bg header
logo_print

Festa della Mamma, un bel cremoso al formaggio!

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

cremoso al formaggio con gelatina di mele
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 30 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
5/5 (48 Recensioni)

Cremoso al formaggio con gelatina di mele cotogne: alcuni consigli

Trattandosi di un “cremoso”, quale sarà l’ingrediente in grado di fare la differenza? Ma ovviamente il formaggio! La sua consistenza è a dir poco importante, anche se chiaramente la gelatina di mele cotogne farà esattamente il suo dovere. Con questi presupposti, è fondamentale sceglierne uno di qualità e denso al punto giusto. A mio parere, in questo caso ci viene in aiuto il marchio Exquisa, grazie al quale potremo preparare un eccezionale cremoso al formaggio!

Sì, sono proprio convinta di questo, proprio perché ho già usato i prodotti di questo brand per moltissime ricette. Tra l’altro, ogni formaggio proposto è preparato con latte fresco e senza conservanti. In più, l’azienda ha messo a nostra disposizione persino una versione senza lattosio e una variante più leggera con una minore percentuale di grassi. Pertanto, non vi resta che provarne una per la preparazione del cremoso al formaggio con gelatina di mele cotogne e crumble alle noci…

Ricetta cremoso al formaggio

Preparazione cremoso al formaggio

Per la gelatina: Tagliate le mele a pezzetti, disponetele in una casseruola con l’acqua, lo zucchero e la cannella, e lasciate cuocere a fuoco basso fino a ottenere mezzo litro di liquido. Filtrate, aggiungete la colla di pesce reidratata, versate in una bacinella e lasciate indurire in frigorifero.

Per il crumble: Lavorate velocemente il burro a pezzetti con la farina, lo zucchero e le noci tritate. Stendete su una placca, cuocete in forno a 180°C per 20 minuti e lasciate raffreddare.

Montate i tuorli in planetaria, unite a filo lo zucchero cotto con l’acqua a 115°C. Continuate a lavorare fino a quando il composto risulterà freddo e unite il formaggio e la panna semi-montata.

Versate nelle coppe e lasciate rapprendere in frigorifero. Servite il cremoso con la gelatina a cubetti e con il crumble spezzettato

Ingredienti cremoso al formaggio

  • 300 gr. di formaggio fresco cremoso Senza Lattosio Exquisa
  • 4 tuorli
  • 80 gr. di zucchero semolato
  • ½ dl. di acqua
  • 1 dl. di panna consentita

Ingredienti gelatina di mele cotogne

  • 400 gr. di mele cotogne
  • 1,5 lt. di acqua
  • 70 gr. di zucchero semolato
  • 1 stecca di cannella
  • 15 gr. di colla di pesce

Ingredienti crumble

  • 100 gr. di burro chiarificato
  • 100 gr. di farina 00
  • 80 gr. di zucchero semolato
  • 60 gr. di noci sgusciate

Un gustoso cremoso al formaggio con gelatina di mele cotogne?

Per la Festa della Mamma ci vuole una ricetta speciale o meglio, un dolce speciale! Perciò, ho pensato a un bel cremoso al formaggio con gelatina di mele cotogne e crumble alle noci. Che ne dite? Sembra forse difficile da preparare? Non preoccupatevi: sicuramente ci vorranno un po’ di pazienza e gli ingredienti giusti, ma vedrete che per il resto non incontrerete problemi… e ogni mamma si mostrerà ampiamente soddisfatta! Fin dal primo sguardo. Poi, dal momento dell’assaggio, il successo sarà assicurato.

Questa ricorrenza è unica e speciale, e per molti di noi ha un’importanza particolare. Infatti, è un momento per ringraziare come si deve la donna che ci fatto nascere e crescere. Ricompensarla con un buon dessert sarà sicuramente un buon punto di partenza. Non siete d’accordo? Con questi presupposti, direi di dare uno sguardo ravvicinato a due degli ingredienti principali del cremoso al formaggio. Poi, passeremo alla preparazione!

La Festa della Mamma è importante per ogni figlio e un buon modo per festeggiare consiste certamente nel far riposare le mamme, mettersi ai fornelli al posto loro e preparare una cena o un pranzo coi fiocchi! Soprattutto se avete una mamma con problemi di intolleranza o celiachia.

Quello delle intolleranze è, purtroppo, un problema in costante aumento, che accomuna tantissime persone e anche tante mamme. Ecco perché c’è una particolare attenzione verso chi ne soffre e possiamo portare in tavola: basta comprare gli ingredienti giusti, avere fantasia e creatività, usare tanto amore e, perché no, seguire i miei  consigli.

