bg header
logo_print

Spaghetti con crema di olive e gorgonzola, un primo ricco

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Spaghetti con crema di olive e gorgonzola
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4/5 (1 Recensione)

Spaghetti con crema di olive e gorgonzola, una salsina speciale

Gli spaghetti con crema di olive e gorgonzola sono un primo piatto davvero squisito e ricco di sapore con abbinamenti piuttosto azzeccati, per quanto non esattamente insoliti, il riferimento è proprio alla salsina, realizzata con olive, capperi e acciughe. Ingredienti che conferiscono a questo primo piatto un sapore forte, ma apprezzabile da tutti i palati.

Tra parentesi, la salsina è davvero semplice da realizzare, in quanto occorre semplicemente frullare insieme tutti gli ingredienti che la compongono. L’unico elemento di difficoltà risiede nella necessità di frullare in due step, nella prima fase va utilizzata la velocità più bassa mentre nel secondo step occorre una velocità più alta, in questo modo si otterrà un composto cremoso abbastanza compatto. Nel caso voleste una salsina più raffinata, non dovrete far altro che passarla attraverso un semplice setaccio.

Ricetta spaghetti con crema di olive

Preparazione spaghetti con crema di olive

  • Per la preparazione degli spaghetti con crema di olive e gorgonzola iniziate rimuovendo i noccioli delle olive e inseritele nel bicchiere del mixer insieme agli altri ingredienti della crema.
  • Frullate in due step: prima a velocità bassa e poi a velocità elevata per qualche minuto.
  • Lo scopo è quello di ottenere una salsa uniforme, simile per consistenza ad una purea; tuttavia, se desiderate una salsa più fine, passatela al setaccio.
  • Ora lessate gli spaghetti in acqua un po’ salata. Intanto, in una padella fate sciogliere il latte e il gorgonzola fatto a pezzi, mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Saltateci la pasta ben scolata e integrate con un po’ di acqua di cottura.
  • Mescolate con cura, aggiungete la crema di olive nere, i pomodori confit e mescolate ancora.
  • Spegnete il fuoco, condite con il timo e con un po’ di pepe macinato. Servite e buon appetito!

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di spaghetti consentiti,
  • 3 cucchiai di crema di olive nere,
  • 40 gr. di gorgonzola dolce Igor,
  • 50 ml. di latte consentito,
  • 200 gr. di pomodorini confit (vedi ricetta su Nonnapaperina.it),
  • un rametto di timo,
  • q. b. di sale e di pepe nero.

Per la crema di olive nere:

  • 100 gr. di olive nere (tipo provenzale o ligure),
  • 60 gr. di filetti di acciuga dissalati,
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati,
  • succo di mezzo limone,
  • 1 bicchiere di olio extravergine di oliva.

Quale tipo di gorgonzola usare negli spaghetti con crema di olive?

Il condimento di questi spaghetti con crema di olive richiede una mantecatura con un gustosissimo composto di latte e gorgonzola, fatti appositamente sciogliere in una pentola a parte. Da ciò si evince quanto effettivamente gli spaghetti con crema di olive siano saporiti. Ad ogni modo, quale gorgonzola utilizzare? La domanda è giustificata dal fatto che, molto banalmente, in commercio ne esistono di svariati tipi. Io consiglio di utilizzare quello dolce, che è il più adatto a fungere da ingrediente, piuttosto che al consumo solitario.

In particolare, vi consiglio il gorgonzola Igor dolce. E’ prodotto da un’azienda piemontese che negli anni ha saputo ritagliarsi uno spazio anche oltre i confini regionali. E’ un’azienda con una lunga esperienza alle spalle, fondata nel lontano 1935, forte di collaborazioni con i migliori produttori di gorgonzola della zona. In particolare, il gorgonzola Igor dolce è ricco di calcio, vitamina B3 e proteine altamente digeribili. Ovviamente, è anche ricco di grassi, come tradizione per il gorgonzola. In linea di massima, si tratta di uno dei migliori gorgonzola che possiate mai assaggiare, in grado di rispettare fedelmente la tradizione.

Spaghetti con crema di olive e gorgonzola

Cosa sono i confit?

Il condimento di questi spaghetti con crema di olive e gorgonzola comprende anche i pomodori confit. Si tratta di una preparazione non molto diffusa in Italia, ma apprezzata soprattutto nel nord Europa e in Francia. I pomodori confit possono essere considerati una gradevole alternativa alla classica conserva. Infatti, si mantengono a lungo proprio come una conserva, pur essendo frutto di un procedimento completamente diverso. Esso consiste nell’essiccatura a bassissime temperature e per un lungo periodo di tempo, arricchita dalla presenza di alcuni condimenti specifici, che comprendono il limone e lo zucchero.

I pomodori confit si caratterizzano per un’identità organolettica spiccata e potenzialmente insolita per il palato italiano, abituato ai classici pomodori secchi sott’olio. Tuttavia, sono apprezzabili da parte di tutti. In particolare, si caratterizzano per un forte sentore agrodolce, che li rende adatti sia alle preparazioni dolci che a quelle salate. Dunque, i pomodori confit garantiscono a questa ricetta un tocco di creatività in più, conferendole una maggiore profondità in termini di sapore. Per la preparazione, vi consiglio di fare riferimento alla ricetta completa che ho pubblicato su Nonnapaperina, una ricetta piuttosto semplice e alla portata di tutti.

Come rendere gli spaghetti con crema di olive a prova di intolleranze

Di base gli spaghetti con crema di olive e gorgonzola non sono compatibili con chi soffre di intolleranze alimentari e disturbi simili, in particolare di celiachia e di intolleranza al lattosio. Tuttavia la soluzione è a portata di mano, basta apportare le giuste modifiche.

Gli spaghetti, per esempio, potrebbero essere sostituiti con delle varianti composte da farine senza glutine. La scelta più classica consiste nella farina di riso o di mais, che replica in maniera abbastanza fedele la resa della farina tradizionale. Tuttavia, se gradite delle note rustiche o esotiche, potete utilizzare gli spaghetti alla farina di grano saraceno o alla farina di teff.

Per quanto riguarda gli intolleranti al lattosio l’unico problema è dato dalla presenza del latte. Anche in questo caso si fa presto a risolvere, basta utilizzare un latte delattosato, acquistandolo facilmente nei supermercati. Il sapore è quasi identico, se si esclude una dolcezza più marcata dovuta al processo di delattosamento. Tale processo consiste nella scomposizione del lattosio in due zuccheri semplici facilmente digeribili: glucosio e galattosio.

Perché abbiamo usato le olive nere?

Come suggerisce il nome della ricetta, le olive nere giocano un ruolo da protagonista. Negli spaghetti con crema di olive queste ultime vengono impiegate per realizzare una crema molto saporita, che vede anche il contributo delle acciughe e dei capperi. Ma perché proprio le olive nere e non quelle verdi? Il motivo risiede proprio nel sapore delle olive nere, che è più aromatico ma allo stesso tempo dedicato. Inoltre, a differenza delle olive verdi, non è acidulo e si sposa bene con quello degli altri ingredienti.

Per quanto concerne il profilo nutrizionale non si segnalano grandi differenze tra le olive verdi e quelle nere. Entrambe apportano grassi benefici, che giovano soprattutto al cuore e alla circolazione. Ciononostante l’apporto calorico non è elevato e si attesta sulle 110 kcal per 100 grammi. Per il resto si apprezza un buon contributo di vitamine e sali minerali.

Acciughe e capperi, un abbinamento ricorrente

La lista degli ingredienti degli spaghetti con crema di olive comprende anche le acciughe e i capperi. Questi ingredienti concorrono insieme alle olive nere alla formazione della crema, che va aggiunta a fine preparazione una volta che gli spaghetti sono stati mantecati nel gorgonzola. Acciughe e capperi rappresentano un abbinamento piuttosto ricorrente nella cucina italiana. Non c’è nulla di cui stupirsi in quanto hanno in comune una certa sapidità e un aroma spiccato.

Per quanto concerne l’apporto nutrizionale le acciughe si caratterizzano per una buona abbondanza di acidi grassi omega tre, che contribuiscono alla salute cardiovascolare e alla riduzione delle infiammazioni. Si segnala anche una certa presenza di fosforo, vitamina D e ovviamente proteine.

I capperi, invece, sono apprezzati per l’apporto di vitamina C e di potassio, che regola la pressione del sangue. Si registra anche una certa abbondanza di antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire il cancro.

FAQ sugli spaghetti con crema di olive

Che origine hanno gli spaghetti?

Una prima variante di spaghetti si consumava in Estremo Oriente già in epoca antica. Tuttavia, la paternità degli spaghetti moderni va assegnata all’Italia, e per la precisione in Sicilia durante il XI-XII secolo.

Cosa vuol dire il numero degli spaghetti?

Il numero degli spaghetti indica lo spessore: maggiore è il numero e più grossi sono gli spaghetti. Tuttavia, il numero non corrisponde perfettamente ai millimetri.

Quali sono gli spaghetti più sottili?

Gli spaghetti più sottili sono quelli indicati con il numero 3, definiti anche “spaghettini”.

Perché gli spaghetti si chiamano così?

L’etimologia è chiara, il termine deriva da “spago”, che indica un tessuto filiforme e sottile. A quanto pare il nome “spaghetti” è stato utilizzato per la prima volta a Venezia nel corso del basso medioevo.

Ricette di spaghetti ne abbiamo? Certo che si!

4/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

Ravioli con sugo di pesce

Ravioli con sugo di pesce, un primo piatto...

Come preparare il sugo di pesce Il pezzo forte di questo primo piatto di pasta a base di ravioli è il sugo di pesce. Potremmo considerarlo come una sorta di ragù “ittico”, specie se si guarda...

Riso Jasmine con tofu

Riso Jasmine con tofu, un bel primo orientale...

Cosa sapere sui germogli di fagioli mungo Prima di parlare della ricetta del riso Jasmine facciamo un bella panoramica degli ingredienti in gioco, o almeno di quelli che meritano una menzione...