bg header
logo_print

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Panino con lampredotto
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
5/5 (9 Recensioni)

Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada) toscano. E’ un cibo “rustico”, con secoli di storia alle spalle afferente alla cultura popolare più che all’industria alimentare. Il motivo di ciò risiede nel suo ingrediente principale, ovvero al lampredotto. Secondo Wikipedia deriva dal nome della lampreda, una specie di anguilla che popolava il fiume Arno.

Cos’è il lampredotto ? Stiamo parlando di un ingrediente di carne consumato un po’ ovunque, in lungo e in largo nello Stivale, ma è un panino tipico di Firenze a base di uno dei quattro stomaci dei bovini (chiamato quinto quarto), ovvero l’abomaso.

Ricetta panino con lampredotto toscano

Preparazione panino con il lampredotto

Per la preparazione del panino col lampredotto iniziate versando in una pentola un po’ di acqua fredda il concentrato di pomodoro, la cipolla, l’alloro, il sedano e la carota sminuzzati in modo grossolano. Fare bollire il contenuto della pentola, poi aggiungete il lampredotto e fate cuocere così per 90 minuti. Trascorso questo lasso di tempo fate raffreddare il lampredotto nell’acqua di cottura in modo che ne assorba i sapori.

Scaldate i panini e tagliate in orizzontale, bagnate la parte superiore nel brodo di carne. Tagliate il lampredotto a straccetti e ponete un po’ di carne sulla parte inferiore. Irrorate con la salsa verde e condite con olio, sale, pepe e, se lo gradite, con un po’ di peperoncino, infine applicate la parte superiore del panino. Ripetete il procedimento per gli altri panini e buon appetito. Il tipico panino fiorentino è pronto per essere servito.

Ingredienti panino con il lampredotto

  • 600 gr. di lampredotto
  • 1 foglia alloro
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 6 panini consentiti
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • un pizzico di peperoncino (facoltativo)
  • q. b. di salsa verde
  • un pizzico di sale e pepe

Il Panino toscano, un fast-food in versione popolare

L’abomaso è formato da una parte magra, la gala, e da una parte grassa, la spannocchia.Il gusto è caratteristico e a suo modo delicato, con proprietà nutrizionali migliori di quanto si possa pensare.

Il lampredotto è ricco di proteine e contiene pochi grassi, in una quantità simile a quella degli altri tagli. In questa ricetta il lampredotto va cotto per almeno un’ora e mezzo.

Come cucinare il lampredotto? Il primo passo consiste nella cottura del lampredotto, ovvero nella bollitura di una soluzione di acqua, carote, sedano, pomodoro e cipolla.

Successivamente si cuoce il lampredotto al suo interno e poi lo si lascia a riposo nel medesimo brodo, in modo che acquisisca il massimo del sapore.

Il brodo viene recuperato successivamente, fungendo quasi da condimento. Il panino con lampredotto è “rustico” in tutti i sensi. Il condimento, infatti, non si limita alla normale maionese e ketchup, ma si fregia di una salsina particolare e squisita, ossia la salsa verde (di cui ho già parlato qui su Nonnapaperina.it).

Il sedano, un ingrediente fondamentale

Il sedano gioca un ruolo fondamentale non solo nella ricetta del panino al lampredotto ma in generale per la cucina italiana. Tanto per cominciare è uno degli ingredienti del classico soffritto all’italiana, insieme alle cipolle e alle carote.

Ma è anche un alimento capace di insaporire i piatti, conferendo un tocco aromatico e allo stesso tempo discreto, che interagisca con i sapori in modo equilibrato.

Ovviamente è anche un alimento salutare, ossia una verdura dalle tante proprietà benefiche. A dimostrarlo è proprio la sua composizione biochimica.

Il sedano è ricco di vitamine, tra cui la vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e la vitamina K, che interviene sulla regolazione della densità sanguigna.

Stesso discorso per le vitamine del gruppo B e per la vitamina E, che esercita una buona funzione antiossidante, tale da contribuire alla prevenzione del cancro.

Per quanto concerne i sali minerali, il sedano apporta potassio, calcio e fosforo. Quest’ultimo rafforza le capacità cognitive, memoria in primis.