Prima di mettervi ai fornelli, sappiate che questa festa viene celebrata praticamente ovunque, anche se in modalità diverse e secondo le specifiche tradizioni di ogni luogo. C’è però un elemento comune… la mamma e il suo importantissimo ruolo all’interno della famiglia sono al centro di tutto. Proprio per questo, adulti e bambini dimostrano il proprio affetto comprando cioccolatini, fiori e pensierini vari, ma anche portando in tavola tante deliziose ricette.

Conoscete le mele cotogne?

La mela cotogna è un frutto diverso dal solito, che generalmente viene usato per preparare conserve fatte in casa, in particolare in combinazione con la pera, oppure liquori. Inoltre, si presenta come un ingrediente eccezionale per gli arrosti di carne. Incredibile, non è vero? Perciò, la useremo per il cremoso al formaggio con gelatina di mele cotogne e crumble alle noci, ma in seguito potrete dare il via libera alla vostra creatività e provare tante altre ricette. A livello terapeutico, questo alimento è un rimedio naturale contro la stitichezza e le infezioni gastrointestinali. Infatti, è carico di fibre!

Le mele cotogne, si caratterizzano per un elevato valore nutrizionale, in tutto e per tutto paragonabile a quello delle mele propriamente dette. Infatti, sono ricche di vitamine e sali minerali, nello specifico contengono tantissima vitamina C, potassio, calcio e magnesio. Sono anche ricche di antiossidanti, soprattutto nella buccia. Per inciso, gli antiossidanti agevolano la riproduzione cellulare, contrastano gli effetti dei radicali liberi e aiutano a prevenire alcuni tumori. A dire il vero, le mele cotogne contengono una quantità di fruttosio inferiore alle mele.

Il nostro pezzo forte del cremoso al formaggio è inoltre un valido alleato per coloro che necessitano di tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue. Dovreste inoltre sapere che questo frutto autunnale, appartenente al gruppo delle pomacee, è originario dell’Asia e, in Italia, era già utilizzato dai Romani. Attualmente, almeno nel nostro territorio, non è molto diffuso, ma viene comunque coltivato un po’ in ogni parte della penisola, principalmente nelle regioni del sud. Perciò, non sarà difficile trovarlo.

Essendo ricca di pectina, la mela cotogna vanta notevoli proprietà gelatinizzanti, addensanti e stabilizzanti, motivo per cui la sua acqua di cottura viene usata molto in cucina per addensare alcune preparazioni.

cremoso al formaggio con gelatina di mele

La frutta secca viene spesso utilizzata nel dolci

La frutta secca in generale si caratterizza per un’estrema abbondanza di grassi, si tratta, però, di grassi “buoni” in quanto giovano alla salute e in particolare dell’apparato cardiovascolare. Di conseguenza, la frutta secca è piuttosto calorica, con un apporto che va dalle 550 alle 770 kcal per etto.

Altra caratteristica condivisa da tutta la frutta secca a guscio, benché declinata in modi differenti, è la presenza di amminoacidi essenziali e dell’acido oleico (più abbondante nei semi). Buono, ma estremamente vario, il contenuto di vitamine e sali minerali; ridotto è, invece, quello delle proteine. Ad ogni modo, possiamo dividere la frutta secca a guscio in due categorie: nostrana e di importazione.

Le noci sono botanicamente considerate dei “frutti”. Si caratterizzano per una certa abbondanza di vitamina E, di potassio, di acidi grassi omega tre e di fosforo. Non a caso, secondo l’immaginario collettivo, fanno bene al cervello. L’apporto calorico è medio (640 kcal), mentre spiccano per la loro versatilità, potendo essere consumate sia crude che all’interno di primi piatti.

La frutta secca fa bene, è ricca di acidi grassi benefici e dà energia, eppure, non tutti possono mangiarla. Tra le forme allergiche alimentari più diffuse, infatti, troviamo proprio l’allergia alla frutta secca, che si può manifestare in tanti modi diversi. I più “fortunati” possono essere allergici a un solo frutto a guscio, ma altri invece manifestano reazioni allergiche quando ingeriscono più di una varietà di frutto.

E adesso è ora di rimboccarsi le maniche e preparare questo dolce per le vostre mamme. Fatemi sapere cosa ne pensate!

Ricette dolci ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

3 commenti su “Festa della Mamma, un bel cremoso al formaggio!

  • Pingback: Insalata con mele e noci, una prelibatezza! - Mondo delle Intolleranze
  • Gio 22 Lug 2021 | Piero ha detto:

    Accipicchia ne sai una più del diavolo. Brava e complimenti. Mi piace questa tua idea.

    • Gio 22 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Piero grazie! Sei molto gentile a farmelo sapere. In cucina ci vuole un po’ di fantasia.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE