Irish soda bread, il celebre pane irlandese

Irish soda bread
Stampa

Irish soda bread, il simbolo della tradizione irlandese

Se siete appassionati di cucina irlandese, o come minimo anglosassone, conoscerete già l’irish soda bread. E’ il pane della tradizione irlandese, che nel tempo è riuscito a valicare i confini grazie alla diffusione di alcune ricorrenze irlandesi, come la Festa di San Patrizio. Ciò che pochi sanno è che questo interessante pane può offrire molti spunti e regalare parecchie soddisfazioni, soprattutto a chi ama sperimentare nuove ricette. Questo tipo di pane è particolarmente adatto a chi soffre di intolleranza al lievito di birra, o avverte dei problemi nei confronti di questa sostanza.

La caratteristica principale dell’irish soda bread, infatti, è l’assenza del lievito. Nonostante ciò, il pane irlandese risulta compatto, voluminoso e restituisce al palato una piacevole sensazione di morbidezza. Devo specificare, inoltre, che la ricetta di oggi non è esattamente quella del classico irish soda bread. Il procedimento è lo stesso, ma la lista degli ingredienti è un po’ diversa. La farina di tipo doppio zero, infatti, è sostituita dalla farina di riso, che presenta caratteristiche uniche. L’amido, poi, è di tapioca, inoltre sono presenti anche le uova, che conferiscono al pane una spiccata profondità organolettica. Per il resto, la ricetta è coerente con la tradizione irlandese.

Il sapore raffinato della farina di riso

La farina di riso non è certamente la più utilizzata, anche perché per la panificazione si opta per le farine realizzate con cereali tradizionali. Eppure quella di riso può regalare più di qualche soddisfazione, come nel caso dell’irish soda bread. In primis, perché è totalmente priva di glutine, e quindi garantisce il consumo anche a chi soffre di intolleranza a questa sostanza. Secondariamente, perché è dotata di una sua precisa identità dal punto di vista organolettico. La farina di riso ha un sapore distintivo, ma allo stesso tempo delicato e raffinato. In un certo senso, conferisce una significativa eleganza alle ricette, soprattutto a quelle rustiche. E’ proprio ciò che accade con questa versione dell’irish soda bread.

Irish soda bread

Ad ogni modo, la farina di riso contiene alcune importanti proprietà del riso vero e proprio. E’ povera di grassi, ma allo stesso tempo ricca di vitamine e sali minerali. Le proteine scarseggiano, mentre l’apporto calorico è del tutto simile a quello delle altre farine, anzi leggermente inferiore. La farina di riso non eccelle in capacità panificatorie, quindi spesso viene accompagnata da altre farine. Questo accorgimento qui non è necessario, anche perché l’irish soda bread non è un pane lievitato. L’unico supporto, nel caso specifico, è dato dall’amido, che come ho già accennato è di tapioca.

Il ruolo del bicarbonato di sodio

Se la lievitazione, in senso stretto almeno, è del tutto assente, per quale motivo l’irish soda bread appare così voluminoso? E’ facile intuirne il motivo, anche perché è insito nel termine soda, che richiama al bicarbonato di sodio. E’ proprio questo l’ingrediente segreto del pane irlandese.

Il bicarbonato di soda, se inserito nell’impasto al momento giusto, permette a quest’ultimo di “gonfiarsi” una volta sottoposto a cottura, in maniera del tutto simile a quanto avviene con qualsiasi altro tipo di pane. La sostituzione del lievito con il bicarbonato accorcia drasticamente i tempi di preparazione, ed è praticamente priva di effetti collaterali se non si abbonda troppo con le dosi.

Ecco la ricetta dell’irish soda bread:

Ingredienti per 6 persone:

  • 320 gr. di farina di riso,
  • 60 gr. di amido di tapioca,
  • 125 gr. di yogurt magro consentito,
  • 125 gr. di latte intero consentito,
  • 1 uovo grande,
  • 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione dell’ irish soda bread iniziate setacciando la farina e l’amido. Poi prendete una ciotola abbastanza capiente e versate lo yogurt magro, l’uovo e il latte intero, infine mescolate il tutto accuratamente. In una planetaria mettete la farina di riso, l’amido e il bicarbonato, poi mescolate con un gancio per impasto. In seguito, unite il composto di uovo, yogurt e bicarbonato e continuate ad impastare.

Se vi accorgete che il composto è troppo morbido, aggiungete un po’ di farina di riso. Se, invece, il composto risulta troppo liquido, integrate con un po’ di yogurt e di latte. Una volta che avrete ottenuto un bell’impasto, trasferitelo su un piano infarinato, manipolatelo e trasformatelo in una palla. Ora adagiate l’impasto su una teglia ricoperta con carta da forno e applicate dei tagli superficiali a forma di croce. Infine, date una sventagliata di farina di riso e cuocete per 45 minuti a 200 gradi. Lasciate intiepidire l’irish soda bread prima di tagliarlo a fette e servirlo.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti