logo_print

I piatti della salute: minestrone di riso e curcuma

minestrone di riso e curcuma
Stampa

Un primo caldo ed avvolgente

Il minestrone di riso e curcuma, per sua natura, è una pietanza tipicamente invernale. Quando il cielo è grigio, la giornata fredda ed i primi sintomi dell’influenza cominciano a farci sentire spossati, ecco che un piatto caldo come si deve può concretamente cambiare il nostro umore.

Verdure e curcuma, con un bel brodino caldo, sono l’ideale per riscaldarci e rimetterci in forze. Ogni ingrediente di questa composizione è, infatti, portatore delle sue proprietà naturali. In particolare, la cipolla è un antibiotico ed antinfiammatorio naturale. Ogni verdura offre tuttavia il suo prezioso contributo ed il risultato è una pietanza che è un piccolo concentrato di salute e benessere.

Le proprietà della curcuma

Utilizzando la curcuma in cucina ci assicuriamo un ingrediente fondamentale per la nostra salute. Questa spezia, infatti, ha proprietà anti-tumorali, antiossidanti e depurative. Fegato e colecisti sono gli organi che maggiormente vengono depurati da questa spezia. Il colore vivace giallo di questa spezia viene spesso utilizzato come colorante alimentale naturale (nelle pietanze ed anche in formaggi, senape, mostarda, brodi e yogurt).

La medicina ayurvedica fa ampio utilizzo della curcuma, così come la medicina tradizionale cinese. Una delle principali proprietà della curcuma è di riuscire a contrastare i processi infiammatori dell’organismo. La curcuma è un epatoprotettore ed anche un fluidificante del sangue, capace di contrastare i dolori di artrite ed artrosi. Ma non finisce qui! La curcuma è utile persino in caso di scottature, ferite e punture d’insetti, essendo il suo uso topico utile anche per finalità cicatrizzanti. Le proprietà naturali di questa spezia vanno oltre l’immaginabile!

minestrone di riso e curcuma

Minestrone di riso e curcuma: leggerezza e benessere

Il consumo di questo minestrone di riso e curcuma è uno dei trucchi più efficaci per sopravvivere indenni alle stagioni più fredde. Una coccola calda e saporita che è di vero conforto quando l’inverno è nei suoi giorni più rigidi e siamo costretti ad uscire per andare a lavoro. Fagioli, piselli, zucchine, carote, sedano, cipolla e curcuma, a questo minestrone non manca davvero nulla per essere buono e nutriente.

La scelta del riso vialone nano non è casuale. Questo riso, tipico del Veneto e soprattutto del veronese, è tra i più pregiati. Particolarmente apprezzato per i risotti, il vialone nano si sposa alla perfezione con la “brodosità” di questo minestrone con riso e curcuma. Una scelta di classe che da un tono d’eleganza e ricercatezza ad un piatto rustico e semplice. 

Ed ecco la ricetta del minestrone di riso e curcuma:

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr. di piselli
  • 200 gr. fagioli borlotti
  • un gambo di sedano
  • 1 cipolla rossa
  • un rametto di timo
  • 200 gr. di zucchine
  • 200 gr. di carote
  • 100 gr. di riso vialone nano
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale
  • q. b. di curcuma e pepe

Preparazione:

Ammollate i borlotti per una notte in acqua. Lavate e tagliate le zucchine e le carote a cubetti. Lavate e affettate il sedano. Sbucciate e tritate la cipolla. In una pentola con dell’acqua, mettete in cottura fagioli, piselli, zucchine, carote, sedano e cipolla. Quando il tutto comincia a bollire, unite anche il riso.

Una volta cotto il riso, unite anche timo, pepe e curcuma disciolta nell’olio. Servite a tavola il piatto ancora caldo e fumante.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


18-01-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti