Fichi ripieni di formaggio cremoso Exquisa e salmone

fichi ripieni di formaggio cremoso
Commenti: 0 - Stampa

Dalle prealpi bavaresi alla nostra tavola

Per l’estate: fichi ripieni di formaggio cremoso e salmone. Certo, dalle Prealpi bavaresi la strada è tanta, ma le distanze sono accorciate grazie ai prodotti Exquisa. Come potete leggere direttamente sulla confezione, il formaggio fresco Senza Lattosio Exquisa deriva dal latte genuino. Questo latte viene privato del lattosio, scindendo questa sostanza in due zuccheri maggiormente assimilabili come il glucosio ed il galattosio.

Se dovete stare attenti all’assunzione di lattosio o se l’intolleranza al lattosio è arrivata a condizionare la vostra vita, siete sulla pagina giusta per scoprire una ricetta sfiziosa in più.

Con le primizie di stagione

Arriva il grande caldo e non sapete più cosa preparare? Se volete mettere assieme un antipasto fresco, buono, salutare e diverso dal solito, questi fichi ripieni di formaggio cremoso e salmone fanno al caso vostro. Già a partire da giugno, ma ancor di più a luglio, i fichi arrivano a maturazione ed è questo il momento migliore per coglierli e mangiarli. Proprio in questo periodo il loro sapore è più ricco e viene identificato col nome di “fioroni”.

Svuotando il fico dalla sua polpa, riusciamo ad utilizzarne la buccia come un bicchierino. In questa base sarà un divertimento inserire la farcitura, composta della stessa polpa unita a dell’ottimo formaggio fresco cremoso Exquisa. In cima a tutto, dell’ottimo salmone affumicato, le cui fettine donano sapore, colore e profumo. La consistenza morbida, fresca e spumosa, di questi bocconcini di sapore è un vero piacere. Soprattutto quando il caldo è particolarmente intenso e l’appetito sembra venir meno.

fichi ripieni al salmone

Il Formaggio Cremoso differente!

Parlo di sapori e di consistenza, per l’esperienza e per l’uso che ne ho fatto, sia nelle ricette che scelgo ogni giorno, che per gli spuntini che preparo per me e per i miei familiari. Il formaggio cremoso Exquisa senza lattosio (<0,01g/100g) è digeribile, ma anche molto più cremoso rispetto a molti altri prodotti similari (in fondo, questo dovrebbe essere uno dei principali punti di forza da non sottovalutare!). In più, è versatile: è l’ideale per la preparazione di pietanze dolci e salate, snack e aperitivi, per le feste e le cene in famiglia.

In ogni caso, ho la certezza di portare in tavola un formaggio spalmabile adatto a tutti e perfetto per dare il via libera alla mia creatività in cucina. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che si presenta come un’ottima fonte di proteine idonee per favorire lo sviluppo di muscoli, la crescita dei bambini e la nostra salute a livello generale… e che si tratta di un prodotto senza conservanti e senza glutine. In pratica, se cercate un latticino fresco e genuino, il formaggio cremoso Exquisa merita al più presto un assaggio!

Oggi riempiamo i fichi!

fichi non sono frutti per tutte le stagioni e per tutti i climi, anzi sono molto esigenti e possono essere coltivati solo nelle zone subtropicali o calde. In Italia la coltivazione garantisce buoni risultati tra la Sicilia, la parte meridionale della Calabria e il Salento. L’albero è piccolo, frondoso ed estremamente suscettibile dell’umidità del terreno. Si adatta a qualsiasi tipo di suolo, ma le caratteristiche del frutto ne sono enormemente condizionate. La raccolta avviene da giugno ad agosto.

Il fico in sé è un frutto particolare, sembra più un dolce da dessert che un frutto. La consistenza è in genere morbida e pastosa, con un sentore zuccherino che va dal marcato al dominante. Le dimensioni sono contenute anche se estremamente variabili. La lunghezza si pone comunque nell’intervallo dei 4-7 cm. La buccia può essere tendente al verde o al viola scuro e più raramente tende al rosso.

Dal punto di vista nutrizionale si caratterizzano per un apporto calorico medio, pari a 47 kcal per 100 grammi. I fichi contengono potassio, ferro e calcio, nonché la vitamina A, la vitamina C e alcune del gruppo B. I fichi vantano anche proprietà debolmente lassative.

Un aperitivo per l’estate con i fichi ripieni

Spesso cerchiamo di adattare le ricette ai prodotti tipici del periodo in relazione proprio alla stagionalità. Ora che il caldo si fa sentire ed i fichi sono belli carnosi, cosa c’è di meglio di farli ripieni con del formaggio cremoso fresco? Noi adoriamo questi fichi ripieni di formaggio cremoso e salmone tanto da proporli sempre d’estate come aperitivo ed a volte anche per una bella e gustosa cena light.

Il profumo di finocchietto selvatico è una chicca in più che, vedrete, completa il piatto. Questa ricetta è una golosa preparazione per combattere il caldo e nutrire corpo e spirito in allegria. In più, grazie ai prodotti Exquisa, è una golosa ricetta senza glutine e senza lattosio. Cosa possiamo desiderare di meglio? Lasciatevi tentare da questa specialità della casa… garantiamo noi!

Ed ecco la ricetta dei fichi ripieni di formaggio cremoso e salmone:

Ingredienti per 4 persone:

Preparazione:

Scegliete dei fichi maturi ma ancora sodi, lavateli e tagliatene la parte appuntita. Svuotateli e mettete da parte la polpa. In una ciotola, lavorate la polpa dei fichi col formaggio cremoso Exquisa. Premete poi il composto all’interno dei fichi.

Tagliate, infine, il salmone a filetti ed aggiungetelo in cima ai fichi farciti. Impiattate aggiungendo dei rametti di finocchietto selvatico. Buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


02-07-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino e anguria, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino e anguria, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino e anguria è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Tortillas wrap con spinaci e tacchino

Tortillas wrap con spinaci e tacchino, un’ottima variante

Tortillas wrap, una variante leggera Le tortillas wrap con spinaci e tacchino sono una variante davvero particolare della celebre pietanza messicana. In primis, sono “wrap”, ovvero avvolte su se...

Tortino con prosciutto e melone disidratato

Tortino con prosciutto e melone disidratato

Tortino con prosciutto e melone disidratato, dal sapore insolito Il tortino con prosciutto e melone disidratato prende ispirazione dal celebre prosciutto e melone, un antipasto di origine ispanica...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti