagerare, l’ideale per uno snack salato che va consumato con le mani, quasi come se fosse uno street food.

Un formaggio davvero particolare

Gli sformatini di formaggio di capra hanno una particolarità, ossia il formaggio. Si tratta di un formaggio dal sapore diverso da quello vaccino, ma allo stesso tempo pungente e leggermente dolce. Le proprietà nutrizionali sono ottime, e in parte condivise con gli altri latticini.

Di norma, infatti, è ricco di calcio, che giova alla salute delle ossa e aiuta a prevenire le malattie dell’apparato scheletrico (soprattutto quelle legate alla vecchiaia). E’ ricco anche di vitamine, e in particolare di vitamina D, che giova al sistema immunitario. In occasione di questa ricetta va utilizzato un formaggio spalmabile. Dunque, vi consiglio di utilizzare il formaggio fresco cremoso alla capra di Exquisa.

Questo tipo di formaggio è realizzato con i migliori ingredienti e secondo metodiche naturali. Inoltre è meno calorico di quanto si possa immaginare, dal momento che apporta solo 240 kcal per 100 grammi. E’ anche ricco di proteine (rappresentano il 7%) ed è ricco di grassi che fanno bene alla salute, soprattutto al cuore e alla circolazione.

Il formaggio spalmabile alla capra, affinché la ricetta risulti come dovrebbe, va mescolato insieme alla ricotta e arricchito con il basilico, il pepe e l’olio. In questo modo si forma un composto cremoso, che si sposa alla perfezione con la pasta brisée.

Sformatini di formaggio di capra

La ricotta fa ingrassare?

Anche la ricotta fa parte della ricetta degli sformatini di formaggio di capra. Il ruolo della ricotta va oltre il semplice supporto al formaggio spalmabile. In effetti incide sul sapore, rendendo il composto di latticini ancora più gustoso e “morbido”.

Alcuni di voi, certamente i più salutisti, storceranno il naso di fronte alla presenza della ricotta. D’altronde attorno a questo alimento ruotano alcune false convinzioni, come quella secondo cui sarebbe troppo grassa e poco salutare.

In realtà, la ricotta è grassa come qualsiasi altro formaggio fresco, anzi un po’ di meno. Di base il suo apporto calorico non va oltre i 170-180 kcal per 100 grammi. Dunque è persino inferiore alla media dei formaggi in generale. Nondimeno è buona ed è ricca di proteine, vitamine e sali minerali.

Basterebbe solo questo per giustificare la sua presenza nelle ricette. La ricotta è utilizzata in lungo e in largo in Italia, benché la sua origine sia circoscritta geograficamente. Proprio per questo è diventata ormai un simbolo del Made in Italy quasi al pari della mozzarella e del Parmigiano.

Il ruolo dei capperi

Anche i capperi giocano un ruolo importante nella ricetta degli sformatini di formaggio di capra. Nello specifico aggiungono un tocco di sapore e sapidità, laddove gli altri ingredienti puntano alla delicatezza. In effetti aiutano gli sformatini a trovare un proprio equilibrio, rendendoli piacevoli un po’ a tutti.

I capperi sono anche alimenti salutari, se si guarda alle loro proprietà nutrizionali. Il riferimento è alla presenza di vitamine e potassio. Quest’ultima sostanza incide su molti processi dell’organismo ed in particolare sulla circolazione. Il potassio regola anche la pressione e funge da stimolante ed energetico.

I capperi hanno un solo problema, ossia sono salati. Lo sono per natura, vista la quantità di sodio non indifferente e per via del metodo di conservazione sotto sale. Il problema può essere ovviato facilmente e in due modi.

In primis quando si utilizzano i capperi va limitata l’aggiunta di sale, secondariamente vanno dissalati con cura, sottoponendoli a lunghi lavaggi sotto l’acqua corrente. Basta porli in un colino a maglie strette e aprire il rubinetto.

Il formaggio di capra contiene lattosio? Si

Il contenuto di lattosio nel formaggio di capra può variare a seconda del tipo specifico di formaggio e del processo di produzione. Tuttavia, in generale, il formaggio di capra tende ad essere più facilmente digeribile per le persone con intolleranza al lattosio rispetto ai latticini tradizionali, come il formaggio vaccino.

Il lattosio è lo zucchero naturale del latte, e la sua quantità può variare tra i diversi tipi di formaggio a base di latte di capra. Durante la produzione del formaggio, il lattosio presente nel latte viene in gran parte trasformato in acido lattico e altri composti durante il processo di fermentazione e stagionatura. Questo significa che il formaggio di capra tende ad avere un contenuto residuo di lattosio più basso rispetto al latte non fermentato.

Molti individui con lievi intolleranze al lattosio possono consumare formaggio di capra senza problemi significativi. Tuttavia, se sei particolarmente sensibile al lattosio  potresti comunque sperimentare sintomi se consumi grandi quantità di formaggio di capra o se il formaggio non è stato completamente privato di lattosio.

Se hai dubbi o preoccupazioni sull’assunzione di lattosio, consulta un dietologo o un medico per determinare il tuo livello di tolleranza e per individuare i latticini o i formaggi più adatti alla tua dieta. In alternativa, puoi optare per formaggi a base di latte senza lattosio, che sono appositamente prodotti per ridurre il contenuto di lattosio.

Ricette sformatini ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lasagne alla zucca e fiocchi di latte

Lasagne alla zucca e fiocchi di latte, una...

Un focus sulla zucca, l’ortaggio perfetto Queste lasagne con zucca sono un ottimo primo piatto in grado di far emergere il sapore dell’ortaggio, che troppo spesso tende a perdersi in quello...

Plumcake alla zucca

Plumcake alla zucca, un dolce per Halloween

Un focus sulla zucca La protagonista di questo plumcake è ovviamente la zucca. Essa va ridotta in purea e mescolata agli altri ingredienti per ottenere il classico impasto da plumcake morbido,...

Cappelli della strega (

Cappelli della strega, un simpatico dolce per Halloween

Come usare il cioccolato fondente nei cappelli della strega Tra i protagonisti di questa ricetta dei cappelli della strega spicca il cioccolato fondente. Il suo ruolo è duplice: da un lato...