Il sedano si fa apprezzare anche per le sue proprietà depurative e detossinanti grazie ad una certa abbondanza di fibre e di acqua. Anzi, il sedano è fatto soprattutto di acqua, come si evince dal suo misero apporto calorico: 20 kcal per 100 grammi.

Secondo alcuni studi recenti il sedano è un toccasana per chi soffre di ipertensione arteriosa (in quanto regola la pressione), e per chi soffre di reumatismi (in quanto funge da analgesico).

Questo effetto, va detto, si ravvisa soprattutto previo consumo di succo di sedano, piuttosto che della verdura al naturale. In occasione di questa ricetta, il sedano viene tagliato in modo grossolano e messo nell’acqua insieme alle altre verdure, in modo da formare il brodo di cottura.

Panino con lampredotto

Il ruolo del peperoncino

Il peperoncino non è un ingrediente essenziale in questo panino lampredotto alla fiorentina, anzi è in realtà facoltativo. Non potrebbe essere altrimenti, visto l’impatto che questa spezia esercita sulle preparazioni.

Alcuni non sopportano il piccante, tuttavia dal punto di vista organolettico ci può stare. Va detto, poi, che il peperoncino fa bene alla salute. Contiene, infatti, ottime quantità di capsaicina, responsabile della piccantezza, nonché un buon antiossidante che aiuta a prevenire il cancro.

Studi consolidati hanno dimostrato l’impatto del peperoncino sulla salute del cuore e del sistema vascolare, ovviamente con un consumo moderato. Esagerare con il peperoncino significa incorrere in problemi di stomaco, come sa bene chi ha fatto il passo più lungo della gamba.

Come preparare la salsa verde?

Il panino tipico fiorentino dovrebbe essere condito con la salsa verde per lampredotto, una preparazione particolare in grado di insaporire molti piatti da fast food. Anzi, può sostituire egregiamente la maionese, il ketchup e la senape.

E’ verde nel vero senso della parola, dal momento che buona parte degli ingredienti è valorizzato da questo colore. Stiamo parlando del prezzemolo, dei capperi e dei cetrioli. La lista comprende anche le acciughe, l’aceto di mele, l’aglio, l’olio extravergine di oliva, il pepe e il sale.

Preparare la salsa verde è davvero semplice. Si inizia tritando il prezzemolo, i capperi, i cetrioli e l’acciuga. Poi si mescola il tutto e si unisce un tuorlo sodo schiacciato con una forchetta.

Infine si condisce con pepe, olio, aceto, l’aglio schiacciato e il sale. All’occorrenza è possibile arricchire il tutto con dei pinoli tostati e tritati.

La salsa verde così ottenuta spicca per il gusto leggermente acidulo, pungente il giusto e in grado di insaporire senza coprire. E’ una salsa versatile, che può essere utilizzata quasi ovunque, ma che dà il meglio di sé con le carni. Molti utilizzano la salsa verde per i bolliti misti, sia caldi che freddi.

Dunque se andate in visita a Firenze non potete fare a meno di assaggiare il panino con il lampredotto. Il lampredotto a Firenze è un’ istituzione vera e propria e non potete perderlo. Trovate banchetti sparsi per tutta la città. E non ditemi che non vi avevo avvisato!

Dove mangiare lampredotto a Firenze? Il migliore in assoluto, dal mio punto di vista, dove ho mangiato la miglior trippa alla fiorentina e il lampredotto è stato il Trippaio da Marione in piazzale Porta Romana. Sicuramente un panino di categoria superiore.

Vi lascio anche i link la ricetta del Lampredotto in zimino, una delizia della cucina toscana e la ricetta Lampredotto in umido, un secondo della cucina toscana.

Ricette di cucina toscana ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...

Hamburger di quinoa con broccoli e zucchine

Hamburger di quinoa con broccoli e zucchine, una...

Gli altri ingredienti di questo alternativo hamburger di quinoa L’impasto di questi hamburger di quinoa è arricchito da altri ingredienti che da un lato agiscono sul sapore e dall’altro...

Kofte

Kofte, dalla Turchia polpette di carne speziate e...

Cosa sapere sulla carne di agnello La vera peculiarità delle kofte, almeno rispetto alle nostre polpette, consiste nel tipo di carne macinata utilizzata. In questo caso non si usa il suino, che è...