Mini cheesecake al salmone in versione salata

Mini cheesecake al salmone la versione salata del dolce americano
Commenti: 0 - Stampa

Un dessert che si trasforma in un piatto salato

La mini cheesecake al salmone è un’ottima proposta per antipasti, aperitivi, ma anche per secondi piatti. Cremose, squisite e facili da preparare, queste mini torte vi permettono di creare con pochi ingredienti una pietanza originale. Solitamente, utilizziamo la parola “cheesecake” per riferirci a un tipico dessert americano composto da uno strato di formaggio, da una copertura dolce, ad esempio marmellate o confetture, e spesso da una base di pasta frolla.

In questo caso, il procedimento è lo stesso ma gli ingredienti principali lo renderanno un piatto salato. Dovete sapere che la cheesecake ha origini molto antiche. Secondo alcuni dati, potrebbe essere stata ideata in Grecia, durante le prime olimpiadi, per permettere agli sportivi di rifocillarsi dopo gli sforzi eseguiti. Da allora si sono succedute tantissime versioni di questa torta al formaggio che sono tutt’oggi presenti anche nella nostra cultura.

Una cheesecake a prova di lattosio e di glutine

Il problema più comune quando vediamo una cheesecake in un bar è che è molto probabile che contenga lattosio e glutine. In questa ricetta, potete sostituire i diversi ingredienti (come ad esempio i cracker o il burro) per modellare questa pietanze in base alle vostre intolleranze e allergie alimentari. Per quanto riguarda i formaggi, utilizzeremo il parmigiano reggiano grattugiato che, essendo stagionato, non contiene lattosio. Cosa succede con il formaggio cremoso?

Io quando devo preparare qualcosa che preveda l’utilizzo di prodotti come i fiocchi di latte, i formaggi cremosi o, in generale, i formaggi freschi, mi affido a Exquisa. Questa marca, infatti, mette a disposizione dei consumatori prodotti biologici, light e soprattutto senza lattosio. Insomma, come sempre, bisognerà fare maggior attenzione ai prodotti scelti e alle loro etichette. In ogni caso, abbiamo sempre più soluzioni a portata di mano per le nostre intolleranze!

Mini cheesecake al salmone la versione salata del dolce americano

Il salmone, l’alimento dai mille benefici

La nostra mini cheesecake al salmone si compone in maniera molto facile. Una base di cracker frullati, un ripieno morbido di formaggio e mousse con pezzetti di salmone. Il vero protagonista di questo piatto è senza dubbio il salmone. Sicuramente avrete sentito parlare tantissime volte delle proprietà di questo pesce. Aiuta a proteggere la vista, fa bene alla pelle, riduce il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari e ha proprietà antiossidanti. E poi, ammettiamolo, ha un sapore incredibile!

Perché il salmone fa così bene? Innanzitutto, perché è un’ottima fonte di Omega 3, quegli acidi grassi che non dovrebbero mai mancare nella nostra dieta. Il salmone, inoltre, è una buona fonte di proteine ma anche di vitamina D, B6 e B12. A livello di sali minerali, quelli contenuti in più alte percentuali sono il fosforo e il selenio. Il sodio è in basse quantità anche se queste aumentano se utilizziamo il salmone affumicato. La mini cheesecake al salmone è uno dei tantissimi modi che avete a disposizione per introdurre questo alimento speciale nella vostra dieta!

Ed ecco la ricetta della Mini cheesecake al salmone

Ingredienti per 6 persone:

  • 60 gr. crackers consentiti
  • 30 gr. burro
  • 80 gr. salmone affumicato a fette
  • 70 gr. di mousse al salmone Miree Exquisa
  • 70 gr. di formaggio cremoso Classico Exquisa
  • 2 cucchiai Parmigiano Reggiano grattugiato
  • un pizzico di sale

Preparazione

Tritate i crackers. Sciogliete il burro a bagnomaria e unitelo alle briciole di cracker. Mescolate con le mani e poi riempite il fondo di 6 coppapasta quadrati o rotondi. Compattate aiutandovi con un cucchiaino e lasciate riposare in frigo.

Versate ¾ del salmone nel bicchiere del frullatore, unite la mousse, e il formaggio cremoso, il parmigiano reggiano e il sale. Azionate fino a miscelare bene tutti gli ingredienti.

Versate il composto in una sac a poche  con una bocchetta tonda. Riprendete i coppapasta e riempiteli con la crema e riponete nuovamente in frigo per 3 ore.

Prima di servire, decorate con una fettina di salmone arrotolata.

 

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

Camembert al forno con timo e miele

Camembert al forno con timo e miele, ricetta...

Camembert al forno con timo e miele, un gradevole mix di sapori Il camembert al forno con timo, miele e noci è una ricetta della tradizione francese, nonché un’ottima idea per valorizzare uno...

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti