bg header
logo_print

Zabaione di Parmigiano Reggiano : una bontà italiana

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Zabaione di Parmigiano Reggiano
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette a basso contenuto di nichel
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Zabaione di Parmigiano Reggiano: una rivisitazione saporita del classico

L’arte culinaria è spesso una fusione tra tradizione e innovazione. Alcuni piatti, legati indissolubilmente alle nostre radici, sono in grado di rinnovarsi grazie all’ingegnosità dei cuochi, dando vita a reinterpretazioni sorprendenti e gustose. Un esempio perfetto di questa unione tra passato e presente è lo Zabaione di Parmigiano Reggiano.

Lo zabaione, per chi non lo sapesse, è una crema dolce tradizionalmente realizzata con tuorli d’uovo, zucchero e vino (solitamente Marsala), molto popolare in Italia e in altri paesi. È un dessert versatile, spesso servito sia caldo che freddo, e rappresenta un dolce riconfortante e delizioso.

Ebbene sì, lo zabaione non è più solo una dolce tentazione, ma può trasformarsi in una prelibatezza salata grazie all’aggiunta del Parmigiano Reggiano. Questa variante ha iniziato a farsi strada nei menù dei ristoranti gourmet, dove l’idea di combinare la cremosità dello zabaione con il sapore ricco e sapido del Parmigiano ha subito conquistato i palati più raffinati.

Ricetta zabaione di Parmigiano Reggiano

Preparazione zabaione di Parmigiano Reggiano

  • Se non hai un brodo pronto, puoi prepararlo facendo bollire carne o verdure a tua scelta in abbondante acqua con sale, pepe e altre spezie fino a ottenere un sapore ricco e concentrato. Filtralo e tienilo da parte.
  • In una ciotola resistente al calore, metti i tuorli d’uovo e inizia a sbatterli energicamente con una frusta. Poco alla volta, aggiungi il brodo caldo continuando a sbattere fino a ottenere una crema omogenea.
  • Posiziona la ciotola sopra una pentola con acqua bollente (senza che la ciotola tocchi l’acqua) e continua a sbattere i tuorli con il brodo. Questo metodo, noto come “bagnomaria”, permette di cuocere delicatamente lo zabaione senza rischiare di far rapprendere i tuoirli.
  • Quando lo zabaione avrà raggiunto una consistenza cremosa, togli dal fuoco e aggiungi il Parmigiano Reggiano grattugiato. Mescola bene fino a quando non si è completamente sciolto. Aggiusta di sale, pepe e, se desideri, un pizzico di noce moscata. Se vuoi una consistenza ancora più cremosa, puoi incorporare una noce di burro.
  • Usa lo zabaione al Parmigiano Reggiano come condimento per risotti, pasta o come base per antipasti. Può anche essere servito in piccoli bicchieri come prelibatezza da gustare in un buffet o come antipasto in un menu raffinato.

Buon appetito!

Ingredienti zabaione di Parmigiano Reggiano

  • 4 tuorli d’uovo
  • 100 ml di brodo di carne o vegetale
  • 60 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • un pizzico di sale e pepe
  • una noce di burro (opzionale per una consistenza più cremosa)un pizzico di noce moscata (opzionale)

La preparazione dello Zabaione di Parmigiano Reggiano non si discosta molto da quella tradizionale. Si parte montando i tuorli con una piccola aggiunta di brodo, fino a ottenere una crema spumosa. In seguito, si incorpora gradualmente il Parmigiano grattugiato, continuando a mescolare fino a raggiungere la consistenza desiderata. Il segreto è utilizzare un Parmigiano Reggiano di qualità, stagionato almeno 24 mesi, per assaporare appieno tutte le sfumature di questo formaggio.

Lo zabaione salato può essere servito come antipasto, magari accompagnato da crostini di pane tostato o come contorno per piatti a base di carne.

Lo Zabaione di Parmigiano Reggiano è una testimonianza di come la tradizione culinaria possa rinnovarsi, dando vita a piatti unici e indimenticabili. La prossima volta che avrete voglia di sperimentare qualcosa di nuovo in cucina, perché non provare questa delizia? Un matrimonio perfetto tra dolce e salato, tra tradizione e innovazione.

Il Parmigiano Reggiano: Un simbolo di eccellenza gastronomica italiana

Quando si parla di prodotti alimentari di alta qualità che rappresentano l’Italia nel mondo, il Parmigiano Reggiano è sicuramente uno dei primi che viene in mente. Questo formaggio storico, non solo è un fiore all’occhiello della nostra tradizione culinaria, ma è anche un vero e proprio emblema del “made in Italy”.

La storia del Parmigiano Reggiano affonda le sue radici nelle verdi terre della provincia di Modena, dove viene prodotto con maestria da oltre un secolo. Ma cosa lo rende davvero speciale? E perché è considerato un prodotto d’eccellenza?

Una delle principali caratteristiche che elevano il Parmigiano Reggiano a un livello superiore rispetto ad altri formaggi è la sua composizione nutrizionale. La lunga stagionatura, che spesso supera l’anno, fa sì che il formaggio perda gran parte della sua acqua, concentrando i nutrienti. Con meno del 30% di contenuto d’acqua, il formaggio che arriva sulle nostre tavole è ricco di macro-nutrienti essenziali. Questa densità nutrizionale lo rende una fonte preziosa di proteine, vitamine e minerali, contribuendo al suo status di superalimento.

Tradizione e Artigianalità

Ma non è solo una questione di nutrienti. La tradizione artigianale, il rispetto per la terra e per gli animali, e le tecniche di produzione che si tramandano di generazione in generazione, sono tutti elementi che contribuiscono all’unicità del Parmigiano Reggiano. Questo formaggio non è solo un prodotto, ma la sintesi di una cultura, di un legame con il territorio e di una passione incondizionata per la qualità.

Il suo sapore ricco e il suo profumo inconfondibile lo rendono perfetto per una vasta gamma di preparazioni culinarie. Dalle grattugiate sui primi piatti, alle scaglie nei carpacci, fino ad essere gustato da solo come fine pasto, il Parmigiano Reggiano sa come conquistare ogni palato.

Il Parmigiano Reggiano non è solo un formaggio, ma un vero e proprio tesoro gastronomico. Rappresenta l’eccellenza italiana in ogni sua sfaccettatura: dalla produzione alla tavola, passando per la sua inestimabile eredità culturale.

parmigiano reggiano

Un must have della nostra dieta mediterranea

Quando parliamo di dieta mediterranea, ci riferiamo a un regime alimentare riconosciuto a livello globale per le sue innumerevoli proprietà benefiche. Caratterizzata da ingredienti freschi, prodotti locali e una varietà di sapori autentici, la dieta mediterranea è sinonimo di salute e longevità. E tra questi ingredienti d’eccezione, spicca senza dubbio il Parmigiano Reggiano.

Con soli 50 grammi di Parmigiano Reggiano, equivalenti a una porzione media, si ottiene un terzo dell’apporto proteico raccomandato per un pasto principale. Ma non finisce qui. Questo formaggio è una vera e propria fonte inesauribile di calcio: una sola porzione può coprire oltre i due terzi del fabbisogno giornaliero di questo fondamentale minerale, essenziale per la salute delle ossa e dei denti. Senza dimenticare che il Parmigiano Reggiano fornisce anche fosforo, magnesio e sodio, elementi chiave per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Nonostante il suo sapore ricco e avvolgente, il Parmigiano Reggiano vanta un contenuto di grassi inferiore rispetto ad altri formaggi. E per chi teme i carboidrati? Nessuna preoccupazione: sono quasi assenti. Ma una delle caratteristiche che lo rende davvero speciale è la sua “amicizia” con chi soffre di intolleranze: il lattosio, infatti, scompare nelle prime ore di vita del prodotto, rendendo il Parmigiano Reggiano un alimento adatto anche a chi ha intolleranze lievi al lattosio o alle proteine del latte.

Il Parmigiano Reggiano non è solo un prodotto gourmet da gustare in occasioni speciali, ma un vero alleato della nostra salute quotidiana. Inserito nella nostra dieta mediterranea, contribuisce a rendere ogni pasto non solo delizioso, ma anche nutrizionalmente equilibrato. Ecco perché può essere definito a pieno titolo un “must have” della nostra tradizione culinaria.

La bontà tutta italiana del Parmigiano

Tipico dell’Emilia Romagna, questo formaggio italiano è fra i più conosciuti e consumati. La preparazione del Parmigiano Reggiano avviene con latte vaccino munto la sera e miscelato con la mungitura del mattino. Trattasi di un’operazione questa delicatissima, che richiede tempo e competenza mirata ad ottenere un latte decisamente più completo e nutriente del comune.

Tutelato dalla Denominazione d’Origine Protetta (DOP), ottenuta in quanto prodotto secondo le rigide regole di produzione del Consorzio, questo prezioso formaggio si colloca tra i quelli in assoluto più nobili e benefici per la nostra salute. Impossibile che possa essere confuso con altri, e non solo per via dell’etichettatura, ma anche per il suo gusto.

Un ottimo Zabaione di parmigiano reggiano

Gli utilizzi di questo Zabaione di Parmigiano Reggiano salato sono molteplici, sarà in grado di donare a ogni piatto un tocco indimenticabile. È perfetto per dare una marcia in più alle verdure lessate o cotte al vapore. Oppure, per arricchire della carne bianca, immaginate di sciogliere questa deliziosa salsa su una fettina di pollo alla griglia, sicuramente la rende un bel po’ più invitante ed elegante.

Non dovete neanche preoccuparvi per la preparazione, è talmente semplice che si prepara da solo. L’unica cosa importante di questa ricetta è la cura degli ingredienti, a partire da quello più importante, il Parmigiano.

Non smetterò mai di ripeterlo, gli intolleranti al lattosio devono scegliere il Parmigiano Reggiano  che oltre ad essere privo di lattosio è eccezionalmente buono. E, poi, come ho già ripetuto diverse volte è una fonte preziosa di nutrienti e una carica di energia per il nostro corpo.

Imparando a memoria questa elementare ricetta sarete in grado di trasformare ogni piatto banale e noioso in un’esperienza gastronomica raffinata e invitante.

Ricette con parmigiano reggiano ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Burro al fiordaliso

Burro al fiordaliso, una profumata alternativa al burro

Le peculiarità del sale rosa dell’Himalaya Tra gli ingredienti più particolari della ricetta del burro al fiordaliso spicca il sale. Non stiamo parlando di un sale normale, bensì del sale rosa...

Chutney di semi di melone

Chutney di semi di melone: una ricetta gustosa...

I semi di melone: una gradita sorpresa ricca di nutrienti I semi di melone sono i veri protagonisti di questa chutney, una salsa che prende ispirazione da uno dei più famosi piatti indiani per...

Ragù di pollo

Ragù di pollo, un sugo alternativo per primi...

Cosa sapere sulla carne di pollo E’ utile parlare della carne di pollo, che è il vero elemento distintivo di questo ragù. Si tratta di una carne “nobile”, in quanto è più leggera e...