logo_print

Coscia di agnello al rosmarino alla provenzale 

Coscia di carrè di agnello aromatizzato al rosmarino con mirepoix di fagiolin
Stampa

La Coscia di agnello è un piatto da leccarsi i baffi. Un taglio di carne davvero prelibato è la coscia di agnello. Quando la trovo dal macellaio non riesco a resistere alla tentazione di comprarla. La Coscia di agnello al rosmarino con fagiolini alla provenzale ho deciso di cucinarla sottovuoto,
Grazie alla cottura sottovuoto, la coscia di agnello manterrà una consistenza morbida e succosa, profumata al rosmarino.

Il tutto, accompagnato da un contorno di fagiolini e pomodori datterini che, oltre a dare colore, sono una nota sana e fresca. È un secondo piatto di carne adatto ad ogni stagione e ad ogni occasione!

La cottura sottovuoto: questa sconosciuta

La cottura sottovuoto è un must per gli chef, perché consente di preservare tutti i succhi e gli aromi dell’alimento cucinato, ottenendo, in più, una consistenza morbida.  È l’ideale per i tagli di carne e per le ricette come questa coscia di agnello!

Questa tecnica è stata inventata nel 1974 dallo chef francese George Prlaus, che era alla ricerca di un modo per conservare e cuocere al meglio il foie gras.

Nonostante la cottura sottovuoto possa sembrare un procedimento difficoltoso, non è così. Basta essere muniti degli strumenti giusti e seguire le istruzioni!  Come mai gli alimenti risultano così buoni?

Il segreto sta tutto nella bassa temperatura a cui vengono cotti, che si aggira tra i 50°C ed i 100°C. Inoltre, essendo sigillati all’interno di uno speciale sacchetto di plastico, le sostanze nutritive e gli aromi non evaporano.

È proprio tutto ciò a rendere speciale la cottura sottovuoto!

Coscia di carrè di agnello aromatizzato al rosmarino con mirepoix di fagiolin

Per la coscia di agnello al rosmarino, quale contorno migliore dei fagiolini?

Il contorno ideale per questo piatto, sono i fagiolini.   Nonostante abbiano proprietà molto simili agli ortaggi, i fagiolini rientrano nella categoria dei legumi.

A differenza dei loro cugini, i fagiolini sono poveri di carboidrati e di proteine, questo perché la loro raccolta avviene quando ancora non hanno completato la maturazione.

Il loro apporto calorico è molto modesto, mentre contengono vitamine A e C, oltre che numerosi sali minerali, come potassio, ferro, fosforo e silicio, un minerale molto importante per la salute delle ossa.

I fagiolini, sono una fonte preziosa di antiossidanti come betacarotene e luteina, che aiutano il nostro corpo a contrastare l’azione dei radicali liberi.   Come se non bastasse, sono una fonte vegetale di calcio.

Ed ecco la ricetta della coscia di agnello al rosmarino alla provenzale

Ingredienti  per 4 persone

  • 600 gr di coscia di agnello,
  • 1 rametto di rosmarino,
  • ½ spicchio di aglio,
  • 1 dl di vino bianco secco,
  • 160 gr. di fagiolini cotti al vapore,
  • 40 gr. di pomodori datterini ,
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q.b. sale e pepe di Timut

Preparazione

Disossare la coscia di agnello, salare, pepare e legare con spago alimentare, rosolare in padella con poco olio, rosmarino e aglio, sfumare con il vino, lasciare evaporare e raffreddare.

Inserire la carne e il suo condimento in un sacchetto da cottura, condizionare sottovuoto e cuocere nel bagno termostatato a 68°C per 12 ore.

Togliere la carne e lasciare ridurre il fondo di cottura. Tagliare la carne a fette e servire con i fagiolini e il suo fondo di cottura.

Tagliate i fagiolini a dadini regolari e spadellateli con i datterini tagliati in quattro.

Conditeli con sale, pepe e poco olio.

Quando sarà pronto, scaloppatelo e servite il tutto.  

Buon appetito! 


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti