Parmigiana di zucchine: la ricetta perfetta

parmigiana di zucchine

Oggi alla mia bimba ho preparato la parmigiana di zucchine che ha spazzolato in men che non si dica. Aspetta un bimbo e se posso cerco di prepararle pranzo o cena.

La gravidanza rappresenta per le donne, in genere, una delle tappe più importanti della propria esistenza. Esse si vedono sottoposte a mutazioni del proprio corpo che le investono in prima persona e che esigono delle scelte importanti, in ogni caso utili a portare avanti la gravidanza in maniera corretta.

Se è vero che la gravidanza è un fatto assolutamente naturale e che l’organismo della donna è di per sé in grado di adattarsi alle esigenze del feto è altrettanto vero che tale situazione fisiologica può mettere a serio rischio la serenità delle donne.

Niente paura, è sufficiente mettere in atto alcuni accorgimenti per conciliare il benessere della futura mamma con quella del proprio piccolo.

Alimenti buoni o cattivi: tutta una questione di scelta

La prevenzione delle malattie non passa solo dall’osservanza di una corretta alimentazione in termini di quantità, ma anche e soprattutto di qualità.

E’ bene che sia chiaro, quello che influisce sul benessere del nascituro non è tanto il consumo occasionale di qualche dolcetto o di qualche formaggio, bensì la scelta di cibi senza additivi, senza conservanti, senza coloranti, né aromatizzanti.

Meglio privarsi di biscotti fatti con olio di palma e conservanti piuttosto che di un piatto, sia pur abbondante, di pastasciutta. Dunque se è vero che non bisogna esagerare con le porzioni è pur vero che la priorità è da assegnare alle componenti chimiche che caratterizzano gli alimenti destinati a fare la loro bella presenza sulle tavole delle gestanti.

Corretta alimentazione sì, ma non basta

Ad eccezione dei casi di gravidanza a rischio, svolgere regolare attività fisica nei nove mesi è certamente consigliato. Unire una dieta sana ed equilibrata ad una moderata attività fisica e quanto di meglio si possa fare per far stare bene se stesse ed il proprio piccolo.

Una moderata attività fisica favorisce la circolazione, aiuta a tenere il peso sotto controllo rendendo per altro il parto più semplice ma ad una condizione: che non si tratti di attività fisiche che comportino il sollevamento di pesi o sforzi eccessivi. Non è a caso che, per inciso, abbiamo fatto riferimento ad attività fisica moderata.

Da prediligere in assoluto lo yoga, che, come noto, aiuta a tenere altresì sotto controllo la respirazione, attività questa fondamentale durante il parto.

Ed ecco la ricetta della Parmigiana di zucchine

Ingredienti per 4/6 persone:

  • 1 kg di zucchine,
  • 1 bottiglia di passata di pomodoro,
  • 3 mozzarelle consentite tagliate a fettine,
  • 20 gr. di pecorino stagionato,
  • 20 gr. di parmigiano reggiano grattugiato,
  • qualche foglia di basilico a pezzetti,
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva,
  • q.b. sale

Preparazione

Tagliate a fette sottili 1 kg di zucchine, oliatele e salatele.

Passatele poi in forno a 200 gradi per 20 minuti circa, oppure mettetele sulla griglia

Intanto preparate il sugo: tagliate una cipolla e soffriggetela in olio extra vergine di oliva. Aggiungete 1 bottiglia di passata di pomodoro, il sale e alcune foglie basilico a pezzetti e fate cuocere per circa 10 minuti.

Prendete una teglia da forno e ricopritela con uno strato di pomodoro, poi con uno di zucchine e con le 3 mozzarelle tagliate a fettine

Ricoprite il tutto con un altro strato di zucchine, con il pecorino, il formaggio grattugiato e con le foglie di basilico a pezzetti.

Infornate a 180 gradi per 20 minuti

Contenuto in collaborazione con Malandrone 1477

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


12-02-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti